vassoio ok

Può un piccolo semino verde
rendere speciale un classico
come la pasta frolla? Certo che sì!
Il retrogusto di menta e scorza di limone del cardamomo
unito all’aroma forte del caffè
e alla freschezza della ricotta
vi faranno gustare una piccola chicca da fine pasto
dal sapore d’Oriente.

DOLCETTO CAFFE’ E CARDAMOMO
( per 30 pezzi)

100 gr burro temperatura ambiente

60 gr zucchero di canna

1 uovo

200 gr farina 0

la punta di un cucchiaino di bicarbonato

9-10 semi di cardamomo

10 gr mandorle a filetti

1/2 tazzina di caffè  ( il primo che esce dalla moka!)

zucchero di canna q.b.

50 gr ricotta fresca

chicchi di caffè pralinati

Per prima cosa, preparate il guscio di pasta frolla. Lavorate il burro a pomata con lo zucchero fino ad ottenere una bella crema. Unite poi l’uovo e fate assorbire completamente. Sgusciate i semi di cardamomo su della carta forno, pestate grossolanamente con un batticarne e unite al burro. Ricordatevi di conservare i gusci del cardamomo per il caffè. Aggiungete il bicarbonato, le mandorle a listelle e infine, a poco a poco, la farina. Dovete ottenere una pasta frolla molto morbida.
Se si fosse scaldata tanto da non riuscire a maneggiarla, mettetela qualche minuto in frigorifero.

Accendete il forno a 180°.
Preparate un piano infarinato, stendete la pasta frolla ad uno spessore di 2 – 3 mm e tagliatene dei cerchi poco più grandi di uno stampino da mini muffin.
(Io ho usato quelli in silicone, quindi non ho dovuto imburrare; ovviamente regolatevi con i vostri.)
Sovrapponete ciascun cerchio ad ogni stampino, premete per far aderire bene ai bordi e al fondo. RItagliate dalla carta forno dei rettangolini di dimensione simile ai dischi di pasta frolla, sovrapponeteli ai cestini crudi e riempiteli con piselli o fagioli secchi.
Fate cuocere in forno già caldo per circa 10 minuti. Togliete ora i legumi e terminate la cottura per alcuni minuti, in modo da far asciugare bene il fondo dei cestini. Sfornate e fate raffreddare.

Nel frattempo, preparate la crema al caffè. Semplicemente, preparate una moka di caffè forte, mettete nel filtro oltre al caffè la buccia del cardamomo, e prendete il primo caffè che ne uscirà. Mescolatelo velocemente con dello zucchero fino ad ottenere una crema densa e spumosa. Non vi dò le dosi precise perchè in realtà non le so. Si fa sempre ad occhio! Fate raffreddare.

Quando i gusci di pasta frolla saranno freddi, ponete in ciascuno un cucchiaino di crema al caffè e una quenelle di ricotta. Decorate con un chicco di caffè pralinato.
Servite freddi.

20150222_151716

Variante: mescolate alla cremina di caffè un cucchiaino di ricotta e delle scagliette di cioccolato. Una libidine!

Con questa ricetta partecipo al contest Sedici – L’alchimia dei sapori,
ospitato per il cardamomo dal blog Stuzzichevole.

banner1°

 Con questo post partecipo anche al giveaway di Sara del blog Dolcizie

6 Comments on Dolcetto caffè e cardamomo

  1. Irene Prandi
    24/02/2015 at 10:02 (3 anni ago)

    Complimenti Pamela! Mi piace moltissimo l’utilizzo del cardamomo nella tua ricetta 🙂 E devo dire che sfruttare anche l’aroma del guscio di cardamomo nella moka è stato un vero colpo da maestra.
    Di sicuro proverò questi golosi dolcetti!
    Per ultimo, non per importanza, ti ringrazio di essere passata a trovarmi sul blog e di aver scelto l’eclettico cardamomo! Buon Sedici!

    Rispondi
    • cicciabacilla
      24/02/2015 at 18:35 (3 anni ago)

      Grazie mille 🙂 A noi è piaciuto molto sia nella versione ‘bianca’ sia nella variante ‘cremosa’.. E il cardamomo rende davvero speciale un impasto così semplice come la pasta frolla.

      Rispondi
  2. Marzia
    11/03/2015 at 08:31 (3 anni ago)

    …hai proprio ragione: dentro quel semino c’è un universo di sapore! 🙂 dolcetti davvero intriganti…ne rubo uno! Grazie per aver giocato con noi 🙂 un abbraccio

    Rispondi
    • cicciabacilla
      11/03/2015 at 10:43 (3 anni ago)

      E’ stato un piacere! 🙂

      Rispondi
  3. sara
    12/03/2015 at 13:02 (3 anni ago)

    Eccomi! Ti ho inserita, grazie per la pazienza e buona fortuna

    Rispondi
    • cicciabacilla
      12/03/2015 at 18:55 (3 anni ago)

      Grazie a te 🙂

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*