Crea sito

Zucchero

Zafferano e riso alla milanese, ricetta d’autore.

Zafferano e riso alla milanese: il “D’O piatto” dello chef Davide Oldani.
L’idea di provare a realizzare questa ricetta mi è venuta leggendo il suo ultimo libro “Il giusto e il gusto” in cui, nelle prime pagine, sono elancati tutti gli ingredienti e descritti i passaggi necessari per poterla realizzare.
Certo, mancando tutte le dosi precise ho dovuto navigare parecchio su internet alla ricerca di idee e fare numerosi tentavi prima di arrivare a realizzare un piatto che mi potesse soddisfare…ma alla fine ce l’ho fatta!
Non so se il sapore della mia versione dello Zafferano e riso alla milanese sia anche solo lontanamente simile a quello del piatto di Oldani ma vi posso garantire che questa ricetta vi farà portare in tavola un primo bello per la vista e buono per il palato.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di Carnaroli
acqua leggermente salata calda q.b.
60 gr. di burro
80 gr. di Grana Padano
4 ml. di aceto di vino bianco
100 ml. di acqua
1 gr. di zafferano in polvere (o 1 gr. di pistilli di Zafferano)
4 gr. di maizena
un pizzico di sale fino
un pizzico di zucchero

Versare il riso in una padella antiaderente e aggiungere l’acqua calda leggeremete salata poco alla volta fino a cottura mescolando di tanto in tanto (la ricetta non prevede la tostatura del riso).
Mentre il risotto cuoce scaldare in un pentolino 100 ml. di acqua e stemperare in una ciotolina la maizena con un goccio di acqua fredda.
Togliere il pentolino dal fuoco, aggiungere la maizena stemperata, un pizzico di sale, un pizzico di zucchero e lo zafferano mescolando per bene.
Versare il tutto in un biberon da cucina e far intiepidire per circa cinque minuto squotendo di tanto in tanto.
Quando il riso sarà cotto mantecare con il burro, il Grana Padano e l’aceto di vino bianco a fuoco spento.
Impiattare il risotto e decorare ogni piatto con una spirale di salsa allo zafferano.
Zafferano e riso alla milanese pronto: da guardare e da gustare. “L’arte della cucina POP”.

Zafferano e riso alla milanese.

Cupcake ai mirtilli.

Cupcake ai mirtilli: deliziose tortine alla frutta arricchite da una dolcissima glassa allo yogurt ideali per battesimi, comunioni e compleanni delle vostre piccole principesse o per un tè fra amiche.
Il colore lilla (del tutto naturale) della glassa di questi cupcake ai mirtilli farà letteralmente impazzire le vostre bimbe e le vostre ospiti.

INGREDIENTI PER 8 CUPCAKE AI MIRTILLI:
per i cupcake:
100 gr. di farina autolievitante
100 gr. di zucchero
100 gr. di burro leggermente salato
2 uova
75 gr. di mirtilli
per la glassa:
50 gr. di burro
120 gr. di yogurt greco
75/80 gr. di zucchero a velo
4 cucchiai di acqua
12 gr. di mirtilli
2 cucchiai di zucchero

In una ciotola mescolare  la farina precedentemente setacciata, lo zucchero e il burro leggermente salato ammorbidito.
Lavorare gli ingredienti con le fruste elettriche e aggiungere un uovo alla volta continuando a mescolare.
Versare il composto ottenuto in otto pirottini da cupcake leggermente imburrati (riempirli per circa i 2/3).
Infarinare i mirtilli, appoggiarne un paio al centro di ogni pirottino e premerli leggermente all’interno dell’impasto.
Cuocere per circa venti minuti a 180 gradi.
Preparare la glassa sbattendo in una ciotola il burro ammorbidito con lo yogurt greco e lo zucchero a velo fino a quando diventerà liscia e densa. Far riposare la crema in frigorifero per circa dieci minuti.
In una pentolino scaldare quattro cucchiai di acqua e bollire per qualche minuto i mirtilli e lo zucchero.
Far raffreddare il tutto, schiaccaiare i mirtilli cotti, filtrare il succo ottenuto e aggiungerlo a filo alla crema di burro e yogurt greco mescolando con le fruste elettriche.
Spalmare, con l’aiuto di una spatolina, un po’ di crema su ogni cupcake ormai raffreddato e decorare le tortine con qualche mirtillo fresco e una spolverizzata di zucchero a velo.
Far riposare i cupcake ai mirtilli per qualche ora in frigorifero prima di servirli.
Accompagnare i cupcake ai mirtilli con una tazza fumante di tè ai frutti rossi o ai mirtilli.
Variante: è possibile sostituire lo yogurt greco con 100 gr. di formaggio spalmabile mescolato con 40 gr. di burro e 65 gr. di zucchero a velo.
Cupcake ai mirtilli.

 

Coppa Malù, ricetta dolce al cucchiaio.

Coppa Malù: una ricetta davvero semplice e veloce per riproporre in versione casalinga questo golosissimo e famoso dolce al cucchiaio.
La Coppa Malù è una merenda ideale per i vostri bambini o un ottimo dessert al cucchiaio da servire a fine pasto ai vostri ospiti (specialmente se sono tanti e volete fare bella figura).
Questa Coppa Malù casalinga è ideale anche per il cenone di Capodanno…per iniziare in tutta dolcezza l’anno che verrà.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
250 ml. di latte fresco intero

3 tuorli
75 gr. di zucchero semolato
25 gr. di farina
75 gr. di cioccolato fondente
200 ml. di panna fresca da montare
20 gr. di zucchero a velo
cacao amaro in polvere
nocciole ricoperte di cioccolato 

In un pentolino antiaderente scaldare il latte (tenerne da parte una tazzina da caffè).
mentre il latte si scalda, montare i tuorli con lo zucchero con l’aiuto delle fruste elettriche fino a quando diventeranno chiari e spumosi.
Versare nel composto di uova e zucchero il latte tiepido a filo continuando a sbattere con le fruste.
Aggiungere al tutto la farina setacciata amalgamando per bene.
Versare nuovamente il composto nel pentolino e cuocere a fuoco dolce mescolando di continuo con l’aiuto di una frusta e aggiungendo il latte tenuto da parte a filo.
Cuocere fino a quando la crema pasticcera si sarà rappresa e “scriverà”.
Togliere il pentolino dal fuoco e aggiungere il cioccolato fondente tritato al coltello.
Mescolare energicamente fino a quando il cioccolato sarà completamente fuso ed amalgamato.
Versare la crema pasticcera al cioccolato in bicchierini monoporzione e farla raffreddare.
Mentre la crema si raffredda montare la panna con lo zucchero a velo a neve ben ferma.
Con l’aiuto di un sac a poche decorare ogni bicchierino con un ciuffo di panna montata.
Spolverizzare ciascuna Coppa Malù con un po’ di cacao amaro in polvere e decorare con una  nocciola ricoperta di cioccolato fondente.
Far riposare in frigo per almeno due ore prima di servire.
Coppa Malù.

Crema pasticcera agli agrumi con chantilly al limone, ricetta dolce al cucchiaio.

Crema pasticcera agli agrumi con chantilly al limone: un profumatissimo dolce al cucchiaio da servire in bicchierini monoporzione per deliziare i vostri commensali a fine pasto.
Una ricetta davvero semplice ed economica con cui ingolosire i vostri ospiti.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
250 ml. di latte fresco intero
3 tuorli
75 gr. di zucchero
25 gr. di farina
200 ml. di panna fresca
30 gr. di zucchero a velo
1 limone non trattato
1 arancia non trattata

Lavare accuratamente l’arancia e il limone.
Versare il latte in una ciotola di vetro e aggiungere la scorza di mezza arancia.
Versare la panna in una seconda ciotola di vetro e aggiungere la scorza del limone.
Far riposare il tutto in frigorifero per 12 ore.
Troscorso questo tempo togliere dalla panna le scorze del limone e montarla, con l’aiuto delle fruste elettriche, a neve ben ferma con 30 gr. di zucchero a velo.
Conservare la panna in frigorifero.
In un pentolino antiaderente far scaldare il latte con le scorze d’arancia tenendone da parte una tazzina.
Mentre il latte si scalda montare i tuorli con lo zucchero fino a quando diventeranno chiari e spumosi.
Aggiungere al composto di uova e zucchero il latte tiepido a filo, filtrandolo con un colino, e continuando a mescolare con le fruste elettriche.
Aggiungere la farina setacciata incorporandola per bene al composto.
Versare il tutto nuovamente nel pentolino, aggiungere la tazzina di latte tenuto da parte e cuocere a fuoco molto dolce mescolando continuamente con una frusta fino a quando la crema pasticcera si sarà rappresa per bene.
Versare la crema pasticcera in quattro bicchierini di vetro e farla raffreddare.
Quando la crema pasticcera sarà ben fredda aggiungere, con l’aiuto di un di un sac a poche con il beccuccio a stella, uno strato di crema chantilly al limone.
Far riposare la crema pasticcera agli agrumi con chantilly al limone in frigorifero per qualche ora.
Al momento di servire decorare ogni bicchierino con scorzette d’arancia fresche e una spolverizzata di zucchero a velo.Crema pasticcera agli agrumi con chantilly al limoneCrema pasticcera agli agrumi con chantilly al limone

Tiramisù, a modo mio.

Il tiramisù è un delizioso dolce al cucchiaio famossissimo in tutto il mondo: chi non lo conosce?!
Io vi propongo la mia personalissima ricetta del tiramisù.

INGREDIENTI PER 6/8 PERSONE:
2 confezioni di pavesini
4 tuorli
3 albumi
250 gr. di mascarpone
4 cucchiai di zucchero
6 tazzine di caffè freddo (circa)
2 cucchiai di crema di cioccolato e nocciole (di quella buona)
200 ml. di panna
20 gr. di zucchero a velo
gocce di cioccolato fondente q.b.
cacao amaro in polvere

Per prima cosa iniziare a preparare le creme per il tiramisù: montare a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale, montare i tuorli con lo zucchero fino a quando saranno chiari e cremosi, montare la panna con lo zucchero a velo e lavorare con una frusta il mascarpone fino ad ottenere una crema liscia.
Aggiungere alla crema di mascarpone il composto di tuorli e zucchero sbattendo con le fruste elettriche.
Unire alla crema di mascarpone e uova gli albumi montati a neve mescolando delicatamente dall’alto verso il basso per evitare che il tutto si smonti.
A questo punto dividere la crema ottenuta in due parti uguali aggiungendo a una di queste la crema di cioccolato e nocciole.
Aggiungere alla panna montata una manciata di gocce di cioccolato fondente.
Iniziare a comporre il tiramisù stendendo uno primo strato di crema al mascarpone e cioccolato sul fondo di una teglia.
Sistemare sullo strato di crema al cioccolato i pavesini bagnati nel caffè e coprirli con una strato di crema al mascarpone.
Procedere con un altro strato di pavesini bagnati nel caffè e ricoprirli con la panna e le gocce di cioccolato.
Aggiungere un altro strato di pavesini bagnati nel caffè coprendoli con la crema al mascarpone e cioccolato.
Procedere con l’ultimo strato di pavesini bagnati nel caffè e termiare con l’ultimo strato di crema al mascarpone.
Spolverizzare il tiramisù con un po’ di cacao amaro in polvere (senza esagerare) e docorare a piacere.
Lasciar riposare il tiramisù per un paio di ore nel frigorifero.
Servire il tiramisù con un buon calice di moscato fresco.