Le torte salate.
Aaahhh le torte salate!
Non c’è stagione o mese dell’anno che non possa avere la sua torta salata.
Dal guscio sfogliato o croccante, scrigno di pasta di pane o di pasta brisè, dal ripieno gustoso o delicato, classica o audace la torta salata è un delizioso “sempre verde” a cui donare i sapori e i colori che il mercato stagionale è capace di offrire.
Potrà mai non esserne sfegatata fan una che quando si mette ai fornelli ha sempre, o quasi, il calendario mensile di verdura e frutta sotto il naso da seguire meticolosamente per portare in tavola solo gusti genuini e materie primi cresciute seguendo i veri ritmi della natura?
Patatine novelle, fagiolini tenerissimi e pesto fatto in casa sono il ripieno della torta salata che ho deciso di proporvi; una torta salata davvero semplicissima da preparare con cui scoprire anche il piacere di impastare con le proprie mani il guscio che andrà a “custodire” una farcia dal sapore tutto “alla genovese” che difficilmente vi farà fermare alla prima fetta.
…e non indugiate mi raccomando! P
Perchè dalla bontà bisogna lasciarsi tentare e conquistare.

INGREDIENTI PER UNA TORTA SALATA DA 24 CM:
150 gr. di farina 0
50 gr. di farina integrale
80 ml. di olio extra vergine di oliva
80 ml di acqua naturale fredda
120 gr. di prescinseua (in alternativa ricotta)
2 uova
100 gr. di pesto genovese 
40 gr. Grana Padano
150 gr. di patate novelle
100 gr. di fagiolini
20 gr. di pinoli
1 spicchio di aglio

olio extra vergine di oliva q.v.
sale q.b.

Torta salata con patate, fagiolini e pesto

Versare in una ciotola la farina 0 e la farina integrale.
Aggiungere un pizzico di sale l’olio extra vergine di oliva e l’acqua naturale fredda.
Impastare fino ad ottenere un panetto compatto ed elastico.
Far riposare il panetto di pasta in frigorifero per circa mezz’ora avvolto nella pellicola trasparente.
Nel frattempo strofinare le patate novelle con un panno per eliminare la buccia e polire i fagiolini.
Tagliare sia le patate che i fagiolini a tocchetti, cuocere in acqua bollente salata per circa otto minuti, scolare e condire con un filo di olio extra vergine di oliva, qualche pizzico di sale e lo spicchio di aglio.
Mentre le verdure si intiepidiscono sbattere le uova con la prescinseua fino ad ottenere una crema liscia aggiungendo poi il pesto e il Grana Padano amalgamando per bene.
Stendere la pasta con cui andare foderare uno stampo leggermente oleato del diametro di 24 centimetri facendola aderire con cura ai bordi.
Bucherellare il fondo aiutandosi con i rebbi di una forchetta.
Versare il composto di uova, prescinseua e pesto.
Sistemare sulla superficie della torta le patate e i fagioli.
Guarnire con i pinoli e un giro di olio extra vergine di oliva.
Infornare la torta salata con patate, fagiolini e pesto coperta con carta stagnola a 180 gradi per 25 minuti.
Rimuovere a questo punto la carta stagnola e proseguire la cottura per altri 10/15 minuti controllando che la superficie diventi dorata non eccessivamente scura.
Sfornare e servire tiepida.

Un suggerimento: il giorno dopo è ancora più buona servita a temperatura ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.