Crea sito

cioccolato

Torta cioccolato e limone

La torta cioccolato e limone è una golosità per chi come me è cioccolato-dipendente ed in più ha il tocco agrumato delle scorzette.

torta cioccolato e limone

Si sa: il cioccolato( fondente)  fa bene alla salute.
Io che ne sono una fan sfegatata mi sono studiata per filo e per segno i vantaggi di un cubetto di cibo degli dei per poterli usare come scusa:

  1. libera serotonina nell’organismo, quindi è un antidepressivo naturale;
  2. è ricco di flavonoidi, che proteggono il sistema cardiovascolare;
  3. allunga la vita, abbassando la pressione arteriosa e quindi aiutando nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Quindi, un cubetto di cioccolato al giorno toglie il medico di torno.
A piccole dosi, di ottima qualità, più fondente è e meglio si sta.
Le scorzette di limone lasceranno in bocca un leggero sentore asprigno e agrumato:
potete trovarle di buona qualità nei negozi biologici oppure farvele in casa.

TORTA CIOCCOLATO E LIMONE
( per una teglia diam 23 cm)

100 gr cioccolato fondente

2 uova medie

125 gr zucchero extrafine

60 gr farina di farro

95 gr farina 0

7 gr lievito per dolci

60 ml olio di semi

100 ml bevanda vegetale
( di riso – non zuccherata nel mio caso)

1 gr scorzette di limone candite tritate

Per prima cosa, spezzettate il cioccolato nella bevanda vegetale e fate sciogliere a fuoco bassissimo.
Fate intiepidire.
Accendete il forno a 180°C.
Ungete uno stampo tondo diam. 23 cm.
In una ciotola, setacciate le due farine e il lievito.
Aggiungete le scorzette candite e miscelate.
In una seconda ciotola, più capiente, sbattete le uova con lo zucchero per 5 minuti.
Unite l’olio, il latte al cioccolato tiepido e mescolate bene fino ad ottenere una crema densa.
Unite a poco a poco gli ingredienti secchi incorporandoli con una marisa dal basso verso l’alto per rendere il composto liscio in poco tempo e per lasciarlo spumoso.
Versate nello stampo e infornate per 25-30 minuti.
Fate la prova stecchino prima di togliere dal forno.
Decorate a piacere.

cioccolato e limone

Torta bassa all’uva e cioccolato

L’abbinamento uva e cioccolato dona a questa torta una dolcezza fruttata che rende goloso il risveglio ( o la merenda!)

uva e cioccolato

Potrebbe sembrare una focaccia con quel suo colore dorato e gli acini di uva cotti al forno,
ma è una gustosissima torta con yogurt alla stracciatella e tanta uva bianca.
E’  umida, dolce al punto giusto, senza uova con tutto il profumo di settembre.
Potete anche aggiungere scaglie di cioccolato all’impasto per renderlo ancora più goloso:
io ho preferito limitarmi a quelle contenute nello yogurt per non coprire troppo la dolcezza della frutta.
L’impasto è il classico della torta allo yogurt con due vasetti ( 250 gr), con mezza bustina di lievito, giusto quello che serve per non farla rimanere una sottiletta, senza che il pizzicorio dell’agente lievitante vada a dare fastidio.
Molte altre ricette invece utilizzano una bustina intera per renderla più alta e soffice: scegliete voi in base alle vostre esigenze.

TORTA BASSA UVA E CIOCCOLATO
( per una teglia da 23 cm diam)

220 gr uva bianca

250 gr yogurt alla stracciatella

50 gr zucchero Mascobado

50 ml olio di semi

150 gr farina tipo 0
macinata a pietra

1/2 bustina lievito per dolci
( non vanigliato)

Accendete il forno a 180°C. Preparate una teglia diam. 23 cm imburrata.

Armatevi di pazienza e sciacquate acino per acino sotto l’acqua corrente.
Tagliateli a metà e levate il nocciolino.
Tenete da parte.
In una ciotola setacciate la farina con il lievito, unite lo zucchero e lo yogurt in una botta sola.
Mescolate velocemente fino ad ottenere una crema.
Unite l’uva tenendo da parte una decina di acini per la decorazione.
Quando l’uva sarà ben distribuita nell’impasto, versatelo nella teglia imburrata precedentemente e infornate a 180°C per 35-40°C. Fate la prova stecchino.
Togliete dal forno, lasciate intiepidire e delicatamente trasferite su una teglia da portata.

Jaffa cake NERGI® e cioccolato

Le jaffa cake NERGI® e cioccolato sono delle tortine golosissime e soffici soffici.

nergi e cioccolato

Prendete un piccolo pan di Spagna, spalmatelo con del NERGI® fresco e ricopritelo con tanto buon cioccolato fondente: ecco le jaffa cake pronte per essere mangiate!
Il NERGI® dà al semplice composto di uova, zucchero e farina una dolcezza particolare, un tocco di sapori succosi e fruttati che ben si bilancia con l’amaro del cioccolato.
Per me che sono golosissima, unire le proprietà di un super frutto alla golosità delle jaffa cake è una vera libidine 🙂

JAFFA CAKE NERGI® E CIOCCOLATO
( per 8 tortine)

1 uovo medio
( ca 60 gr)

40 gr zucchero di canna

30 gr farina di farro

200 gr cioccolato fondente per pasticceria

4 NERGI®

Accendete il forno a 180°C.
Imburrate e infarinate 8 stampini da muffin diam 5 cm.
( Io ho usato una teglia da muffin)
Preparate una teglia fredda su cui spargerete dello zucchero semolato.
Rompete l’uovo in una ciotolina per controllare che sia fresco.
Versatelo nella brocca di uno sbattitore elettrico, unite lo zucchero e montate per almeno 10 minuti: deve risultare un composto spumoso e chiaro.
Setacciate la farina di farro per due volte facendola ricadere su un foglio di carta forno.
Versate delicatamente la montata di uova in una ciotola, armatevi di una spatola e incorporate la farina con movimento dal basso verso l’alto.
Versate un cucchiaio abbondante di impasto per ogni stampino.
Infornate per 10-12 minuti, togliendo dal forno appena i bordi tenderanno a dorare.
Rovesciate gli stampini sulla teglia con lo zucchero preparata precedentemente.
Fate raffreddare.
Nel frattempo, tagliate i NERGI® in due parti e schiacciateli con una forchetta. La buccia si dividerà dal resto: tenetela da parte.
Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato.
Quando le tortine si saranno raffreddate, distribuite i NERGI® su ogni tortina.
Ricoprite con il cioccolato fuso e fate raffreddare in frigorifero.

nergi e cioccolato

il-nergi-della-domenica+R

blog-nergi_cucina (1)

Torta barbabietola e cioccolato

La rapa rossa è sempre scenografica ma non a tutti piace il suo sapore dolciastro. Provate ad utilizzarla in una torta al cioccolato e comincerete ad adorarla.

barbabietola e cioccolatoLa rapa rossa così colorata e versatile è una toccasana per il nostro organismo. Il pigmento che la rende così rossa è la betanina, colorante naturale che viene utilizzato per ravvivare i colori anche nell’industria alimentare. Ma visto che le nostre barbabietole sono fresche di raccolta e così compatte, al contrario di quelle vendute già cotte, perché non provare a sfruttarle in una maniera insolita che possa piacere anche ai bambini.
Una volta cotto, sminuzzato e inserito nell’impasto di una torta al cioccolato, non ne avvertirete nemmeno la presenza ma ne potrete sfruttare tutti i suoi benefici!
In questo caso ho farcito la torta con una crema al cacao ottenuta con le ultime rimanenze di preparato per la cioccolata casalingo ( cacao, fecola, zucchero, vaniglia), ma potete utilizzare tranquillamente del comune cacao.

TORTA BARBABIETOLA E CIOCCOLATO
( per una teglia 20×20)

Per la crema

250 ml latte fresco

30 gr preparato per cioccolata ( o cacao e fecola in parti uguali)

zucchero a piacere

 Per la torta

100 gr cioccolato fondente

100 gr burro freddo

5 gr lievito per dolci

2 uova intere

150 gr barbabietola rossa cruda

25 gr cacao amaro

150 gr zucchero di canna

75 gr farina

Sciogliete in un pentolino a freddo il preparato nel latte. Se preferite utilizzare il cacao e la fecola, scioglieteli a freddo.
Portate il latte quasi a bollore continuando a mescolare, abbassate la fiamma e tenete sul fuoco fino a che si addensa. Deve uscire della consistenza di una cioccolata molto densa o rischiate che nella farcitura scivoli. Regolate di zucchero a piacere.
Togliete dal fuoco e fate raffreddare completamente.

Mondate la barbabietola, tagliatela a fette di circa 1 cm di spessore e fate lessare in acqua NON SALATA fino a che sarà morbida. Con l’aiuto di un tritatutto, riducetela a piccolissimi pezzi o in purea se preferite. Tenete da parte.
Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il burro.
In una ciotola capiente sbattete i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi. A parte montate a neve gli albumi.
Aggiungete ai tuorli il cioccolato intiepidito e la barbabietola tritata. Mescolate.
Unite la farina, il cacao e per ultimo il lievito. Amalgamate.
Delicatamente incorporate gli albumi montati a neve mescolando dal basso verso l’alto senza smontare.
Versate nella tortiera imburrata e fate cuocere a 180°C per 25/30 minuti. Fate la prova stecchino.
Vi consiglio di non farla cuocere troppo ma di lasciarla leggermente umida: renderà di più una volta messa in congelatore!
Sfornate, fate raffreddare completamente.

Prendete una o due teglie che possano andare in congelatore e che contengano la torta senza lasciare spazi ai lati. Coprite il fondo con carta forno.
Ora, usando le teglie come misura ritagliate la torta in modo che ci stia alla perfezione. Tagliate in due longitudinalmente i pezzi di torta e posizionate uno strato sul fondo di ciascuna teglia come base. Spalmate la crema di cacao ben fredda e sovrapponete l’altro strato.

Premete leggermente in modo che sia uniforme, coprite con pellicola e mettete in frigorifero o nel congelatore: nel primo caso aspettate alcune ore perché si rassodi la crema e poi tagliate le porzioni; nel secondo caso, appena la crema tenderà ad indurirsi, togliete la torta e ricavate le porzioni. Rimettete nel congelatore fino al momento di servire.

 

Biscotti ciliegie e cioccolato

Questi biscotti alle ciliegie e cioccolato sono così croccanti e friabili che uno tira l’altro!

ciliegie e cioccolato

Nonostante abbia un blog che parla di cibo e trascorra metà della mia giornata a spadellare,
non sono un’amante delle riviste di cucina, ne tantomeno delle trasmissioni a tema.
Preferisco girovagare tra blog, pagine facebook di persone che ho conosciuto,
di persona o tramite contest e gruppi di lavoro.
C’è solo una rivista che amo consultare ed acquistare ogni tanto, perché è scritta da blogger
( molto più conosciute e brave di me sia chiaro!), perché è ben spiegata e illustrata e perché ha foto da urlo, è A tavola magazine.
In questo caso ho scelto di rifare una ricetta di Stefania Zecca, alias Le ricette di Pepi.
Ho aggiunto delle gocce di cioccolato perché avevo poche ciliegie, ma sono di una bontà che sarà difficile smettere di mangiarli!

BISCOTTI CILIEGIE E CIOCCOLATO
( per circa 20 pezzi)

100 gr ciliegie

50 gr cioccolato fondente

200 gr farina 0

80 gr cornflakes

80 gr zucchero di canna

70 gr burro morbido

50 ml olio di girasole

3 gr lievito per dolci

5-6 gr zenzero in polvere

un pizzico di sale

In una ciotola, lavorate il burro con lo zucchero a crema.
Aggiungete l’olio e lo zenzero e amalgamate.
Aggiungete le ciliegie snocciolate e tagliate a metà.
In una seconda ciotola, setacciate la farina con il lievito, i cornflakes, il cioccolato tritato a scaglie e un pizzico di sale.
Versate gli ingredienti secchi nella crema di burro, mescolate velocemente.
Preparate una teglia di ca 30*20 cm foderata con carta forno.
Stendete l’impasto ottenuto aiutandovi con un cucchiaio o con le mani leggermente unte.
Mettete in frigorifero per almeno 15 minuti o più se è estate.
Accendete il forno a 175°C e quando sarà caldo, togliete la teglia dal frigorifero, tagliatelo a quadrotti e infornate per 25-30 minuti.
Fate intiepidire, staccate dalla teglia e fate raffreddare su una gratella.

ciliegie e cioccolato

Biscotti di Pasqua

In vista della Feste e della primavera, perché non creare con i vostri bambini dei friabili biscotti all’olio di oliva in cui alloggiare gli ovetti di cioccolato?

conf2

Poco dolci perché pur sempre in attesa della Pasqua siamo,
ma friabili e croccanti al punto giusto.
Utilizzateli come base per poggiare gli ovetti di cioccolata
e faranno subito primavera!

BISCOTTI DI PASQUA
( per 15-20 pezzi)

50 gr di farina 00

 150 gr farina integrale

 20 gr zucchero canna

 60 gr succo di arancia

 50 gr olio di oliva

 4 gr lievito per dolci

 ovetti cioccolato confettati

 Setacciate le farine e il lievito in una ciotola.
Aggiungete lo zucchero di canna, l’olio e infine il succo.
Impastate fino ad ottenere un panetto modellabile.
Se necessario, unite altro succo.
Ricavate dal panetto dei bocconcini grandi come una noce,
tenendo nel palmo della mano, modellateli e ricavate al centro una fossetta in cui
alloggeranno gli ovetti.
Fate cuocere in forno già caldo a 180°C per 15-20 minuti.
Lasciateli leggermente morbidi in modo che raffreddandosi non si induriscano troppo.
Se necessario, verso metà cottura ripassate le fossette.
Fate raffreddare completamente, decorate con un ovetto per ciascun biscotto.
Semplice, sano e veloce.

conf

Tortine cioccolato, caffè e peperoncino

Non so voi ma la mattina io ho bisogno di una botta di energia per ingranare la marcia giusta. E queste tortine al caffè, cioccolato e peperoncino sono un’esplosione di sapori e consistenze che vi lasceranno senza fiato!

tortine

Da brava italiana, per me la colazione è dolce: torta, muffin, biscotti, cornetto.. qualsiasi cosa basta che includa una buona porzione di zucchero. La focaccia, la pizza, il panino li preferisco come spuntino, ma proprio non rinuncio alla mia buona dose di dolcezza al risveglio. Che poi alterni caffè, the, bevande vegetali o del semplice succo di frutta, il risultato non cambia.
Sono talmente dolce-dipendente che per ovviare al problema di mangiare 3 porzioni di dolce tra colazione, spuntino e dopo cena, spesso ricorro a ricette ‘alleggerite’ come questa.
Alcune volte va bene, altre va male.
Questa volta è andata benissimo! Nonostante la mancanza di burro e uova, queste tortine sono sofficissime, umide al punto giusto e di una consistenza particolare data dalla farina integrale.
Non dimentichiamoci che goloso non vuol dire ‘schifosamente’ ricco di grassi e appiccicoso.
Ho utilizzato dell’ottimo olio extravergine di oliva al peperoncino perché l’abbinamento cioccolato e piccante mi fa impazzire, zucchero di canna per smorzare l’amaro del caffè con una nota leggermente caramellata e farina integrale macinata a pietra per garantire sofficità e consistenza all’impasto.

TORTINE CIOCCOLATO, CAFFE’ E PEPERONCINO
( per 10 tortine)

300 ml bevanda vegetale o acqua
( nel mio caso bevanda di riso)

40 gr caffè solubile

30 gr cacao amaro

130 gr zucchero di canna

8 gr lievito per dolci

50 gr cioccolato fondente

300 gr farina integrale

50 ml olio extravergine di oliva al peperoncino

Versate in una ciotola capiente metà della bevanda vegetale ( o acqua)
e fatevi sciogliere il caffè solubile e il cacao setacciato.
Aggiungete la bevanda rimasta, lo zucchero, l’olio e con una frusta emulsionate.
Setacciate la farina con il lievito e unite a poco a poco sempre mescolando con la frusta.
Per ultimo, unite il cioccolato fondente a scaglie.
Non mescolate troppo a lungo, pena tortine poco soffici!
Trasferite in una teglia da muffin antiaderente riempiendo gli stampini per 3/4.
Fate cuocere in forno già caldo a 180°C, tenendo la teglia nel mezzo, per 20-25 minuti.
Fate raffreddare, staccate dagli stampi.

 tortine

Cannoncini cioccolato e anice

Può un abbinamento tanto insolito funzionare bene? Certo che sì. Immaginate di intingere un ghiacciolo all’anice in una tazza di cioccolata fusa e avrete un’idea di cosa vi aspetta..

anice

‘ I semi di anice erano tra le spezie usate dagli spagnoli
per insaporire il cioccolato nel XVI secolo.

Attualmente pare una combinazione insolita,
ma La Maison du Chocolat propone una ganache di cioccolato profumata ai semi di finocchio
chiamata Garrigue, ossia <<garriga>>,
la vegetazione spontanea del Sud della Francia’

Senza andare così lontano, nei negozi di erboristeria o nelle botteghe più fornite
potete trovare l’anice stellato più decorativo dei semi di finocchio
e farcire dei fragranti cannoncini di pasta sfoglia con una delicata crema al cioccolato.

CANNONCINI CIOCCOLATO E ANICE
( per 10-12 pezzi)

un rotolo di sfoglia rettangolare
( 275 gr)

1 frutto di anice stellato
( una stella per capirci.. )

250 ml latte + 1 tazzina da caffè di latte

30 gr cacao dolce

40 gr cioccolato fondente a scaglie

45-50 gr amido di mais

Per la copertura

succo di mezza arancia rossa

zucchero di canna

Stendete la pasta sfoglia e incidete sul lato lungo delle tacchette a distanza regolare,
in modo da ottenere 10 – 12 strisce della larghezza adatta ai vostri cannelli.
Tagliate le strisce e arrotolatele sui cannelli in modo da saldare uno dei lati
per evitare che una volta farciti fuoriesca la crema.
Spennellate con il succo di arancia e rotolate nello zucchero di canna.
Cuocete a 200°C per 15-20 minuti, o fino a doratura.
Lasciate raffreddare completamente prima di sfilare dagli stampini.
Per limitare i danni da rottura potete imburrare e infarinare i cannelli
prima di rivestirli di pasta sfoglia.

Preparate la crema: rompete le punte dell’anice stellatelo e unitele al latte in un pentolino capiente.
Fate sobbollire per 5 minuti a fuoco lento.
Tagliate il cioccolato a scaglie con un coltello.
Aggiungetelo al latte e mescolate fino a farlo sciogliere.
In una ciotolina, setacciate il cacao e l’amido.
Aggiungete una tazzina di latte freddo e mescolate fino a che le polveri saranno sciolte.
Unite al latte caldo e mescolando continuamente fate addensare.
Quando avrà assunto la consistenza di una crema pasticcera,
togliete dal fuoco, trasferite in una ciotola e fate raffreddare completamente prima di utilizzare.

Farcite i cannoncini con la crema poco prima di servire.

anice

Con questa ricetta partecipo a Sedici tostati sul blog di Velia

coccarda-sedici-tostati

 

Cheesecake yogurt di capra e cioccolato

Ecco una cheesecake alleggerita nella crema ma non nel gusto con una base super croccante al cioccolato e muesli per una colazione o una merenda sana e golosa.

cheesecake

Dato che il clima pare impazzito, con pochi gradi al mattino e più di 15 al pomeriggio,
qui siamo già alle torte primaverili.
La cheesecake è un dolce freddo, cremoso,
che noi adoriamo mangiare sia per una colazione diversa dal solito sia dopo pasto,
quando la giornata volge al termine e i problemi di lavoro lasciano al posto ad un po’ di tranquillità.
Questa volta anziché la classica base di burro e biscotti
abbiamo osato con una lastra di cioccolato fuso e muesli tritato
per dare ancora più contrasto con la soffice copertura allo yogurt di capra e ricotta.
E dato che il cioccolato non è mai troppo,
l’abbiamo pure decorata con un disco di cioccolato fuso da servire spezzettato.

CHEESECAKE YOGURT DI CAPRA E CIOCCOLATO
( per una teglia tonda  da 22cm diam)

200 gr yogurt di capra

200 gr ricotta fresca di capra
( con caglio microbico)

3 gr agar agar

125 ml latte

15 gr zenzero in polvere

200 gr cioccolato 50%
+ 50 gr per la copertura

250 gr muesli con frutta secca

Per prima cosa tritate nel mixer il muesli, per ottenere una granella grossolana, tenete da parte.
Io ho scelto quello con frutta secca senza frutta disidratata per dare ancora maggiore croccantezza.
Ma vedete voi.
Sciogliete i 200  gr di cioccolato a bagnomaria. Versateli sul muesli e amalgamate con un cucchiaio.
Foderate uno stampo a cerniera diam 22cm con carta forno,
versatevi il composto e premete bene con il dorso del cucchiaio.
Mettete in frigorifero per alcune ore, fino a che si sarà indurito.
Quando il fondo sarà diventato ben compatto, cominciate a preparare la crema.
Mettete sul fuoco una pentola con dell’ acqua e portate quasi a bollore.
Unite in una ciotola di alluminio lo yogurt, la ricotta e lo zenzero in polvere.
Battete con la frusta in modo da renderlo soffice e vaporoso.
Poggiate la ciotola di alluminio sulla pentola con l’acqua calda
in modo che si riscaldi a bagnomaria molto lentamente.
Mescolate di tanto in tanto.

In un pentolino fate intiepidire il latte e scioglietevi l’agar agar in polvere.
Fate sobbollire per 5 minuti o secondo le indicazioni sulla confezione.
Quando il latte e la crema di yogurt avranno raggiunto
una temperatura tra i 45 e i 48 gradi unitele e amalgamate con una frusta.
Fate intiepidire ma non raffreddare completamente.
Versate la crema sul fondo di cioccolato e fate raffreddare per alcune ore al fresco.

A piacere, fate fondere il cioccolato rimanente e versatelo in uno stampino di silicone.
Al momento di servire, sovrapponetelo alla torta.

cheesecake

Muffin allo yogurt con glassa

Questi golosissimi muffin sono fatti con yogurt agli agrumi e ricoperti con glassa al cioccolato fondente e rhum.
Semplici e veloci da preparare, con un cuore caldo e fondente che farà gola a chiunque.

yogurt

 

Lo ammetto: sono chocolate addicted. E non è per niente un segreto.
Se c’è un alimento che non manca mai nella mia dispensa, è proprio il cioccolato.
Sottoforma di tavoletta, di pralina, di crema o di cacao amaro.
Preferibilmente fondente oltre il 70%, ma mi accontento anche di meno nei periodi di astinenza 😉
Niente fronzoli, niente praline ripiene, ma il puro e semplice cioccolato.
L’incredibile scioglievolezza la lascio agli altri, le barrette ripiene le lascio agli altri:
io mi tengo il 99%, la pasta di cacao amarissima ma intensa,
il profumo delle fave che per niente assomiglia alla tavoletta.
Una scaglietta nel caffè nero, una colata sciolta sui dolci, un quadratino
da accompagnare all’ammazzacaffè e niente altro.

E così quando ho trovato questa ricetta sul blog di Laura, l’ho subito inserita nei preferiti!
Ho utilizzato lo yogurt agli agrumi come base, aggiunto mezzo bicchierino scarso di rhum alla glassa,
e decorato con scorzette di arancia candite in polvere.

MUFFIN ALLO YOGURT CON GLASSA
( per 8 pezzi)

150 gr farina 00

125 gr yogurt agli agrumi

60 gr zucchero di canna

1 uovo ( 50 gr circa)

30 gr olio di semi

1/2 bustina di lievito

semi di mezza bacca di vaniglia

scorzette di arancia candita

cacao amaro

Per la glassa

100 gr. di cioccolato fondente al 52%
20 gr. di burro
20 gr. di acqua
1/2 bicchierino di rhum
In una ciotola mescolate lo yogurt con l’uovo, l’olio e la vaniglia.
A parte, in una ciotola mescolate la farina setacciata con il lievito e lo zucchero. Poi, incorporateli piano piano nella miscela di yoghurt fatta in precedenza.
Preriscaldate il forno a 170°C, mescolate bene, poi trasferite nello stampo dei muffin, riempiendoli a metà. Infornate per 20-25 minuti circa. Fate la prova stecchino.
Una volta cotti, fate raffreddare completamente prima di staccare dallo stampo.
Nel frattempo, sciogliete il cioccolato a bagnomaria con tutti gli altri ingredienti,
fino a che diventi cremoso e liscio.
Con l’aiuto di un levatorsolo ricavate un foro nel mezzo di ciascun muffin.
Mentre sfilate il levatorsolo, tenete premuto con il dito l’impasto che avete staccato in modo che rimanga comunque inserito nel muffin ma schiacciato sul fondo o la glassa scivolerà da sotto. Riempite il foro con parte della glassa al cioccolato e spolverate con il cacao amaro e le scorzette.
yogurt