Quando si tratta di cucina vegana, specialmente “salata”, sono sempre molto curiosa di sperimentare nuove ricette, scoprire nuovi ingredienti e gustarmi sapori poco conosciuti.
Ma quando si tratta di dolci vegani, semplici o elaborati che siano, lo devo ammettere, sono sempre un po’ diffidente; ho come l’impressione che per la riuscita di un buon dolce non si possa prescindere da burro, panna, latte o uova.
Invece sfogliando il numero speciale Sale&Pepe Veg come spesso, per fortuna, accade mi sono dovuta ricredere: ricette dolci golose, stuzzicanti e sicuramente salutari.
Spinta dalla curiosità, allora, ho deciso di provare una ricetta ideale per una colazione, per uno spuntino o per una merenda all’insegna della salute e del “cruelty free”.
…e ho sfornato delle deliziose fette ai cereali ripiene della mia confettura di frutta preferita perfette per concedersi una dolce coccola durante la giornata.

INGREDIENTI:
160 gr. di fiocchi d’avena
100 gr. di farina di mandorle
200 gr. di farina di farro
60 gr. di zucchero panela (in alternativa zucchero integrale)
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
150 ml. di olio di semi spremuto a freddo
350 gr. di confettura bio di ciliegie (o la confettura che preferite)
la scorza di un’arancia non trattata (quando la stagione lo permette)
1 pizzico di sale

Fette ai cereali con confettura

Mescolare i fiocchi d’avena con la farina di farro e la farina di mandorle, il bicarbonato, un pizzico di sale e la scorza d’arancia.
Aggiungere l’olio di semi e impastare con le mani.
Versare 2/3 dell’imapsto ottenuto sul fondo di una teglia (22×32 foderata con carta da forno) e compattare per bene con le mani.
Aggiungere la confettura bio di ciliegie e ricoprire con l’imapsto rimasto.
Cuocere in forno a 180 gradi per circa mezz’ora.
Far raffreddare e tagliare il dolce in quadrati o rettangoli.
Servire subito le fette ai cereali o avvolgerle con carta da forno per consumarle i giorni successivi.
Le fette ai cerali si conserveranno per alcuni giorni chiuse in un recipiente tenuto in un luogo fresco e sciutto.

Print Friendly

Altre ricette che ti potrebbero interessare:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*