Ciambella allo yogurt senza bilancia

Ciambella allo yogurt senza bilancia

 

Pentolini fa caldissimo e dicono che stia per arrivare un’ondata di caldo ancora piu’ forte! Allora realizziamo una CIAMBELLA ALLO YOGURT SENZA BILANCIA, un dolce facile da fare, profumato e da accompagnare con un buon bicchiere di latte freddo!

La CIAMBELLA ALLO YOGURT è tanto soffice ed è profumata al cocco.

Ho scelto lo yogurt al cocco perchè avevo quello in casa e con il cacao amaro si sposa molto bene.

E’ venuta non buona, di piu’!!!

Mio fratello, che è per le cose semplici e deliziose, ha gradito… be’h sfido io, di fronte a tanta bontà.

Perchè senza bilancia? Per dare la possibilità a chi sfortunatamente è rimasto senza batteria e la bilancia non funziona 😀 eh si, questo mi è accaduto oggi.

Naturalmente non mi dispero affatto, anche perchè ho tante ricette dove utilizzo come dosatore il bicchiere di plastica, quindi vediamo insieme gli ingredienti e diamoci da fare per la merenda o la colazione di domani.

Ingredienti:

  • 1 bicchiere di plastica di fecola di patate
  • 2 bicchieri di plast. di farina di grano tenero 00
  • 2 bicchieri di zucchero semolato
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 2 vasetti di yogurt al cocco
  • 1 vasetto (utilizzate quello dello yogurt) di olio di semi
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • Cacao amaro

Preparazione:

lavorare le uova con lo zucchero, fino a quando saranno bianche e spumose.

Versare la fecola e le farine setacciate, lo yogurt e l’olio.

Mescolare e aggiungere il lievito.

Imburrare,  infarinare uno stampo, versare quasi tutto il composto e lasciarne giusto un pò in disparte, dove aggiungerete qualche cucchiaiata di cacao amaro  e poi verserete in superficie.

Infornare a 180° per 35 minuti.

Appena pronta aspettare che raffreddi e spolverizzarla con tanto zucchero a velo.

Che CIAMBELLA ALLO YOGURT golosa!

 

 

 

 

 

Dolci, Senza categoria , , , , , , , ,

Informazioni su cosaceinpentola

Ciao! Mi chiamo Geraldine e da quando avevo 11 anni, seguivo mia madre in cucina! Lei mi ha trasmesso una passione inarrestabile, che giorno dopo giorno cresce.. Non c'è cosa più bella dello svegliarsi, aprire la porta della camera e.. sentire un profumo delizioso.. quegli odori, quei sapori, che solo una madre è capace di creare.. amore, creatività e pazienza sono i tre ingredienti principali del mio mondo in cucina. E così dopo varie richieste di amiche.. decido di aprire nel 2011 il blog Cosa c'è in Pentola e dedicarlo a mia madre "Teresita"... e a Rosamaria che mi ha dato l'idea di condividere le mie ricette con tutti. Capita di aprire il frigo e non sapere cosa fare, magari potrò aiutarvi nel mio piccolo :) Per qualsiasi cosa potete contattarmi scrivendo a: cosaceinpentola@gmail.com "Cucinare è un modo di dare." Michel Bourdin

Precedente Wonton ripieno Successivo Polpette fritte morbide

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.