Pita senza lievito in padella

Pita senza lievito in padella

 

La PITA SENZA LIEVITO IN PADELLA amici, è un ottimo modo per gustare questo fantastico pane greco diffuso anche  in Medioriente, rotondo, morbido e senza   lievito.

Un prodotto quindi leggero, naturale e facile da realizzare seguendo piccoli passaggi.

Il segreto per una buona pita è il riposo, quindi se avete qualche minuto in piu’, dedicatelo a questo impasto che è davvero buono.

La ricetta originale prevede il lievito e va infornata, la mia versione invece è una gustosa rivisitazione realizzabile da tutti e con pochi ingredienti.

Potete aggiungere dei semi di sesamo sulla superficie.

Preparazione:

  • 250 gr di farina di grano tenero 00
  • 3 gr di sale
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 140/150 gr di acqua tiepida
  • 3-4 cucchiai di olio EVO o di semi

Preparazione:

in un contenitore versare la farina a fontana, al centro il sale, il bicarbonato, cominciare a mescolare aggiungendo l’acqua a filo e terminare con l’olio.

Dovrete ottenere un panetto sodo ed elastico.

Far riposare l’impasto coprendo con pellicola.

Ricavare delle palline  e stenderle, dando una forma rotonda.

Far riscaldare una piastra e adagiare la PITA senza lievito in padella, farla cuocere da entrambe i lati e sistemarle una ad una in un panno per mantenerle morbide.

Consumare e farcire secondo i propri gusti.

P.S. Potete stenderla piu’ sottile e utilizzarla al posto del pane in tavola, oppure lasciarla  piu’ spessa e aprirla con un coltello a sacchetto. Piu’ lungo sarà il riposo e meglio verrà l’impasto della PITA amici 😉

Pizze e focacce, Senza categoria , , , , ,

Informazioni su cosaceinpentola

Ciao! Mi chiamo Geraldine e da quando avevo 11 anni, seguivo mia madre in cucina! Lei mi ha trasmesso una passione inarrestabile, che giorno dopo giorno cresce.. Non c'è cosa più bella dello svegliarsi, aprire la porta della camera e.. sentire un profumo delizioso.. quegli odori, quei sapori, che solo una madre è capace di creare.. amore, creatività e pazienza sono i tre ingredienti principali del mio mondo in cucina. E così dopo varie richieste di amiche.. decido di aprire nel 2011 il blog Cosa c'è in Pentola e dedicarlo a mia madre "Teresita"... e a Rosamaria che mi ha dato l'idea di condividere le mie ricette con tutti. Capita di aprire il frigo e non sapere cosa fare, magari potrò aiutarvi nel mio piccolo :) Per qualsiasi cosa potete contattarmi scrivendo a: cosaceinpentola@gmail.com "Cucinare è un modo di dare." Michel Bourdin

Precedente Millefoglie di pane un pò caprese Successivo Biscotti ai fichi senza uova e latte

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.