Crea sito

Crema di nocciole

Sbriciolata all’olio con crema di nocciole.

Capita che tua sorella arrivi a casa con una barattolo di crema alle nocciole in dono.
Una crema alle nocciole senza lattosio e senza olio di palma perfettamente in linea con la direzione che il tuo blog ha ormai preso da un po’ di tempo.
Oltre ad assaggiarne con slancio goloso qualche cucchiaiata inizi a pensare che non puoi certo farti scappare la ghiotta occasione di preparare qualcosa di davvero buono da pubblicare tra le pagine della tua piccola cucina virtuale (anche perchè ti rendi conto di essere forse una delle poche bloggers rimaste a non avere tra gli ingredienti delle sue ricette la “crema spalmabile di nocciole”).
Parola d’ordine: RIMEDIARE!!!
Rimedio: sbriciolata all’olio con crema di nocciole.
Facile facile.
Buona buona.
Senza lattosio e senza discutibili grassi vegetali.

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 22 CM:
200 gr. di farina di farro bio
50 gr. di farina di nocciole
1 uovo + 1 tuorlo
75 ml. di olio di semi di girasole
80 gr. di zucchero di canna chiaro 
1 pizzico di sale
1 pizzico di lievito per dolci
5 cucchiai di crema spalmabile di nocciole

Sbriciolata all'olio con crema di nocciole

(altro…)

Paris-Brest, ricetta golosa.

Paris-Brest: un classico della pesticceria francese creato in occasione della storica corsa ciclistica Paris-Brest-Paris da un mastro pasticcere parigino che pensò di dare alle classiche èclairs la forma di una ruota di bicicletta.
Il Paris-Brest altro non è che un anello di pasta choux farcito, secondo la ricetta tradizionale, con creme praliné e guarnito con lamelle di mandorle tostate e una spolverizzata di zucchero a velo.
Ovviamente il Paris-Brest si presta bene a innumerevoli varianti e può anche essere servito in deliziose monoporzioni.

INGREDIENTI PER 6 PARIS-BREST MONOPORZIONE:
125 gr. di acqua
75 gr. di farina
50 gr. di burro
2 uova
1 pizzico di sale
350 ml. di panna fresca
35 gr. di zucchero a velo + zucchero a verlo per decorare q.b.
60 gr. di cioccolato fondente
60 gr. di nocciole
6 cucchiai di crema di nocciole (di quella buona)
6 praline di nocciole al fondente

Versare l’acqua in una casseruola antiaderente e farla bollire.
Aggiungere all’acqua il burro e il sale facendo sciogliere il tutto per bene.
Togliere la casseruola dal fuoco e versare la farina setacciata amalgamando il tutto.
Rimettere la casseruola sul fuoco e continuare a mescolare fino a quando l’impasto si asciugherà e diventerà una palla compatta.
Far raffreddare l’impasto.
Aggiungere, poi, una alla volta le uova e mescolare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Trasferire l’impasto in un sac-a-poche con una bocchetta liscia del diametro di circa 1,5/2 cm e formare, su una teglia rivestita di carta forno, sei anelli del diametro di circa 8 cm distanziandoli per bene tra loro.
Far cuocere in forno statico per quindici minuti a 220 gradi (200 gradi se il forno è ventilato) e poi proseguire la cottura per altri dieci minuti a 190 gradi.
A questo punto spegener il forno, aprire leggermente lo sportello e lasciar riposare i Paris-Brest per circa un quarto d’ora.
Sfornare e far raffreddare.
Mentre i Paris-Brest si raffreddano montare la panna con lo zucchero a velo a neve ben ferma e tritare grossolanamente il cioccolato e le nocciole.
Tagliare a metà i sei Paris-Brest e spalamare sulla base inferiore di ognuno un cucchiaio di crema di nocciole.
Dopodichè farcire ogni Paris-Brest con ciuffi di panna montata, nocciole e cioccolato tritati.
Ricomporre i Paris-Brest, decorarli con un ricciolo di panna montata al centro, una pralina di nocciola al fondente e spolverizzare con abbondante zucchero a velo.
Far riposare i Paris-Brest per qualche ora in frigorifero e poi servirli con un buon bicchiere di Moscato fresco.
Paris-Brest mignon

Tiramisù, a modo mio.

Il tiramisù è un delizioso dolce al cucchiaio famossissimo in tutto il mondo: chi non lo conosce?!
Io vi propongo la mia personalissima ricetta del tiramisù.

INGREDIENTI PER 6/8 PERSONE:
2 confezioni di pavesini
4 tuorli
3 albumi
250 gr. di mascarpone
4 cucchiai di zucchero
6 tazzine di caffè freddo (circa)
2 cucchiai di crema di cioccolato e nocciole (di quella buona)
200 ml. di panna
20 gr. di zucchero a velo
gocce di cioccolato fondente q.b.
cacao amaro in polvere

Per prima cosa iniziare a preparare le creme per il tiramisù: montare a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale, montare i tuorli con lo zucchero fino a quando saranno chiari e cremosi, montare la panna con lo zucchero a velo e lavorare con una frusta il mascarpone fino ad ottenere una crema liscia.
Aggiungere alla crema di mascarpone il composto di tuorli e zucchero sbattendo con le fruste elettriche.
Unire alla crema di mascarpone e uova gli albumi montati a neve mescolando delicatamente dall’alto verso il basso per evitare che il tutto si smonti.
A questo punto dividere la crema ottenuta in due parti uguali aggiungendo a una di queste la crema di cioccolato e nocciole.
Aggiungere alla panna montata una manciata di gocce di cioccolato fondente.
Iniziare a comporre il tiramisù stendendo uno primo strato di crema al mascarpone e cioccolato sul fondo di una teglia.
Sistemare sullo strato di crema al cioccolato i pavesini bagnati nel caffè e coprirli con una strato di crema al mascarpone.
Procedere con un altro strato di pavesini bagnati nel caffè e ricoprirli con la panna e le gocce di cioccolato.
Aggiungere un altro strato di pavesini bagnati nel caffè coprendoli con la crema al mascarpone e cioccolato.
Procedere con l’ultimo strato di pavesini bagnati nel caffè e termiare con l’ultimo strato di crema al mascarpone.
Spolverizzare il tiramisù con un po’ di cacao amaro in polvere (senza esagerare) e docorare a piacere.
Lasciar riposare il tiramisù per un paio di ore nel frigorifero.
Servire il tiramisù con un buon calice di moscato fresco.