Piadina sfogliata rustica

piad (2)

Quando si sceglie di panificare con pasta madre,
si sa che il rischio di averne in esubero fa parte del gioco.
Con queste piadine potreste risolvere il problema e magari salvare la cena,
quando il frigorifero e la fantasia piangono!
Di questa ricetta ne esistono diverse versioni:
io mi sono ispirata a quella di DolcesalatoconLucia.

PIADINA SFOGLIATA RUSTICA
(per 6 piade)

70 gr farina per pane nero ai 5 cereali o farina integrale a vs scelta

200 – 250 gr farina 0 ( in base all’assorbimento della vs farina)

60 ml acqua tiepida

60 ml latte tiepido

120 gr pasta madre poco matura (la mia è semiliquida)

30 gr olio extravergine di oliva
+ olio per spennellare

6-7 gr sale

Versate in una ciotola la pasta madre non rinfrescata, e scioglietela nell’acqua e nel latte tiepidi. Aggiungete la farina per pane nero, mescolate fino ad ottenere una pastella omogenea. Unite ora l’olio, il sale e a poco a poco la restante farina. Impastate prima con l’aiuto di un cucchiaio e poi a mano su una spianatoia, ripiegando su se stesso l’impasto per incorporare aria. Formate una palla e lasciate riposare per almeno mezz’ora coperto con un panno umido. Riprendete l’impasto e dividetelo in palline da circa 100 gr l’una, stendetele a rettangolo e spennellatele con l’olio. Richiudete i lati per ottenere un rettangolo più piccolo, stendete nuovamente e ripetete la spennellatura per altre due volte ( 3 in tutto, ma se abbondate non importa!). Dopo l’ultima spennellatura, anziché ripiegare a rettangolo, arrotolate l’impasto in un salamino stretto e poi a girella. Lasciate riposare su un piano infarinato per ancora mezz’ora.

piada corretta

Trascorso il tempo di riposo, formate delle palline e stendetele il più sottili possibile con il mattarello. Fate cuocere su piastra rovente un paio di minuti per parte e farcite a piacere.
Rispetto alle classiche piadine da esubero, queste verranno più leggere e fragranti.

Io l’ho farcita con patate, peperoni alla griglia, mozzarella e patè di olive.

piad

Precedente Insalata arancia e miele Successivo Polpettine di platessa tostate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.