Un primo piatto davvero unico e intramontabile, che celebra a ogni boccone i prodotti più tipici della nostra stupenda Sicilia, la pasta alla Norma non poteva proprio mancare tra le pagine estive del mio blog e grazie al Calendario del Cibo Italiano che oggi le dedica una doverosa giornata ho pensato bene di cogliere la palla al balzo.

Calendario cibo italiano banner

Sulla lista della spesa per preparare ad hoc questa ricetta tipica della tradizione culinaria siciliana, i cui natali possono essere vantati dalla città di Catania, dovrete appuntarvi  un breve elenco di ingredienti semplici,a patto che siano di ottima qualità, ma davvero di tutto rispetto: maccheroni (nel senso “siciliano” del termine, ossia pasta corta), pomodori per il sugo, melanzane rigorosamente da friggere, ricotta salata in abbondanza per dare al piatto il suo inconfondibile sapore e basilico fresco a volontà per guarnire.

Elencati gli ingredienti imprescindibili per la riuscita della vera pasta alla Norma non si possono non spendere un po’ di parole sulle due versioni che raccontano l’origine di questa delizia della cucina mediterranea.
La prima vuole che la ricetta prenda il nome da una giovane professoressa catanese, tanto bella da essere paragonata al celebre piatto siciliano mentre la seconda, forse anche la più attendibile, riporta che sia stato il commediografo catanese Nino Martoglio a regalare alla ricetta il suo rinomato appellativo grazie all’entusiasmata esclamazione “Chista è ‘na vera Norma” davanti al fumante piatto di pasta paragonandola all’opera belliniana (si dice che la prima interprete della famosa protagonista si chiamasse, guarda il caso, Giuditta Pasta) per la sua bontà sublime.
“Pari ‘na Norma” è ancora oggi il miglior modo per far risaltare l’eccellenza, la bellezza e la bontà di qualsiasi cosa.

Pasta alla norma verticale

Pronti ad accendere i fornelli?

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 g di maccheroni (o pasta corta)
800 gr. di pomodori da sugo maturi
4 melanzane
1 cipolla
1 spicchio di aglio
200 g di ricotta salata
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
basilico fresco q.b.

Ingredienti pasta alla Norma

Lavare con cura i pomodori sotto acqua fredda corrente e, dopo aver inciso leggermente la pelle, immergerli per una decina di secondi in acqua bollente.
Dopo averli scolati eliminare la pelle, tagliarli a metà per eliminare tutti i semi e poi a pezzetti. Affettare la cipolla e schiacciare leggermente lo spicchio di aglio.
Scaldare qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva in un tegame capiente, far rosolare la cipolla e l’aglio, aggiungere i pomodori, salare e cuocete a fiamma dolce fino a quando il sugo non si sarà addensato e avrà una piacevole consistenza vellutata.
Nel frattempo lavare le melanzane e tagliarle a fette sottili.
Scaldate abbondante olio extravergine d’oliva e friggere le melanzane.
Quando saranno belle dorate scolarle e farle asciugare su carta assorbente.
Unire un terzo delle melanzane fritte al sugo di pomodoro.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente e condirla con il sugo.
Servire la pasta alla Norma guarnendo con le fette di melanzane fritte rimaste.
Completare con una generosa “pioggia” di ricotta salata e abbondanti foglie di basilico fresco.

Print Friendly

Altre ricette che ti potrebbero interessare:

2 Comments on Pasta alla Norma.

  1. milena
    28 luglio 2017 at 20:28 (5 mesi ago)

    Che buona la tua pasta alla norma e anche le foto sono magnifiche!

    Rispondi
    • Ottavia
      29 luglio 2017 at 15:39 (5 mesi ago)

      Grazie Milena!
      Sai che prima di prepararla per il blog non l’avevo mai assaggiata? Me ne sono innamorata

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*