Orecchiette con broccoletti e macco di fave. From Castelbuono with love!

 

Oggi la mia amica Valentina ha superato se stessa, proponendo una leccornia nostrana veramente ghiotta. Ve la propongo perchè amando la mia terra e tutti i suoi buoni prodotti, non potevo non calendarla tra i miei preferiti.

Prima di lasciarvi alle mani di Valentina vi saluto con un passo di Gibran da me rivisitato:

E quando addentate LA PASTA,
ditelo nel vostro cuore:
LE SUE FIBRE vivranno nel vostro corpo
E i suoi germogli futuri
sbocceranno nel vostro cuore,
La loro fragranza sarà il vostro respiro,
E insieme gioiremo in tutte le stagioni. 

Ricetta di Valentina:

Ciao cara…
il mio contributo settimanale al tuo blog culinario!!!

Pasta con broccoletti e macco di fave
Ingredienti per 4 persone
250 g fave secche
1 cipolla grossa
1 carota
1 costola di sedano
1 pomodoro ( o 200 gr di polpa di pomodoro in scatola)
olio extra vergine d’oliva, sale e pepe qb
250 gr di pasta corta (ideali cannellini, ditalini o orecchiette)
1 mazzo di broccoletti

Fase 1: Preparare il macco
Immergere le fave in abbondante acqua fredda circa 24 ore prima della preparazione.
In una pentola grande, mettere le fave con abbondante acqua fredda, e aggiungere una cipolla grande, una carota, una costola di sedano e il pomodoro. Appena il tutto comincia a bollire, salare leggermente, ridurre la fiamma al minimo e coprire parzialmente lasciando cuocere almeno due ore mescolando di tanto in tanto.
Quando le fave avranno raggiunto una certa morbidezza, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare per 15 min. Successivamente, ridurre il composto in crema, più o meno densa- dipende dai gusti- utilizzando il mixer.
Condirlo con sale e pepe e lasciarlo cuocere a fiamma bassa ancora una ventina di minuti, mescolandolo frequentemente per evitare che si attacchi sul fondo. Appena pronto, versare nella crema 2-3 cucchiai di olio extra vergine di oliva e mescolare.

Fase 2: preparare la pasta
Smistare accuratamente i broccoletti e conservarne i fiori e le foglioline più tenere, lavarli.
Portare ad ebollizione l’acqua in una pentola piuttosto capiente, aggiungere il sale e lessare i broccoletti. Scolarli e mischiarli al macco. Riportare ad ebollizione una parte dell’acqua di cottura dei broccoletti, e cuocercvi la pasta.
Scolare la pasta non del tutto cotta, versarla in un wok, aggiungere il composto di macco e broccoletti, mescolare e fare ultimare la cottura per 3-4 min.

(Altrettanto buono da gustare come piatto unico, è la zuppa di macco e broccoletti!)

Info su cinquantasfumaturedicibo

Sono un giovane avvocato con la passione per la cucina. Adoro il mio lavoro, soprattutto quando permette di strappare un sorriso di fiducia per l'attività svolta. Combatto per la giustizia, l'equità e la parità. Anche se l'esperienza forense mi ha insegnato, amaramente, che la Giustizia non sempre è fidata compagna della classe più debole. Le speranze per un mondo migliore, abbracciate nel corso della pratica forense, sono state miserabilmente distrutte dalla realtà che tutti i giorni contraddistingue l'attività di un legale abilitato. Il Diritto fa trapelare la parte più aggressiva e combattiva del mio carattere. Se assumo in mandato un caso, diventa come una seconda pelle. Devo portarlo a compimento nel modo migliore per me ed il cliente. Il senso di responsabilità mi logora. La cucina, invero, fa trapelare la parte più dolce e fantasiosa della mia persona. Tra le mura di casa ritorno ad essere me stessa, mi rilasso, ripongo nel cassetto la maschera di donna aggressiva e combattiva. Io cucino per rendere un dono prezioso ai miei cari ed agli amici. Questo il mio motto:" Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto". Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825
Questa voce è stata pubblicata in Primi piatti sfiziosi. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>