Capodanno si avvicina e come sempre tutti ci raccontano che “mangiar lenticchie porta bene”; chi più e chi meno, inutile negarlo, ogni tretun dicembre si augura che l’anno venturo abbia quel pizzico aggiunto di fortuna rispetto al tempo appena passato.
Ci speriamo sempre…
Allora perchè non sperare gustandosi il buon sapore delle lenticchie?
Mal che vada ci saremo mangiati uno di quei piatti che fanno bene alla pancia e anche un po’ al cuore.
Se però siete stufi di presentare sulla vostra tavola imbandita a festa le lenticchie come irrinunciabile contorno del buon augurio oggi vi suggerisco un’idea semplice ma efficace per “mangiarvi” un po’ di buona e sana fortuna: pappardelle di farro con lenticchie stufate.
…e tanti auguri! 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
200 gr. di lenticchie rosse (NON decorticate)
600 gr. di polpa di pomdoro
2 spicchi di aglio
1 costola di sedano
1 piccola carota
1 piccola cipolla bianca
100 ml. di vino bianco
brodo vegetale q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.

sale q.b.
pepe nero q.b.
200 gr. di semola rimacinata di grano duro
100 gr. di farina di farro integrale
2 cucchiaini rasi di erbe aromatiche essiccate
150 ml. circa di acqua tiepida
2 pizzichi generosi di sale integrale

Pappardelle di farro con lenticchie stufate

Tritare finemente la costola di sedano, la carota e la cipolla bianca.
In un tegame dal fondo spesso far scaldare due cucchiaio di olio extra vergine di oliva, aggiungere il soffritto tritato e gli spicchi di aglio.
Sfumare con il vino bianco.
Far rosolare per qualche minuto salando e pepando a piacere.
Aggiungere la polpa di pomodoro e cuocere per una decina di minuti.
Unire le lenticchie e far stufare a fuoco dolce per circa un’ora aggiungendo brodo vegetale all’occorrenza e mescolando di tanto in tanto.
Nel frattempo preparare le pappardelle mescolando la farina di farro integrale, la semola rimacinata di grano duro, due pizzichi di sale e le erbe essiccate per poi impastare con l’acqua tiepida fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica.
Far riposare l’impasto avvolto nella pellicola trasparente per mezz’ora.
Stendere la pasta fino al penultimo spessore della nonna papera e tagliare delle pappardelle larghe un centimetro.
Cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata per tre minuti.
Condire e servire le pappardelle di farro con lenticchie stufate ben calde aggiungendo un filo di olio extra vergine di oliva a crudo e pepe nero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.