Crea sito

Riso e Risotti

Risotto alle zucchine.

Il risotto alle zucchine è un primo piatto davvero delizioso.
Il bello di questo risotto alle zucchine sta nella sua irresistibile cremosità…ma tutta all’insegna della leggerezza!
La ricetta di questo risotto alle zucchine, infatti, non prevede l’uso di burro per la mantecatura o di formaggi particolari per ottenere la consistenza cremosa.
Il trucco light è quello di usare le trombette di Albenga: zucchine gustose e pastose che ben si prestano alla realizzazione di questo primo piatto. 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di riso Carnaroli (io uso GliAironi)
500/550 gr. di zucchine (trombette di Albenga)
2 cipollotti
20 foglie di basilico
4 cucchiai di parmigiano
brodo vegetale
olio e.v.o.
sale e pepe

Tagliare le zucchine a rondelle e farle cuocere con un filo di olio, un po’ di acqua e un pizzico di sale.
Una volta cotte schiacciarle, aiutandosi con una forchetta, fino a ridurle in purea.
Tritare finemente i cipollotti e farli rosolare con un filo d’olio e un pizzico di sale.
Aggiungere il riso e la purea di zucchine.
Iniziare ad aggiungere il brodo vegetale, poco alla volta, fino a cottura ultimata del riso (evitando di mescolare troppo).
Spegnere il fuoco e mantecare il risotto alla zucchine con il parmigiano amalgamando il tutto per bene.
Lasciare riposare il risotto alle zucchine per un paio di minuti coprendolo con un coperchio.
Subito prima di impiattare il risotto alle zucchine aggiungere il basilico tritato (darà un un profumo e un sapore davvero speciale al piatto) e un’abbondante macinata di pepe nero.

Per questo risotto alle zucchine ho usato il Carnaroli dell’azienda GliAironi.


Risotto alla zucca.

Il risotto alla zucca è un delizioso primo piatto dal sapore davvero irresistibile, dalla cremosità “avvolgente” e dal colore intenso che conquista gli occhi adatto per il periodo autunnale e invernale.
L’unica vera difficoltà, per portare in tavola un buon risotto alla zucca, è il riuscire a trovare una zucca degna del suo nome ovvero bella pastosa, dolce e gustosa.
Un consiglio: preparare risotto alla zucca senza l’aggiunta di formaggi (tipo gorgonzola, toma e via dicendo) per assaporare a pieno tutta la sua semplicissima bontà e la sua inconfondibile dolcezza.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
350 gr. di riso Carnaroli
500 gr. di zucca pulita
1 cipolla bianca
2 foglie di salvia
brodo vegetale q.b.
50 gr. parmigiano reggiano
una noce di burro
olio e.v.o.  q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Tagliare la zucca a cubetti e farla stufare con olio, sale, salvia per un quarto d’ora (aggiungendo un po’ di acqua se necessario per non farla attaccare e bruciare).
Una volta cotta, schiacciare la zucca con i rebbi di una forchetta per ridurla in purea.
Tritare finemente una cipolla.
Rosolare la cipolla in olio caldo con un pizzico di sale per qualche istante, aggiungere poi il riso e tostarlo per un paio di minuti.
Aggiungere al riso la purea di zucca mescolando per bene.
Iniziare la cottura del risotto alla zucca aggiungendo poco alla volta il brodo vegetale mescolando solo di tanto in tanto.
Proseguire la cottura aggiungendo brodo all’occorrenza fino alla cottura desiderata del riso.
Mantecare il risotto alla zucca con il burro (non troppo perchè la purea di zucca renda questo risotto già molto cremoso di suo) e il parmigiano reggiano.
Far riposare il risotto alla zucca coperto per qualche minuto.
Servire il risotto alla zucca ben caldo con una macinata di pepe nero.


Pilaf di riso Thai con peperoni verdi e mandorle alla soia.

Il pilaf è una tecnica di cottura del riso tipica della cultura turca che permette di ottenere un riso bello sgranato e al dente.
Quello che oggi vi propongo è un pilaf di riso Thai con peperoni verdi e mandorle alla soia.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
160 gr. di riso Thai
320 ml. di acqua calda leggermente salata
1 peperone verde (di quelli stretti e lunghi)
1 cipollotto piccolo
60/80 gr. di mandorle
3 cucchiai di salsa di soia
olio q.b.
gomasio q.b.

Passare il riso sotto acqua fredda corrente per fargli perdere l’amido.
Procere alla preparazione del pilaf mettendo a tostare in un pentolino il riso con un cipollotto tritato finemente, in olio ben caldo.
Coprire il riso con l’acqua calda leggermente salata e far cuocere a fiamma dolce per dieci minuti coprendo con un coperchio e senza mai mescolare.
Trascorsi i dieci minuti spegnere il fuoco e far riposare per ancora cinque minuti il riso pilaf.
Tagliare ad anelli il peperone e farlo rosolare in padella, in un po’ di olio caldo, con le mandorle per cinque minuti circa sfumando con un cucchiaio di salsa di soia.
Aggiungere ai peperoni e alle mendorle il riso pilaf, ormai cotto, e saltarlo in padella con altri due cucchiai di salsa di soia per qualche istante.
Servire ben caldo con una spolverizzata di gomasio.
(E’ possibile arricchire la ricetta con due uova strapazzate aggiunte alla fine della preparazione).


Insalata di riso light.

L’insalata di riso è un piatto ideale per la stagione estiva: da gustare fredda e come piatto unico risolve facilmente il problema del pranzo o della cena.
Essendo un piatto estivo allora mi sono detta: perchè non provare a proporre una versione light cercando però di non far perdere all’insalata di riso la sua irresistibile golosità?
Parlando di leggerezza ho eliminato dagli ingredenti tutti quei cibi che non si possono certo ritenere light, ovvero: prosciutto, tonno sott’olio, formaggio, uova sode e wurstel.

Ed ecco la mia versione light dell’insalata di riso.

INGREDIENTI PER 200 GR. DI RISO:
200 gr. di riso per insalata di riso
120 gr. di olive verdi
80 gr. di olive nere
1 scatoletta piccola di mais
1/2 scatoletta piccola di pisellini finissimi
1 peperone rosso
1 peperone giallo
2 carote medie
10 capperi sotto sale
2 cucchiai di olio e.v.o
sale q.b.

Lessare il riso in abbondante acqua salata per il tempo di cottura previsto dalla confezione.
Una volta cotto, scolarlo e sciacquarlo sotto acqua fredda corrente per farmare la cottura e raffreddarlo.
Mettere in riso in un’isalatiera.
Tagliare a piccoli pezzetti i peperoni, le carote private della pelle, le olive verdi e le olive nere.
Aggingere tutto all’insalata di riso.
Aggiungere il mais e i pisellini sgocciolati per bene all’insalata di riso.
Condire l’insalata di riso con due cucchiai di olio e i capperi dissalati tritati.
Aggiustare di sale se necessario
Far riposare per qualche ora l’insalata di riso in frigorifero.

Insalata “primavera verde di Venere”.

L’insalata di riso è sicuramente un piatto ideale per l’estate e poi ci si può sbizzarrire con una marea di varianti possibili.
Oggi vi propongo una delle mie tante ricette dell’insalata di riso.
Un’insalata di riso sicuramente leggera e sana vista la ricchezza di verdure (l’avvicinarsi dell’estate “chiama” piatti light è cosa ormai risaputa) ma profumata, gustosa e dai colori intensi (scoprirete perchè leggendo gli ingredienti).
Un’insalata di riso dietetica ma certamente non mortificante; capace di appagare gusto e vista.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
160 gr. di riso Venere integrale
4 manciate di piselli freschi
20 asparagi
30 fagiolini
2 cucchiai di gomasio
2 cucchiaio di basilico fresco tritato
1 cucchiaio di olio e.v.o.

Sbollentare per pochi minuti in acqua salata tutte le verdure necessarie per l’insalata di riso: prima i piselli, poi gli asparagi tagliati a piccole rondelle e poi i fagiolini a piccoli tocchetti (scolarli quando sono ancora belli croccanti e sodi e dal verde ancora lucido e brilante).
Nella stassa acqua di cottura delle verdure (dovrà quindi essere piuttosto abbondante) cuocere il riso Venere per i tempi previsti dalla confezione.
Una volta cotto e scolato, raffreddare il riso sotto acqua fredda corrente.
Mettere in un’insalatiera il riso con le verdure.
Condire l’insalata di riso con l’olio, il gomasio e il basilico tritato.
Far riposare l’insalata di riso per qualche ora in frigo e poi servire.