Capriolo al Cabernet

Il capriolo al Carbernet è uno dei piatti forti di mia mamma.
Una di quelle ricette intramontabili, che si preparano ogni volta che si vuole fare qualche buon piatto tipico.
Buonissimo, solitamente servito con funghi trifolati ed una fetta di polenta, diventa un piatto unico ghiotto e sostanzioso.
Se vi piace la selvaggina, provate questa ricetta perchè è veramente buona.

Capriolo al CabernetIngredienti per 6 persone:
1 kg di capriolo
2 carote grandi
1 gambo di sedano
2 cipolle
2 spicchi di aglio
1l 1/2 di vino Cabernet
1/2 bicchiere di cognac
100 gr di speck tritato
400 gr di passata di pomodoro
maggiorana, timo, alloro, origano, salvia
4 chiodi di garofano
20 bacche di ginepro
sale, pepe
olio e burro

Capriolo al Cabernet

Procedimento:
Tagliate il capriolo a cubetti come per lo spezzatino, tritate le carote, cipolle, sedano ed aglio.
Mettete in una pentola le cipolle tritate con dell’olio ed il burro e soffriggete insieme ai cubetti di capriolo.
Una volta che la carne è bella rosolata versate il vino Cabernet (vi consiglio di metterne inizialmente un litro e poi regolarsi di conseguenza. Per questo tipo di carne non c’è un quantitativo esatto in quanto a volte è più dura e quindi serve un maggior tempo di cottura e di conseguenza più vino anche 2 litri, altre volte meno per cui regolatevi assaggiando di volta in volta).
Aggiungete anche il cognac, lo speck tritato, la passata di pomodoro, le erbe aromatiche, i chiodi di garofano, le bacche di ginepro, carota, sedano, salate e pepate.
Cuocete a fuoco dolce fino a quando la carne risulterà morbida.
Purtroppo come spiegato prima, i tempi di cottura variano di volta in volta in base alla carne, per cui fidatevi sempre del vostro palato, assaggiando.
Servite il capriolo al Cabernet accompagnato a dei canederli di pane o una bella fetta di polenta.

Precedente Bicchieri batticuore Successivo Torta tartufata al cioccolato e rum

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.