Crea sito

Le chicche della nonna con Alici e Sarde

Le chicche della nonna tra Alici e Sarde

Le chicche della nonna con Alici e Sarde

quante di voi sono incappate in sarde o acciughe molto salate? Cosa fare? prima spenderò due parole su questo pesce facente parte della categoria del  pesce azzurro, le sue proprietà sono molto salutari perché contengono grassi omega-tre, proteine, riboflavina, niacina, calcio, ferro, fosforo e selenio, vi ricordo che tra alici fresche, alici sotto olio, alici sotto sale,alcuni valori nutrizionali cambiano, vediamo la tabella, se dovete friggere usate un olio con punto di fumo elevato come quello extravergine di oliva, o di arachidi, inoltre se dovete prendere alici già confezionate sott’olio badate bene di non acquistare alici in olio vegetale, dove non viene specificato per bene che tipo di olio è, chi soffre di gotta evitare assolutamente di mangiare alici. Un’alice fresca si riconosce dall’odore (delicato e gradevole, non ammoniacale), dall’aspetto (corpo brillante e carni sode con squame aderenti), dal colorito delle branchie (rosaceo tendente al rosso) e dall’occhio (vivo e sporgente, con pupilla nera, non arrossata).

tabella nutrizionale alici

 

 

 

 

 

Chicca:

Se siete alle prese con le vostre alici salate allora  potete provare il rimedio della nonna, prima di lavarle mettetele a bagno nel latte freddo almeno per un quarto d’ora, dopo lavate bene in acqua corrente.

Le chicche della nonna con Alici e Sarde

Alla prossima chicca

Ti potrebbe interessare anche...

2 Risposte

  1. Avatar Annalisa ha detto:

    Uaaahhhh utilissimo, grazieeee……….