rosa

Come sempre si parte con un’idea e se ne realizza un’altra.
Sono partita chiedendo la ricetta ‘di famiglia’ e l’ho mescolata con un’altra fornita da
I pasticci di Terry.
Se quella della mamma è più compatta e sfogliata,
questa è molto simile ad un pane dolce variegato alla marmellata.
e arricchito da una glassa alle mandorle che ricorda i lievitati delle feste.
Nella farcitura invece si sente tutto il sapore dei fichi appena raccolti
e delle mandorle croccanti
ed infine ho sostituito lo zucchero con del miele di tiglio profumato e non stucchevole.
Ho evitato la crema di burro per non appesantire troppo,
anche se la tradizione vorrebbe che non sia proprio un dolce da dieta!
Per l’impasto ho utilizzato le farine di Grandi Molini Italiani della linea Frumenta,
miscelando farina 1 e farina integrale,
con più fibre, crusca, sali e principi nutrizionali rispetto alle farine tradizionali.
E’ un dolce che richiama alla mente pranzi di famiglia,
la domenica a tavola nel salone
e la crema di burro rubata prima di spalmarla.
E’ il dolce che alternato alla crostata e alla torta di mele
ho mangiato più spesso in famiglia,
e che ogni tanto ricompare.

 

rosa (3) fichi

TORTA DI ROSE FICHI E MANDORLE
(per uno stampo da ciambella diam. 26)

125 gr farina 1 Frumenta

50 gr manitoba

75 gr farina integrale Frumenta

1 uovo grande

45 gr burro morbido

1 cucchiaio colmo miele tiglio

1/2 bicchiere latte tiepido

3 gr lievito secco

confettura fichi neri

100 gr mandorle pelate

Per la copertura

50gr mandorle pelate

1 albume

50 gr zucchero di canna

Per prima cosa sciogliete il lievito nel latte tiepido e miele. Fate riposare per una decina di minuti.
Setacciate in una ciotola capiente le farine, aggiungete il burro morbido e l’uovo.
Cominciate ad impastare e versate a poco a poco il latte con il lievito.
Lavoratelo per una decina di minuti: se dovesse essere troppo asciutto aggiungete altro latte.
Formate una palla e lasciate lievitare coperto fino al raddoppio.
Riprendete l’impasto, sgonfiatelo delicatamente.
Infarinate una spianatoia e stendete l’ìmpasto con le mani
( evitate il mattarello per non rompere le bolle della lievitazione):
dovrete ottenere un rettangolo di 50×70 circa.
Tagliate le mandorle a coltello e tenetele da parte.
Spalmate il rettangolo con abbondante confettura di fichi, cospargete di mandorle tritate
e arrotolate dal lato lungo.
Cercate di non stringere troppo l’impasto per non creare troppe spire.
Tagliate il rotolo in 8/9 pezzi e posizionatele nello stampo da ciambella:
se è antiaderente non dovrete imburrare o rivestire,
al contrario se avete paura che attacchi imburrate e infarinate,
Mettete a lievitare fino al raddoppio nel forno chiuso.

Una volta che la corona si sarà formata,
accendete il forno a 175/180°C.
Preparate la glassa mescolando in un mixer le mandorle rimaste, lo zucchero e l’albume.
Amalgamate la crema ottenuta e distribuitela sulle rose.
Infornate in forno già caldo per 20/ 30 minuti.
Togliete subito dallo stampo e fate raffreddare su una gratella.

rosa6 fichi

Con questa ricetta partecipo al contest indetto
da Cucina Semplicemente in collaborazione con Grandi Molini Italiani

I lievitati della nonna  fichi

2 Comments on Torta di rose fichi e mandorle

  1. grazia
    20/09/2015 at 10:53 (2 anni ago)

    Le contaminazioni sono sempre utili per unire tradizione e innovazione.

    Rispondi
    • cicciabacilla
      20/09/2015 at 20:06 (2 anni ago)

      Esatto!Si sperimenta senza perdere di vista la ricetta classica..

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*