Crea sito

Peperoni

Noodles alle verdure, ricetta vegana.

Noodles alle verdure: un primo piatto saporito e ricco di verdure di stagione (una ricetta adatta, quindi, ad ogni periodo dell’anno).
Buono e salutare questo primo piatto è davvero da provare!
Seguitemi e scoprirete quanto è facile e veloce preparare questa ricetta.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
160/170 gr. di noodles

320 gr. di verdure di stagione miste (zucchine, peperoni, pisellini freschi, cipollotti)
15 pomodorini
olio extra vergine di oliva q.b.
salsa di soia q.b.
sale q.b.
semi di sesamo nero q.b.

Noodles alle verdure, ricetta vegana.

(altro…)

Verdure al forno, ricetta gratinata.

Le verdure al forno sono un contorno gustoso ed invitante semplicissimo da preparare.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
300 gr. di zucchine
300 gr. di patate
300 gr. di peperoni
300 gr. di carote
2 spicchi di aglio
1 cucchiaio di timo fresco tritato
40 gr. di Parmigiano Reggiano
sale q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.
pepe nero q.b.

(altro…)

Riso pilaf alle verdure.

Il riso pilaf alla verdure è un ottimo primo piatto per portare in tavola gusto e leggerezza.
La leggerezza del riso pilaf e il gusto delle verdure arricchite con spezie e aromi creano un piatto davvero piacevole da gustare.
Naturalmente potrete unire a questo riso pilaf le verdure che più vi piacciono e che sono più facilmente reperibili a seconda della stagione e le vostre spezie preferite.

…questa ricetta è stata cucina dal mio “moroso” (autore di tante delle foto presenti su questo blog).

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
160 gr. di riso basmati o thai
320 ml. di acqua calda
1 zucchina
1 peperone rosso (non troppo grande)
1 peperone giallo (non troppo grande)
1/2 porro
1/2 cipolla
olio extra vergine di oliva
2 chiodi di garofano
trito di erbette essiccate (rosmarino, basilico, prezzemolo, alloro, foglie di sedano)
pepe nero, pepe rosa, pepe bianco e pepe verde q.b.
sale fino e sale grosso q.b. 

Tagliare le zucchine a rondelle e i peperoni a pezzetti.
Tritare finemente il porro.
In una padella far scaldare un po’ di olio extra vergine di oliva e aggiungere il porro e un po’ di sale.
Stufare il porro per qualche minuto aggiungendo qualche cucchiaiata di acqua per evitare che si bruci.
Aggiungere le verdure e cuocerle per una decina di minuti in modo che rimangano croccanti e mantengano un bel colore vivace.
Insaporire le verdure con un trito di erbette aromatiche essiccate e tritate finemente.
In un pentolino antiaderente scaldare un filo d’olio, aggiungere mezza cipolla bianca con due chiodi di garofano infilati dentro e il riso tostando il tutto per qualche minuto.
Aggiungere al riso tutta l’acqua calda e un pizzico di sale grosso.
Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore cuocere il riso per circa dieci minuti, a fuoco dolcissimo, coprendolo con un coperchio e senza mai mescolare (controllare solo di tanto in tanto che il riso non si attacchi scuotendo leggermente il pentolino).
Quando l’acqua sarà del tutto consumata e il riso cotto spegnere il fuoco e far riposare per cinque minuti.
Aggiungere il riso alle verdure e saltare per meno di un minuto.
Servire il riso pilaf alle verdure caldo e con un’abbondante macinata di pepe (nero, bianco, rosa  e verde).


Antipasto piemontese di verdure.

Antipasto piemontese di verdure: il nome della ricetta dice già tutto.
Regione ricca di antipasti il Piemonte: l’antipasto piemontese di verdure è uno di quelli più classici e tradizionali da preparare in questo periodo per essere poi gustato nei mesi autunnali e invernali.
Come tutte le ricette della cucina casalinga e tradizionale esistono tantissime ricette di antipasto piemontese (alcune prevedono i cetriolini, altre prevedono le zucchine tra gli ingredienti anche se personalmente reputo che queste ultime non si sposino assolutamente con il pomodoro) e io vi propongo quella che mi ha insegnato mia nonna.

INGREDIENTI PER 15 BARATTOLI DI ANTIPASTO PIEMONTESE DA 250 GR.:
6 grossi pomodori maturi
500 gr. di carote
500 gr. di fagiolini
500 gr. di cipolline borettane
500 gr. di sedano
500 gr. di peperoni rossi
500 gr. di peperoni gialli
400 gr. di olive verdi denocciolate
400 gr. di cipolline sott’aceto
500 ml. di olio e.v.o.
400 ml. di acete di mele
sale q.b.

Tagliare i pomodori a pezzettoni e farli cuocere in una pentola per 15/20 minuti eliminando l’eventuale acqua in accesso.
Passare i pomodori al passaverdure.
Lavare accuratamente tutte le verdure, asciugarle per bene e poi tagliare a pezzi piuttosto piccoli e regolari in modo che la loro cottura sia uniforme.
Versare la passata di pomodoro in un’ampia pentola e aggiungere l’olio, l’aceto di mele, il sale le carote, le cipolline borettane e il sedano.
Far cuocere per circa un quarto d’ora mescolando di tanto in tanto.
Aggiungere a questo punto i fagiolini, il cavolfiore e i peperoni e cuocere per circa altri dieci quindici minuti (il modo più sicuro è sempre quello di assaggiare le verdure che devono essere sì cotte pur mantenendo una certa consistenza “croccante) mescolando di tanto in tanto.
A fuoco spento aggiungere le olive e le cipolline sott’aceto.
Lasciare riposare l’antipasto piemotese per 6/8 ore, mescolando di tanto in tanto, in modo che si insaporisca per bene.
Trascorse le 6/8 ore versare l’antipasto in barattoli da 250 gr. e procedere alla sterilizzazione facendoli bollire per circa dieci/quindici minuti.
Servire l’antipasto piemontese con un uovo sodo, per ogni commensale, tagliato in quattro spicchi e crostoni di pane tostato.
Una vera delizia!!!

Conservo il mio antipasto piemontese nei barattoli della Bormioli.