Spaghetti con cicorietta e gamberi. Ricetta di Clara.

 

Pubblico una ricettina, veloce, delicata e molto  ma molto originale!!!

La suggerisce Clara e per questo non possiamo che ringraziarla!!!

SPAGHETTI CON CICORIETTA E GAMBERI

Esperimento culinario riuscito! Avevo della cicorietta selvatica ed ho pensato ad un accoppiamento coi gamberi, ero convinta che stonassero con l’amaro della cicoria e invece il gusto dei gamberi ha fatto il miracolo. Quindi, per chi volesse provare, ho lessato la cicoria, l’ho tagliuzzata, ho passato i gamberi in padella con olio, aglio, peperoncino freco, due ciliegini, ho aggiunto la verdura con un po’ di acqua di cottura, alla fine ho aggiunto (in padella) gli spaghetti e ho girato fino a cottura facendo evaporare tutta l’acqua. Squisita!!!

 

Info su cinquantasfumaturedicibo

Sono un giovane avvocato con la passione per la cucina. Adoro il mio lavoro, soprattutto quando permette di strappare un sorriso di fiducia per l'attività svolta. Combatto per la giustizia, l'equità e la parità. Anche se l'esperienza forense mi ha insegnato, amaramente, che la Giustizia non sempre è fidata compagna della classe più debole. Le speranze per un mondo migliore, abbracciate nel corso della pratica forense, sono state miserabilmente distrutte dalla realtà che tutti i giorni contraddistingue l'attività di un legale abilitato. Il Diritto fa trapelare la parte più aggressiva e combattiva del mio carattere. Se assumo in mandato un caso, diventa come una seconda pelle. Devo portarlo a compimento nel modo migliore per me ed il cliente. Il senso di responsabilità mi logora. La cucina, invero, fa trapelare la parte più dolce e fantasiosa della mia persona. Tra le mura di casa ritorno ad essere me stessa, mi rilasso, ripongo nel cassetto la maschera di donna aggressiva e combattiva. Io cucino per rendere un dono prezioso ai miei cari ed agli amici. Questo il mio motto:" Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto". Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825
Questa voce è stata pubblicata in Primi Piatti, Primi piatti sfiziosi. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>