Parmigiano Reggiano Bonat|Amore al primo assaggio

Oggi vi parlo di un prodotto pregiato dalle qualità straordinarie, il parmigiano reggiano Bonat del’azienda Agricola Bonat della campagna parmense.

Parmigiano Reggiano Bonat|Amore al primo assaggio|CorinaGS

Parmigiano Reggiano Bonat

E stato proprio cosi, amore al primo assaggio, e non si può non innamorarsi di questo straordinario parmigiano che tra i suoi tipi vanta quello con una stagionatura di 7 anni che ha vinto il premio Fuoriclasse dalla Guida ”Formaggi d’Italia” di Gambero Rosso .

Il parmigiano stagionato 7 anni ha odori spiccati, con sentori che richiamano le spezie, tra i quali il chiodo di garofano, il macis, a tratti il cacao amaro. Sensazione di grande concentrazione riconducibile al burro di malga e sul finale con una lieve nota di di cuoio e di legni. Grande equilibrio gustativo con la nota piccante che ancora deve esprimersi.

parmigiano 7 anni bonat

Un altro loro prodotto straordinario e il parmigiano reggiano invecchiato 3 anni con la crosta color giallo paglierino intenso e una pasta dura della stessa tonalità. Ha un profumo spicato e fragrante di latte che si ispessisce fino a raggiungere una nota di burro. Fieno e sentori di prato si accompagnano a una sensazione fiorita che ricorda le margherite insieme a note di noce moscata.

Questo parmigiano e stato premiato sempre dalla Guida ” Formaggi d’Italia” delcGambero Rosso con il premio ” Tre Spicchi di Caccio”

parmigiano reggiano 3 anni bonat

Se volete scoprire questa meraviglia ricca di gusto e sapore con qualità straordinarie vi lascio link al sito dell’azienda

http://www.bonat.it/

Il punte cardine di questa azienda e il rigore nella cura delle mucche che vengono alimentate con il fieno prodotto nei loro campi: la loro infatti e un’azienda a ciclo completo; dal cibo per i animali, al latte che producono,  alla trasformazione in formaggio fino alla vendita, tutto curato e gestito da loro. Questo li permette di avere un prodotto di grande qualità, seguito in ogni minimo dettaglio con precisione e scrupolo, in modo da raggiungere una tracciabilità perfetta.
Le  mucche mangiano soprattutto fieno di prato stabile centenario che contiene erbe ed essenze oggi sconosciute e introvabili nei prati di semina più recente. La particolare ricchezza di questo fieno conferisce al latte e quindi al formaggio alcuni aromi esclusivi. Il resto dell’alimentazione e’ costituito da miscele di cereali, mais, orzo e soia. Tutto il ciclo di lavorazione rigorosamente artigianale.

Vi aspetto sul mio blog nei prossimi giorni per farvi vedere le ricette e i modi migliori per gustare questo straordinario parmigiano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*