“Alla puttanesca” siamo abituati a veder conditi gli spaghetti; primo piatto dal nome decisamente colorito e dai sapori veraci.
Ma questo delizioso sugo, semplicissimo da preparare, vi assicuro che è davvero perfetto per insaporire un bel cavolfiore, ortaggio controverso e troppo poco, non per quanto mi riguarda, amato (trovate tutte le mie ricette a base di cavolfiore QUI).
Due sono le versioni esistenti della puttanesca: quella napoletana, anche semplicemente detta “aulive e cchiapparielle”, a base di olive nere di Gaeta, capperi, origano, aglio e sugo di pomodoro e la variante laziale che prevede l’aggiunta di aggiughe sotto sale.
Per il mio cavolfiore ho optato per la seconda versione così da ottenere il massimo del sapore possibile.
Vi garantisco che cimette di cavolfiore cotte in questo saporitissimo sugo diventano deliziose e un po’ di pane bruscato con cui far scarpetta chiuderà il cerchio in maniera perfetta.
Se poi avrete la fortuna di vederne avanzare un po’ usatelo il giorno seguente per condire un buon piatto di pasta.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
600 gr. di cavolfiore pulito
250 gr. di passata di pomodoro
50 gr. di olive nere di Gaeta
1 cucchiaio di capperi dissalati
4 filette di acciughe sotto sale
1 spicchio di aglio
olio extra vergine di oliva q.b.
origano q.b.
sale q.b.

Cavolfiore alla puttanesca

Cavolfiore alla puttanesca dettaglio

Mettere a bagno in acqua tiepida i capperi per circa dieci minuti, dopodichè scolarli e asciugarli per bene.
Pulire il cavolfiore e tagliarlo a cimette piuttosto regolari (in modo che la cottura risulti ben uniforme).
In una casseruola scaldare un po’ di olio extra vergine di oliva con uno spicchio di aglio prestando attenzione che quest’ultimo non bruci.
Quando l’olio sarà ben caldo, togliere lo spicchio di aglio e versare nella casseruola le cimette di cavolfiore, le olive nere di Gaeta, i capperi dissalati, le acciughe, l’origano e un po’ di sale (non troppo perchè la maggior parte degli ingredienti sono piuttosto sapidi).
Saltare il tutto a fuoco vivace per qualche minuto.
Aggiungere la passata di pomodoro e cuocere il tutto per circa venticinque minuti in modo che le cimette di cavolfiore si ammorbidiscano (ma senza sfaldarsi).
Servire il cavolfiore alla puttanesca ben caldo.

1 Commento su Cavolfiore alla puttanesca.

  1. Buonasera, innanzitutto complimenti per il garbo e l’eleganza delle ricette, delle foto e dei testi che pubblichi, ne ho lette tante e mi sono piaciute tutte. E poi bella l’idea del cavolfiore condito così, chissà che non riesca a farlo piacere anche al mio compagno, che lo mangia talmente malvolentieri da aver quasi convinto anche me che non val la pena di comprarlo e cucinarlo, che tristezza. Ci proverò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.