Bronzo per il team Matheola

Bronzo per il team Matheola.

Luce e cibo, la cucina calda nella ristorazione è un importante evento gastronomico che si svolge a Matera da ormai tanti anni.

Giunti alla ventunesima edizione dietro le quinte c’è un’ organizzazione impeccabile, tanto lavoro per una buona riuscita di due giornate dedicate interamente al cibo.

Cooking show di grandi professionisti, stand con prodotti eccellenti del territorio lucano e gare a colpi di padella!

Tutto si è svolto presso la sala ricevimenti Villa Schiuma, una location elegante e perfetta per riunire coloro che amano il buon cibo della bella Lucania.

Gli chef partecipanti non hanno gareggiato soltanto con piatti belli da vedere.

Oltre alla bellezza, al gusto, “la luce e i colori” sono stati i protagonisti assoluti.

Ogni creazione preparata con cura ha parlato del team, ogni piatto ha trasmesso forti emozioni, ognuno ha regalato qualcosa di sé.

BRONZO PER IL TEAM MATHEOLA

BRONZO PER IL TEAM MATHEOLA

Infatti per il team MATHEOLA questo concorso è stato di immensa importanza.

Vincitori de la medaglia di bronzo, tornano nelle loro cucine con grande soddisfazione e con un sorriso stampato sul volto per chissà quanti mesi.

Sono esperienze che segnano, difficili da dimenticare.

Ma conosciamo meglio il team Maheola.

Ci racconta Vincenzo Contini: << Sin da bambini,  i nostri professori nei giorni del concorso ci portavano a vivere in prima persona emozioni che solo i grandi chef sono in grado di far provare.

Tutto cio’ ha fatto crescere in noi,  l’amore inestimabile per questo magico mestiere >>.

La squadra è composta dalla passionale e agguerrita Lady chef Piera Parisi (colei che è stata alla guida del team), da Vincenzo Contini, da Fabio Feola e dal pasticcere Claudio Lopatriello.

Tra sacrifici economici e lavorativi, intraprendono insieme questo lungo cammino, affrontando la gara  in totale tranquillità.

<< Questo perché prima di essere una squadra di lavoro siamo una squadra di AMICI >> ci spiega Vincenzo Contini.

Inutile dire che l’emozione di questi professionisti era salita alle stelle.
Vincenzo Contini << Una vera squadra che si rispetti non ha un leader, ogni componente della squadra  ha proposto la propria idea ed insieme abbiamo elaborato un piatto con  ingredienti lucani ma con quel tocco di rivisitazione ed innovazione degno di una competizione culinaria>>.
Il livello agonistico in questa competizione è davvero alto, quindi il team ha giocato molto con i colori.

Vincenzo Contini << un piatto che si rispetti deve essere bello da vedere, bilanciato negli ingredienti e buono da gustare.

Alla giuria volevamo trasmettere la conoscenza della giusta cottura dei vari alimenti, dando importanza al bilanciamento tra proteine, carboidrati, ect.. ect..

Fatevi un augurio da soli ragazzi?

dopo questa bellissima competizione, ci auguriamo di collaborare ancora insieme e che la nostra amicizia resti ben solida negli anni.

Grazie ragazzi per questa breve intervista, spero di rivedervi presto ed affiatati più che mai!

Recensioni , , , , , ,

Informazioni su cosaceinpentola

Ciao! Mi chiamo Geraldine e da quando avevo 11 anni, seguivo mia madre in cucina! Lei mi ha trasmesso una passione inarrestabile, che giorno dopo giorno cresce.. Non c'è cosa più bella dello svegliarsi, aprire la porta della camera e.. sentire un profumo delizioso.. quegli odori, quei sapori, che solo una madre è capace di creare.. amore, creatività e pazienza sono i tre ingredienti principali del mio mondo in cucina. E così dopo varie richieste di amiche.. decido di aprire nel 2011 il blog Cosa c'è in Pentola e dedicarlo a mia madre "Teresita"... e a Rosamaria che mi ha dato l'idea di condividere le mie ricette con tutti. Capita di aprire il frigo e non sapere cosa fare, magari potrò aiutarvi nel mio piccolo :) Per qualsiasi cosa potete contattarmi scrivendo a: cosaceinpentola@gmail.com "Cucinare è un modo di dare." Michel Bourdin

Precedente Mezzi fusilli ai sapori dell'orto Successivo Spinacine ai semi di sesamo fatte in casa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.