Risotto alle nespole, gamberetti e granella di pistacchi tostati

Il RISOTTO ALLE NESPOLE, GAMBERETTI E GRANELLA DI PISTACCHI TOSTATI è un primo piatto fresco, estivo e delicatissimo.

Questo meraviglioso frutto è poco calorico, contiene tantissima acqua e possiede un potere saziante non indifferente!

Una ricetta adatta anche per chi segue un regime dietetico, rispettando chiaramente le vostre dosi.

Qui a casa il bis è stato d’obbligo, super profumato e colorato.

Addirittura sto pensando di mettere un piccolo alberello di nespole davanti casa.. sapete perché?

Tanti secoli fa’ i contadini per allontanare la sfortuna ne tenevano uno nel proprio cortile.

La nespola è davvero un frutto che fa’ bene alla linea e alla salute.

Se poi  allontana la sfiga 😀 be’h non ha eguali.

Pensandoci bene però, mi toccherà mangiarle soltanto.

Non ho uno spazio verde qui a casa, abito nel centro storico di Maratea (PZ) e piantare un albero così grande non è possibile.

Mi accontenterò di andare a trovare mia suocera e prendere i frutti dal suo albero.

Le nespole bio hanno un gusto eccezionale, credetemi.

L’altro giorno sono andata con mio suocero a raccoglierle.

Oltre a rilassarmi, perché camminare nel verde ha i suoi benefici… raccogliere il frutto direttamente dall’albero rende il mio piatto speciale.

 

 

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Riso (Io calcolo 2 pugni di riso per persona) 300 g
  • Nespole (BIO)
  • Gamberetti (Freschi o surgelati)
  • Cipolle bianche
  • Olio extravergine d’oliva
  • Burro (1 noce)
  • Pepe nero (facoltativo)
  • Curcuma in polvere 1 pizzico
  • Vino bianco
  • Pistacchi non salati (Tostati)
  • Brodo vegetale (( o acqua) )

Preparazione

  1. Lavate e pulite le nespole, tagliatele a dadini e lasciatele insaporire nel vino bianco (devono essere coperte dal liquido).

    Intanto tostate il riso in una pentola.

  2. Appena tostato il riso, sistematelo in un piccolo contenitore e utilizzate la stessa pentola per far soffriggere la cipolla tritata con l’olio.

  3. Versate nuovamente il riso nella pentola e aggiungete le nespole precedentemente strizzate dal vino.

    Mettete da parte il vino utilizzato per la frutta e sfumateci il riso.

  4. Iniziate la cottura del riso unendo poco alla volta l’acqua o il brodo vegetale, l’importante è che siano bollenti.

    Qualche minuto prima che il riso sia pronto, mettete i gamberetti (già puliti e sgusciati), un pizzico di curcuma per accentuare il colore del risotto e il sale (se non avevate salato il brodo).

    A fine cottura, mantecate il riso con una noce di burro freddissima a fuoco spento, una spolverizzata di pepe nero e fate riposare qualche minuto.

    Servite terminando il piatto con una granella di pistacchi tostati e tagliati grossolanamente a mano, un filo d’olio e…

    Buon appetito, troppo  buono questo primo piatto!

    Quanto ci scommettete che farete un bis come me?

    Qui a casa è piaciuto tantissimo.

    Un abbraccio, vi aspetto sulla mia pagina facebook o sul mio canale youtube.

    Alla prossima ricetta pentolini 😀

Delizioso!

RISOTTO ALLE NESPOLE, GAMBERETTI E GRANELLA DI PISTACCHI TOSTATI

Primi

Informazioni su cosaceinpentola

Ciao! Mi chiamo Geraldine e da quando avevo 11 anni, seguivo mia madre in cucina!
Lei mi ha trasmesso una passione inarrestabile, che giorno dopo giorno cresce.. Non c’è cosa più bella dello svegliarsi, aprire la porta della camera e.. sentire un profumo delizioso.. quegli odori, quei sapori, che solo una madre è capace di creare.. amore, creatività e pazienza sono i tre ingredienti principali del mio mondo in cucina.
E così dopo varie richieste di amiche.. decido di aprire nel 2011 il blog Cosa c’è in Pentola e dedicarlo a mia madre “Teresita”… e a Rosamaria che mi ha dato l’idea di condividere le mie ricette con tutti.

Capita di aprire il frigo e non sapere cosa fare, magari potrò aiutarvi nel mio piccolo :)

Per qualsiasi cosa potete contattarmi scrivendo a:
cosaceinpentola@gmail.com

“Cucinare è un modo di dare.” Michel Bourdin

Precedente Pizza in teglia alta idratazione perfetta Successivo Tortellacci al prosciutto cotto, piselli e granella di pistacchi tostati

Lascia un commento

*