La loro forma irregolare e arzigogolata è davvero inconfondibile.
Celebre è la loro fama.
Sto parlando degli spatzle, tipico piatto della Germania meridionale odierna, che affondano però le loro radici nell’umiltà della classe contadina e nella cucina sveva medievale in cui generalmente prendevano il posto del pane per essere serviti come accompagnamento alla cacciagione da piuma.
Diffusisi poi con il passare degli anni in Germania, Austria, Svizzera, Alsazia sono, per nostra fortuna, arrivati anche qui in Italia diventando una prima portata caratteristica della cucina del Sudtirolo conosciuta comunque lungo tutto lo stivale.
Acqua, farina e uova sono i tre ingredienti fondamentali dell’impasto base che viene spesso arricchito con spinaci o bietole oppure reso più rustico e saporito con l’uso della farina di grano saraceno tipica dell’Alto Adige.

Spaztle di grano saraceno. Ingredienti.

Oggi l’Aifb li celebra in una giornata nazionale a loro doverosamente dedicata nel Calendario del cibo italiano e grazie al bell’articolo di Enrica Gouthier potrete scoprire un po’ della loro storia, leggere delle diverse modalità in cui possono essere realizzati e annotarvi qualche invitante spunto per cucinare il vostro delizioso piatto di spatzle.
Io personalmente mi sono lasciante tentare dalla versione più rustica a base di grano saraceno che ho deciso arricchire ulteriormente grazie all’inconfondibile sapore delle ortiche.
Per quel che riguarda il condimento invece sono andata sul classico e intramontabile trio burro, salvia e formaggio grattugiato che completa alla perfezione i sapori del piatto.
Ecco i miei spatzle di grano saraceno alle ortiche.

Ingredienti per 4 persone:
per l’impasto:
150 gr. di farina di grano saraceno
50 gr. di farina integrale
3 uova medie
100/120 ml. di acqua
75 gr. di ortiche lessate
1 filo di olio extra vergine di oliva
2 bei pizzichi di sale
per condire:
60 gr. di burro
8 foglie di salvia
Grana Padano q.b.
pepe nero q.b.

Spaztle di grano saraceno.

Per prima cosa, indossando un paio di guanti, pulire le ortiche staccando le foglie dagli steli.
Sciacquarle poi sotto acqua corrente fredda per eliminare tutte le eventuali impurità.
Sbollentarle in acqua leggermente salata per una quindicina di minuti.
Trascorso questo tempo scolarle, farle intiepidire e poi strizzarle per bene.
Tritarle finemente con l’aiuto di un coltello e tenerle da parte.
Versare la farina in una ciotola in una ciotola, aggiungere le uova, il sale e l’acqua a filo.
Mescolare per bene fino ad ottenere un composto colloso.
Con l’apposito attrezzo forato far cadere l’impasto in acqua bollente salata.
Gli spatzle saranno cotti appena verranno a galla.
Condire gli spatzle di grano saraceno alle ortiche con burro, salvia fresca, pepe nero e abbondante Grana Padano.

Spatzle di grano saraceno.

Spaztle di grano saraceno.

Print Friendly

Altre ricette che ti potrebbero interessare:

8 Comments on Spatzle di grano saraceno alle ortiche.

  1. Erica
    4 aprile 2016 at 10:46 (1 anno ago)

    I tuoi Spatzle sono veramente invitanti, da provare. Grazie

    Rispondi
    • Mirepoix
      4 aprile 2016 at 11:52 (1 anno ago)

      Grazie Erica! Se li provi fammi sapere se ti sono piaciuti…

      Rispondi
  2. Enrica
    4 aprile 2016 at 12:30 (1 anno ago)

    Splendidi i tuoi spatzle! Mai usato le ortiche ma devo rimediare. Sono semplici e invitanti, ben spiegati!
    Grazie ancora per il contributo!
    Enrica

    Rispondi
    • Mirepoix
      4 aprile 2016 at 13:02 (1 anno ago)

      Grazie a te per averci fatto scoprire tante varianti deliziose…

      Rispondi
  3. laura
    4 aprile 2016 at 18:30 (1 anno ago)

    Non li ho mai provati di grano saraceno ma devo dire che hanno un aspetto molto invitante… mi viene una gran voglia di provarli!

    Rispondi
    • Mirepoix
      7 aprile 2016 at 06:27 (1 anno ago)

      Fammi sapere se ti sono piaciuti se li provi 🙂

      Rispondi
  4. Lucia Melchiorre
    5 aprile 2016 at 11:54 (1 anno ago)

    interessante ….non ho mai usato le ortiche e non credo che dalle mie parti siano facilmente reperibili ma mi piacerebbe provarli….hanno un aspetto bellissimo!!!!!

    Rispondi
    • Mirepoix
      7 aprile 2016 at 06:26 (1 anno ago)

      Che peccato! Io le adoro: nelle frittate, nei risotti…
      Mi raccomando se le trovi non fartele sfuggire 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*