L’orto del mio caro papà proprio non la vuole smettere di “regalarci” zucchine e di questo gliene siamo tutti grati perché in famiglia adoriamo queste autentiche delizie della natura.
Certo, con il frigo pieno di zucchine, bisogna però mettere un po’ in moto la fantasia per non proporle sempre alla solita maniera.
Oggi ho deciso di portare in tavola una semplicissima frittata di zucchine al forno ma cotta in una deliziosa crosta di brisè all’olio extra vergine di oliva profumata al basilico fresco.

INGREDIENTI:
per la base:

300 gr. di farina
105 ml. di olio extra vergine di oliva 
105 ml. di acqua naturale fredda
2 cucchiai di basilico fresco tritato

sale q.b.
per il ripieno:
4/5 zucchine
6 uova
2 cucchiai abbondanti di Grana Padano
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.

Frittata di zucchine al forno

In una ciotola versare la farina setacciata.
Aggiungere un pizzico di sale, il basilico tritato, l’olio extra vergine di oliva e l’acqua naturale fredda.
Impastare fino ad ottenere un panetto compatto ed elastico.
Far riposare in frigorifero per circa mezz’ora.
Nel frattempo tagliare a rondelle le zucchine e farle rosolare per qualche minuto in padella con un po’ di olio extra vergine di oliva e un po’ di sale.
Sbattere le uova con il Grana Padano e aggiustare di sale.
Aggiungere al composto di uova sbattute le zucchine ormai intiepidite.
Stendere la pasta e foderare uno stampo a cerniera o dal fondo estraibile da 24/25 cm. leggermente unto.
Bucherellare il fondo aiutandosi con i rebbi di una forchetta, spolverizzare con un po’ di Grana Padano grattugiato e versare il ripieno.
Ripiegare o pareggiare i bordi.
Cuocere la frittata di zucchine al forno a 180 gradi per circa quaranta minuti (se dovesse iniziare a scurirsi troppo in superficie coprire con carta forno).
Servire la frittata di zucchine al forno in crosta di brisè tiepida o a temperatura ambiente decorando con qualche foglia di basilico fresco.

Frittata di zucchine al forno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.