Italia in Rosa 2016

Anche quest’anno si è tenuta a Moniga del Garda la rassegna vinicola dedicata a Chiaretto, Rosati e Rosè provenienti da tutta Italia e non solo.

ir2

..Amo sulla tavola,
quando si conversa,
la luce di una bottiglia
di intelligente vino. Lo bevano;
ricordino in ogni
goccia d’oro
o coppa di topazio
o cucchiaio di porpora
che l’autunno lavorò
fino a riempire di vino le anfore,
e impari l’uomo oscuro,
nel cerimoniale del suo lavoro,
e ricordare la terra e i suoi doveri,
a diffondere il cantico del frutto.

[Ode al vino – P. Neruda]

Il vino intelligente di Neruda trova la sua piena manifestazione in questo evento, Italia in Rosa, dove esperti assaggiatori dell’ONAV ( Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino) offrono al pubblico la loro conoscenza per attrarre nuovi appassionati o conquistare habituè del dolce nettare. Sebbene il tempo abbia fatto un po’ i capricci, nella domenica pomeriggio l’affluenza è stata continua e composta. Qualcuno alla ricerca di un vino particolare, qualcun altro richiamato dalla curiosità e altri ancora che si lasciavano guidare in brevi degustazioni dagli esperti ONAV.
Nella sua versione più fresca e giovanile, il vino rosato offre una serie di sfumature di sapori e profumi che esaltano le caratteristiche del territorio di origine: dal Chiaretto tipico del Garda e Valtenesi, al Rosè dell’arco alpino dal colore poco accentuato e dal basso grado alcolico per finire con i Rosati del Sud, in cui il Salento fa la parte del leone.

ir1
E dove c’è vino, c’è per antonomasia anche buona tavola: dal risotto alle fragole ai maccheroni al sugo mantecati nella forma di Grana Padano, per finire con un tagliere di formaggi di Tremosine o una fetta di dolce. Il tutto nella splendida location del Castello di Moniga del Garda affacciato sul panorama suggestivo del lago.

ir3
Per chi volesse approfondire, sul sito ItaliainRosa,it è stata predisposta una sezione interamente dedicata agli uvaggi, dai tradizionali Groppello e Negroamaro agli ‘emergenti’ Pinot Nero e Nerello Mascalese, passando per il nordico Lagrein e ricco Sangiovese.

Precedente Ravioli alla rapa rossa Successivo Falafel

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.