Crea sito

Pomodori ramati

Insalata caprese con pesche nettarine.

E’ arrivato il caldo e con lui la mia insofferenza.
Odio sudare, sentirmi sempre appiccicaticcia, mi spossa la sensazione di non sentire entrare aria nei polmoni e anche il mettermi ai fornelli, che di solito è la miglior terapia nelle giornate più complicate, diventa un problema.
L’unica cosa che non passa caldo o freddo che faccia, anche se ce ne sarebbe davvero di bisogno – dannata prova costume! – è la fame.
Ma per fortuna la nostra splendida tradizione culinaria, grazie anche agli eccellenti prodotti estivi che la nostra bella penisola ci regala, vanta una bella lista di piatti che oltre a saziare con gusto regalano anche un ben più che discreto refrigerio dall’arsura che ci accompagna da giugno fino ad agosto.
Tra questi è impossibile non tirare in ballo l’insalata caprese, meravigliosa preparazione campana dai patriottici colori e dal fresco sapore, capace di regalare sollievo anche al palato più accaldato.
Calendario cibo italiano bannerFacile intuire dal nome che l’insalata Caprese affondi le sue origini nella splendida isola di Capri mentre per quel che riguarda la sua storia, come spesso accade per molti dei piatti più tipici tipici e rinomati del nostro Paese, esistono diversi racconti e leggende.

In tanti sostengono che l’insalata caprese debba esser grata a un muratore davvero patriottico che amava racchiudere i colori del nostro tricolore in panciuto un panino: basilico, pomodoro e mozzarella erano l’abituale “imbottitura” della sua morbida pagnotta di pane da gustare durante la pausa pranzo.

In realtà esiste una vera testimonianza storica antecedente a questo racconto, che collocherebbe l’inizio della storia dell’insalata caprese intorno agli anni Venti, quando fece capolino nel menù dell’Hotel Quisisana di Capri durante una cena futurista organizzata da Filippo Tommaso Marinetti, padre del movimento.
Per il poeta, che più di una volta si era scagliato contro la cucina della tradizione, si pensò di elaborare questa particolare insalata che, oltre a rappresentare l’Italia nei colori e negli ingredienti,  si contrapponeva alla classica pasta da lui stesso definita “passatista di pesantezza”.

Secondo altre cronache cittadine, l’insalata caprese fu l’incantevole protagonista anche di un vero e proprio colpo di fulmine gourmand.
Il Re Farouk, sovrano d’Egitto, nel 1951 face visita all’isola Capri con la famiglia e in un pomeriggio caldo ebbe la possibilità di gustare un fragrante panino farcito con pomodoro, mozzarella e basilico, rimanendo completamente rapito dal suo delizioso sapore.

insalata caprese ingredienti

A partire dalla seconda metà degli anni Ottanta al pomodoro inizia ad essere affiancato oltre che dal classico fiordilatte anche dal la mozzarella di bufala da sempre presente in Campania e che proprio in questo periodo riceve il riconoscimento DOP.
Questo cambiamento rappresentò una grande novità ma ancora oggi ci sono dei ristorantini dell’isola che continuano a servire l’insalata caprese con la treccina di fiordilatte come da tradizione.
In ogni con il passare del tempo la mozzarella di bufala, grazie al suo sapore inteso, è diventata insieme a pomodori, basilico fresco l’olio extra vergine di oliva di ottima qualità l’ingrediente principe dell’insalata caprese.

E oggi, nella giornata che il Calendario del Cibo Italiano le dedica, vi propongo una caprese che resta bene fedele agli ingredienti tradizionali in abbinamento però a dolci fette spicchi di pesche nettarine grigliate.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
3 pomodori ramati maturi
20 pomodorini datterini maturi
300 gr. di bocconcini di mozzarella bufala campana DOP
3 pesche nettarine a polpa gialla
20 foglie basilico fresco
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.

Insalata caprese

Dite che Marinetti l’avrebbe gradita?
(altro…)

Spaghetti al triplo pomodoro e caciocavallo.

Rendere un semplice, ma pur sempre buonissimo, piatto di spaghetti qualcosa unico e speciale è davvero facile: pomodori ramati, pacadilly e datterini rossi succosi e maturi per condire e petali di gustoso caciocavallo stagionato per aggiungere un tocco deciso e “filante”.
Perché a volte non è tanto la ricetta ma un buon connubio di ingredienti pregiati e di qualità a fare la differenza per la riuscita di un buon piatto.
Un “gioco” è semplice per un risultato davvero irresistibile.
Riempite la vostra borsa della spesa con gli ingredienti giusti e preparate gli spaghetti al triplo pomodoro e caciocavallo: vi chiederanno il bis!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di spaghetti n. 05 Barilla
1 kg. di pomodori maturi (datterini, picadilly e ramati)
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
2 spicchi di aglio
15 foglie di basilico
80 gr. di caciocavallo stagionato
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.
zucchero q.b.
foglie di basilico per guarnire q.b.

Spaghetti al triplo pomodoro e caciocavallo

(altro…)

Tortiglioni tricolore.

Verde, bianco e rosso.
Basilico, pomodoro e mozzarella di bufala.
I colori dell’Italia.
I sapori caratteristici della dieta mediterranea.
I tortiglioni tricolore sono così: italiani e partenopei.
Basterà una salsa al basilico fresco, una concassé di pomodoro e fiocchetti di mozzarella di bufala campana di ottima qualità per portare in tavola un primo piatto che vi farà amare ancora di più la cucina mediterranea facendovi pensare ad ogni boccone “Evviva l’Italia!”.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di tortiglioni
1 mazzetto di basilico fresco
50 gr. di pinoli
4 pomodori ramati maturi
200 gr. circa di mozzarella di bufala
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.

Tortiglioni tricolore

(altro…)

Penne alla crudaiola arrabbiata.

La pasta alla crudaiola, gettonatissima durante il periodo estivo per non dover rinunciare a un primo piatto nonostante il caldo, si “arrabbia” e si arricchisce di uno sprint in più grazie al piccante del peperoncino fresco.
Pomodori ramati maturi, aglio, origano e peperoncino non vi servirà altro ma il piatto che porterete in tavola sarà ricco di gusti e sfumature: il fresco sapore della concassé di pomodoro, il profumo estivo dell’origano e il tocco piccante finale del peperoncino.
Accendete il fuoco, buttate la pasta e preparate le vostre penne alla crudaiola arrabbiata!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di penne rigate Barilla
8 pomodori ramati maturi
2 spicchi di aglio
2 peperoncini freschi
origano fresco q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Penne alla crudaiola arrabbiata

(altro…)

Verdure estive ripiene di grano saraceno.

La gioia di vedersi portare a casa cesti in vimini colmi di verdure fresche e colorate è insuperabile; certo, per non proporre sempre gli stessi piatti, bisogna spaziare con la fantasia ma se la cucina è una vera passione non è certo un problema.
Amo da sempre le verdure estive ripiene, che siamo zucchine, peperoni, pomodori o melanzane il sentimento non cambia, e da quando il veggie e il veg sono entrati a far parte della mia dieta quotidiana ho pensato e sperimentato svariate farciture che hanno sempre appagato il mio palato.
L’ultima teglia che ho sfornato era colma di peperoni e pomodori ramati ripieni di grano saraceno, un finto cereale gluten free che si sostituisce magnificamente alla carne.
…è stato un vero successo!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
8 pomodori ramati medi

4 piccoli peperoni (gialli o rossi)
400 gr. di grano saraceno
 800 ml. circa di brodo vegetale
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 mazzetto di basilico fresco q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Verdure estive ripiene

(altro…)