Crostata di fragole e kiwi. La crostata di Angela e Fabio!

 
  • La realizzazione di una buona torta porta alla luce tutti i lati più teneri di un individuo. Jerome Klapka JeromePensieri oziosi di un ozioso, 1886.

     

    La ricetta odierna è frutto del lavoro combinato tra me e mio marito!!!! Devo dire che da quando sono in dolce attesa, il mio maritino è diventato una fonte inesauribile di novità. Tra queste, la cucina. Le sta sperimentando tutte, e con un ottimo successo anche. Certo, al termine dell’opera, dopo che lui ha abbandonato il vano cucina, sembra che sia passato Attilla flagello della cucina, ma non importa perchè è il risultato quello che conta. Oggi ci siamo cimentati nella crostata di fragole. Ve la proponiamo così.

     

    Ingredienti:

     

    Per la crema:

     

    • ½ di latte;
    • 6 tuorli d’uova;
    • 100 gr di farina;
    • la scorza di un limone grosso;
    • 200 gr di zucchero.Per la frolla:
    • 100 gr di burro freddo a tocchetti;
    • 300 gr di farina;
    • 2 tuorli d’uova più un uovo intero;
    • 100 gr di zucchero a velo;
    • la scorza di un limone grosso.
    • Un cestino di fragole;
    • un Kiwi;
    • carta forno;
    • fagioli;
    • una piccola parte di burro per la teglia ed un pugno di farina.Preparazione:1 step: la crema.

      Versate in un bicchiere di plastica (fino all’orlo) una parte del ½ di latte e riponetelo da parte. Il liquido restante, invece, mettetelo in un pentolino con la scorza grattugiata del limone. Mescolando continuamente portate a leggero bollore, spegnendo subito il fuoco prima che si formino le bolle. Nel frattempo posizionate in una ciotola i 6 tuorli ed amalgamateli con una frusta a mano insieme allo zucchero. Versate poi la farina ed il latte a filo. Amalgamate bene il composto fino ad ottenere una crema liquida ed omogenea. Fatto ciò, riaccendete il fuoco e versate il vostro composto nel pentolino con il latte. Mescolate bene fino a quando non otterrete una crema densa e priva di grumi. Spegnete il fuoco e versate la crema in una ciotolina affinchè si raffreddi. Riponetela da parte e non in frigo, almeno fino a quando non è completamente fredda!!

      2 step: la frolla:

      Prendete il mixer e posizionate la farina, un pizzico di sale ed il burro freddo a dadini. Mixare fino ad ottenere un composto sabbioso. Versate in una terrina il composto mixato i 2 tuorli, l’uovo intero, lo zucchero a velo e la scorza del limone. Impastare a mani nude fino ad ottenere una palla liscia e soda. Se il composto appare molle aggiungere altra farina. Terinato ciò posizionate la palla di frolla nella pellicola e riponetela in frigo per almeno 40 minuti.

    • 3 step: lavorazione;Accendete il forno ventilato a 180°. Imburrate uno stampo con cerniera ed infarinatelo. Uscite la frolla dal frigo e lavoratela fino a raggiungere la forma di un disco (io ho fatto così perchè la teglia è rotonda). Adagiate il disco sulla teglia e con l’aiuto delle mani formate un bordo alto di circa 2 cm (servirà ad arginare la fuoriuscita di crema al momento della farcitura). Posizionate sulla base della torta un disco di carta forno con dei fagioli. Infornate per 40 minuti. Terminata la cottura, sfornate e lasciate raffreddare un oretta circa, avendo cura di eliminare la carta forno con i fagioli. Passato il tempo con l’aiuto di una spatolina versate la crema. Terminato ciò sbottonate la cerniera e decorate con la frutta fresca come nella foto.


Info su cinquantasfumaturedicibo

Sono un giovane avvocato con la passione per la cucina. Adoro il mio lavoro, soprattutto quando permette di strappare un sorriso di fiducia per l'attività svolta. Combatto per la giustizia, l'equità e la parità. Anche se l'esperienza forense mi ha insegnato, amaramente, che la Giustizia non sempre è fidata compagna della classe più debole. Le speranze per un mondo migliore, abbracciate nel corso della pratica forense, sono state miserabilmente distrutte dalla realtà che tutti i giorni contraddistingue l'attività di un legale abilitato. Il Diritto fa trapelare la parte più aggressiva e combattiva del mio carattere. Se assumo in mandato un caso, diventa come una seconda pelle. Devo portarlo a compimento nel modo migliore per me ed il cliente. Il senso di responsabilità mi logora. La cucina, invero, fa trapelare la parte più dolce e fantasiosa della mia persona. Tra le mura di casa ritorno ad essere me stessa, mi rilasso, ripongo nel cassetto la maschera di donna aggressiva e combattiva. Io cucino per rendere un dono prezioso ai miei cari ed agli amici. Questo il mio motto:" Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto". Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825
Questa voce è stata pubblicata in Dolci. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Crostata di fragole e kiwi. La crostata di Angela e Fabio!

  1. Ciao,mi presento mi chiamo Claudia e sono una apprendista pasticcera (ho fatto un corso) e visto che sei appasionato alla cucina e in questo caso anche ai dolci (esempio la torta di frutta) se visiti la mia pagina troverai qualche consiglio in più sulla realizzazione anche per avere una realizzazione migliore. :)
    Questo è il link:http://blog.giallozafferano.it/lagolosella23/basi-per-realizzare-una-buona-crostata-di-frutta/
    a presto-Cla

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>