La rubra è una salsa rossa tipica del Piemonte ed è una valida e salutare alternativa al ketchup che si compra nei supermercati.
Ogni famiglia ha la sua ricetta tradizionale.
Io la preparo durante il mese di agosto, il mio periodo delle conserve, delle marmellate e della mostarde per poi gustarla durante l’arco di tutto l’anno.
Oggi vi propongo quella di mia nonna.

INGREDIENTI PER 3 KG. DI POMODORI:
3 kg. di pomodori maturi
600/700 gr. di cipolle rosse
3 peperoni rossi grandi
1 tazzina da caffè di zucchero
1 bicchiere di olio
1 bicchiere di aceto di mele
sale q.b.
cannella q.b. (1 stecca)
3 chiodi di garofano

Tagliare i pomodori a pezzi e cuocerli per venti minuti circa (se fanno troppa acqua eliminarne un po’, tenendola comunque da parte in caso servisse durante l’ulteriore cottura).
Passarli al passaverdure.
Rimettere sul fuoco la passata di pomodoro aggiungendo le cipolle affettate, i peperoni tagliati a pezzi, lo zucchero, l’olio, l’aceto, il sale, la cannella e i chiodi di garofano.
Cuocere per circa 30/45 minuti mescolando sovente in modo che non si attacchi e controllando che non risulti troppo asciutta (in questo caso aggiungere un po’ dell’acqua messa da parte) o troppo liquida (in questo caso togliere la parte in eccesso).
Una volta cotta lasciare riposare la rupra per 6/8 ore mescolando di tanto in tanto in modo che prenda bene sapore.
Versare la rubra nei vasetti.
Far bollire i vasetti per una quindicina di minuti per sterilizzare il tutto.
Questa deliziosa salsa la adoro come accompagnamento delle patate (cotte in tutti modi: fritte, arrosto, bollite, fatte a purè) ma in terra piemontese è classico trovarla abbinata, inseme al bagnet verde, al tradizionale bollito di carni miste.


Con questa ricetta partecipo al contest:

http://blog.giallozafferano.it/lauraricette/raccolta-italia-in-cucina/

5 Commenti su Rubra di nonna Teresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.