FIletti di gallinella: marinati alle erbe e in polpetta!

Delicati filetti di gallinella appena marinati in olio e limone per mantenerne intatte le proprietà nutrizionali. Attenzione alla freschezza e alle regole di conservazione però!

gallinella

Il suo profumo sulfureo non piace a tutti:
c’è chi lo ama alla follia e chi lo odia profondamente;
chi è disposto a spendere mezzo patrimonio per la varietà più pregiata,
e chi si ‘accontenta’ di quello trovato nelle colline dietro casa.

Ricordo che qualche anno fa, durante gli studi universitari, in una giornata non diversa dalle altre una delle mie compagne di corso mi disse che il giorno prima aveva trovato diversi tartufi passeggiando con il suo cane. E per un attimo sperai che qualcuno potesse venire con me a casa, mentre lei mi raccontava di una focaccia con lamelle di tartufo e olio al prezzemolo, di tagliolini profumati e fumanti e di crostini con burro tartufato. Ma così non fu e potei solo immaginare quanto fosse saporito il suo tesoro!
Come posso solo immaginare gli abbinamenti adatti per esaltare il particolare tartufo marzuolo:
bianchetto o marzuolo che dir si voglia, piccolo e tondeggiante, tendente all’ocra esternamente ma appunto biancastro al suo interno..

E sfogliando un libro di cucina che faceva capolino sulla libreria, mi è arrivata l’ispirazione per questo piatto veloce ma sano e saporito: i filetti di gallinella marinati a crudo con olio ed erbe aromatiche e accompagnati con polpette di patate chiamano il tartufo a scaglie come completamento ideale.
Provate ad ‘ aromatizzare un piatto di patate con il tartufo, e la loro armonia vi sarà subito chiara: nel purè.. nel gratin di patate..’ (N. Segnit)

FILETTI DI GALLINELLA: MARINATI E IN POLPETTA!
(per due persone)

2 gallinelle  fresche di media grandezza
( o passate in congelatore per almeno 5-6 giorni)

1/2 limone ( succo + scorza)

erbe aromatiche secche ( santoreggia, salvia, rosmarino)

sale

3 patate medie

olio evo q.b.

glassa all’aceto balsamico

Sfilettate le gallinelle come meglio potete, senza scoraggiarvi se parte della polpa rimane attaccata alla lisca.
Dovete ottenere quattro filetti interi, mentre il resto sarà usato per le polpette.
Disponete i filetti in un piatto fondo, irrorateli con il succo del mezzo limone.
Spolverateli con le erbe aromatiche sbriciolate e lasciate riposare.
Nel frattempo, sciacquate le patate e mondatele senza sbucciarle.
Tagliatele a grossi pezzi.
Fatele lessare in acqua salata con la scorza di limone tagliata grossolanamente.
Solo la parte gialla, mi raccomando!Quando le patate saranno tanto morbide da poter essere schiacciate con una forchetta,
levatele dal fuoco, scolate e fate intiepidire.
Prendete ora la lisca delle gallinelle, mettetela a cuocere a vapore fino a che la carne residua non si stacchi agevolmente.
Schiacciatele le patate con la forchetta o con l’apposito attrezzo, e aggiungete un filo di olio per amalgamare se fossero troppo farinose.
Pulite le lische cotte a vapore, unite il pesce ottenuto alle patate.
Regolate di sale e pepe.
Scaldate un filo di olio in una padella larga.
Prelevate a cucchiaiate l’impasto di patate, disponete nella padella calda, appiattite leggermente e fate dorare da entrambe le parti.
Quando tutte le polpette saranno pronte, scolate i filetti dal succo di oliva, disponeteli accanto alle polpette.
Decorate con glassa all’aceto balsamico e servite.

Con questa ricetta partecipo al contest Immagina.. il tartufo marzuolo

Logo Contest 2016 gallinella

Precedente Panzanella integrale con i ceci Successivo Torta cioccolato e amaretti

2 commenti su “FIletti di gallinella: marinati alle erbe e in polpetta!

  1. ciao, piacere di conoscerti! è molto originale la tua proposta, non avrei mai pensato ad abbinare il tartufo ad un piatto di pesce ma l’idea mi incuriosisce moltissimo, complimenti 🙂

    • cicciabacilla il said:

      Ciao! EH forse è un azzardo ma mi è capitato di mangiare dei tagliolini al tartufo con un sughetto di pesce che mi sono piaciuti parecchio 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.