Agriturismo il Praedio della Reale oggi parliamo con Enzo Contini

Agriturismo il Praedio della Reale oggi parliamo con Enzo Contini

Ho avuto il piacere di intervistare lo Chef Enzo Contini che lavora con passione da anni e cerca di far conoscere i prodotti della sua terra con ricette davvero sfiziose.

Infatti ci proporrà un’idea gustosa e particolare se avete ospiti a casa, la POLPETTA DI MAIALINO NERO LUCANO RIPIENA DI CAPOCOLLO DI MARTINA E PECORINO DI MOLITERNO.

Ma conosciamo meglio il nostro Chef Enzo Contini.

Enzo dopo aver lavorato in svariati ristoranti della sua bella città, Matera e all’estero decide di spostarsi nella provincia di Taranto a Ginosa, diventando lo Chef de IL PRAEDIO DELLA REALE.

Agriturismo il Praedio della Reale oggi parliamo con Enzo ContiniAgriturismo il Praedio della Reale oggi parliamo con Enzo Contini

Lo chef Contini entra in cucina come aiuto cuoco  alla tenera età di 16 anni.

Giovane e fermo delle sue idee, si appassiona sempre di piu’ a questo mestiere.

“Diciamo che sin da piccolo ero molto incuriosito nel vedere la mia mamma che sapientemente cucinava tante buone ricette” ci spiega.

Per lo Chef Enzo Contini è molto importante lo studio, ma soprattutto la gavetta.

Ammette che forse i giovani vogliono saltare questa importante tappa e che la tv sia una delle colpevoli.

Infatti ritiene che il talent show sia la via meno indicata per chi vuole CUCINARE realmente anche perchè le possibilità per mettersi in mostra non mancano.

Ho chiesto al nostro Chef se ha ricette segrete?

“Essendo la mia conoscenza, il mio cuore e le mie mani, a suggerirmi cosa cucinare ai clienti.. non ho una vera e propria ricetta segreta”.

Specializzato in diverse tipologie di cucina, dalla banchettistica alla cucina a base di carne e pesce, Enzo possiede tanta esperienza avendo lavorato in molti locali.

Oggi ci propone una ricetta semplice ma ricca di gusto.

Ci spiega lo chef Enzo: nella foto ho decorato il piatto con un carpaccio di carosello, un peperone crusco, della crema di zucca gialla ed un fico perché trovo che questi ingredienti nell’insieme creano una vera gioia per il palato. La cucina è fatta di sapienza e fantasia, quindi lascio spazio a voi per trovare mille accostamenti a questa deliziosa polpetta!

Spieghiamo come poter realizzare le POLPETTE DI MAIALINO NERO LUCANO RIPIENE DI CAPOCOLLO DI MARTINA E PECORINO DI MOLITERNO.

Ingredienti:

Polpa tritata di maialino lucano ·Pecorino Moliterno ·Capocollo di Martina ·Mollica grattugiata di pane di Matera ·Pangrattato ·Farina ·Uova

Preparazione:

insaporire la carne di maialino con sale pepe, erbette fresche dell’ orto, tipo rosmarino ed origano.

Aggiungere la mollica del pane grattugiata, del pecorino grattugiato ed un uovo per legare il tutto.

Creare una  polpetta e farcirla al cuore con il capocollo di Martina ed il pecorino Moliterno.
Realizzare la classica panatura con farina, uovo e pangrattato.
La vostra polpetta è pronta per essere fritta!

“Questo piatto é molto richiesto dai clienti dell agriturismo dove lavoro, perché trovano in un piatto unico svariati ingredienti del mio territorio.

Pensate  alla bontà del maialino nero lucano, alla poesia del pane di Matera per non parlare del capocollo di Martina e dello splendido pecorino di Moliterno.

Assaggio sempre i miei piatti prima che escano in sala perché ci tengo moltissimo ai miei clienti.

Il cliente per me è una grande fonte di soddisfazione professionale,  mi aiuta a migliorarmi giorno dopo giorno e perfezionare sempre più le mie ricette.

Chef progetti per il futuro?

“Uno chef ha svariati progetti e sogni per il futuro….molti si sono già realizzati e certamente  in futuro se ne realizzeranno molti altri”.

Be’h non mi resta che invitarvi a visitare l’AGRITURISMO IL PRAEDIO DELLA REALE e assaggiare le bontà che lo chef ENZO CONTINI vi preparerà!

Alla prossima cari lettori 🙂

 

 

Recensioni, Senza categoria , , , , , , , , ,

Informazioni su cosaceinpentola

Ciao! Mi chiamo Geraldine e da quando avevo 11 anni, seguivo mia madre in cucina! Lei mi ha trasmesso una passione inarrestabile, che giorno dopo giorno cresce.. Non c'è cosa più bella dello svegliarsi, aprire la porta della camera e.. sentire un profumo delizioso.. quegli odori, quei sapori, che solo una madre è capace di creare.. amore, creatività e pazienza sono i tre ingredienti principali del mio mondo in cucina. E così dopo varie richieste di amiche.. decido di aprire nel 2011 il blog Cosa c'è in Pentola e dedicarlo a mia madre "Teresita"... e a Rosamaria che mi ha dato l'idea di condividere le mie ricette con tutti. Capita di aprire il frigo e non sapere cosa fare, magari potrò aiutarvi nel mio piccolo :) Per qualsiasi cosa potete contattarmi scrivendo a: cosaceinpentola@gmail.com "Cucinare è un modo di dare." Michel Bourdin

Precedente Croissant a lievitazione naturale - prima parte Successivo Pollo in agrodolce, contorno di melanzane al pesto e mandorle

Lascia un commento

*