Crea sito

Mandorle

Torta di carote.

Quando la verdura si può trasformare in un dolce!
La torta di carote è un’ottima e sana merenda fatta in casa.

INGREDIENTI:
300 gr. di carote
300 gr. di farina
180 gr. di zucchero
90 gr. di olio di semi
3 uova medie
80 gr. di mandorle tritate con un cucchiaio di zucchero
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo q.b.

Grattugiare le carote e strizzarle per bene in modo che perdano la loro acqua.
Con uno sbattitore elettrico montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto bianco e spumoso.
Aggiungere alla farina, al lievito e alla vanillina setacciati le carote asciutte e le mandorle tritate mescolando per bene.
Unire al composto di uova l’olio.
Aggiungere il composto di uova e olio alla farina e alle carote mescolando delicatamente per evitare che il tutto si smonti.
Imburrare uno stampo e versarvi dentro il composto.
Cuocere a 180 gradi per 30 minuti e poi a 170 gradi per 10 minuti.
Sfornare e far raffreddare la torta di carote.
Decorare la torta di carote con zucchero a velo.
Una fetta di torta di carote e un tè caldo o freddo: buona merenda!

Per la mia torta di carote ho usato la Farina AntiGrumi del Molino Chiavazza:
http://www.molinochiavazza.it

Spaghettoni con pesto di ricotta, pistacchi di Bronte e mandorle.

Spaghettoni con pesto di ricotta, pistacchi di Bronte e mandorle: un primo piatto che unisce cremosità e croccantezza in un irresistibile connubio di contrasti.
Importante, per la buona riuscita di questo piatto, usare tutti ingredienti di ottima qualità.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
400 gr. di spaghettoni
150 gr. di pistacchi di Bronte non salati
100 gr. di mandorle
250 gr. di ricotta vaccina o di bufala
2 cucchiai di parmigiano reggiano + parmigiano reggiano per guarnire 
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Tritare grossolanamente i pistacchi di Bronte e le mandorle; tenerne una manciata da parte per guarnire i piatti.
Amalgamare il tritoalla ri cotta aggiungendo due cucchiai di parmigiano reggiano, tre di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale e una macinata di pepe nero.
Cuocere gli spaghettoni in abbondante acqua salata.
Mentre gli spaghettoni cuociono aggiungere al pesto di ricotta, pistacchi e mandorle due/tre cucchiai di acqua di cottura in modo da ottenere un composto cremoso.
Scolare gli spaghettoni al dente e condirli, in un’ampia terrina di vetro, con il pesto di ricotta, pistacchi di Bronte e mandorle.
Servire subito gli spaghettoni (in modo che non si asciughino e non perdano la loro cremosità), guarnire ogni piatto con la granella messa precedentemente da parte, aggiungere una spolverizzata di pepe nero macinato fresco, un po’ di parmigiano reggiano e un filo di olio extra vergine di oliva a crudo.
Un’idea alternativa alla pastasciutta: questo pesto è ideale per farcire delle brioches di sfoglia salata, dei coni di brisè o come alternativa alle classiche farciture dei voul-au-vent per sfiziosi finger-food.Spaghettoni con pesto di ricotta, pistacchi di Bronte e mandorle.