Crea sito

Riso e Risotti

Risotto con pere e cannella, ricetta raffinata.

Risotto con pere e cannella: un primo piatto “elagante” che unisce la dolcezza delle pere, la nota speziata della cannella e la sapidità del parmigiano reggiano in un raffinato equilibrio di contrasti e sapori.
Ideale per pranzi e cene delle feste di Natale o semplicemente per stupire i propri commensali con una ricetta insolita…chi l’ha detto che pere e cannella debbano essere solo ingredienti per un buon dolce?

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di Carnaroli
400 gr. di pere (Abate o Decana) + 16 fettine di pera con la buccia
1 cipolla bianca piccola
brodo vegetale leggermente salato q.b.
40 gr. di burro
2 cucchiai di latte
50 gr. di parmigiano reggiano
olio extra vergine di oliva q.b. 
sale q.b.
cannella in polvere q.b.
pepe rosa q.b.

Sbucciare le pere e tagliarle a piccoli cubetti.
In una padella antiaderente far sciogliere due noci di burro e aggiungere le pere tagliate a cubetti.
Spolverizzare con abbondante cannella e cuocere per qualche minuto, aggiungendo un po’ di acqua tiepida, fino a quando le pere inizieranno ad essere leggermente glassate.
Tritare finemente la cipolla bianca.
In una casseruola scaldare un filo d’olio extra vergine di oliva, aggiungere la cipolla tritata con un pizzico di sale e una leggera spolverizzata di cannella.
Rosolare il tutto per qualche minuto aggiungedo un po’ di brodo vegetale.
Aggiungere il riso e tostrarlo per qualche istante.
Proseguire la cottura del risotto aggiungendo brodo vegetale quando necessario e mescolando di tanto in tanto.
Quando il risotto avrà raggiunto il grado di cottura desiderato (dovrà risultare, in ogni caso, un risotto piuttosto all’onda) spegnere il fuoco.
Aggiungere al risotto le pere alla cannella.
Mantecare il risotto con pere e cannella con il parmigiano reggiano, il latte e un’altra leggera spolverizzata di cannella.
Far riposare il risotto con pere e cannella per qualche minuto.
Impiattare il risotto con pere e cannella guarnendo ogni piatto con quattro fettine di pera, una spolverizzata di cannella e un pizzico di pepe rosa macinato fresco.Risotto con pere e cannellaRisotto con pere e cannella

Risotto al radicchio e pinoli, ricetta tradizionale rivisitata.

Risotto al radicchio e pinoli: un primo dall’inconfondibile sapore amarognolo e dal colore intenso.
Rivisitazione di un piatto della tradizione, sentirete come il sapore del radicchio si sposa alla perfezione con il gusto dei pinoli tostati.
Una ricetta ideale per la stagione fredda.
Un’ottima idea per le feste in arrivo con cui “coccolare” i vostri ospiti a tavola!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di riso Carnaroli
400 gr. di radicchio di Chioggia o Radicchio di Treviso precoce o tardivo

100 gr. di cipolla rossa
brodo vegetale salato q.b.
40 gr. di pinoli
60 gr. di parmigiano reggiano
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Pulire il radicchio e tagliarlo a julienne.
Tritare finemente la cipolla rossa.
Tritare grossolanamente al coltello i pinoli e tostarli in una padella antiaderente.
In una casseruola scaldare un po’ di olio extra vergine di oliva e una volta caldo aggiungere la cipolla rossa tritata con un pizzico di sale.
Far rosolare la cipolla rossa per qualche minuto bagnando con un filo di brodo vegetale.
Aggiungere il riso e tostarlo per qualche istante insieme a 350 gr. di radicchio.
Coprire con il brodo vegetale e portare a cottura il riso mescolando di tanto in tanto e aggiungendo brodo vegetale all’occorrenza.
A cottura ultimata spegnere il fuoco, aggiungere i pinoli tostati, mantecare con il parmigiano reggiano e spolverizzare con un’abbondante macinata di pepe nero.
Far riposare il risotto al radicchio e pinoli coperto per qualche minuto.
Impiattare il risotto al radicchio e pinoli guarnendo ogni piatto con la julienne a crudo tenuta da parte.
Accompagnare il risotto al radicchio e pinoli con un buon bicchiere di Barolo o Barbera.
Per rendere questo piatto davvero sontuso, adatto a un pranzo di Natale o a un cenone di Capodanno, adagiare sulla julienne di radicchio a crudo alcuni petali di Raspadura e guarnire con qualche goccia di aceto balsamico. Risotto al radicchio e pinoli.

Riso integrale con verdure, mandorle e salsa di soia, ricetta sapori d’oriente.

Riso integrale con verdure, mandorle e salsa di soia: basta davvero poco per dare un tocco orientale e un sapore inconfondibile a un primo piatto ricco di verdure.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di riso integrale
120 gr. di cavolo cappuccio
120 gr. di carote
120 gr. di zucchine
120 gr. di cipolla bianca
80 gr. di mandorle
6 cucchiai di salsa di soia
olio extra vergine di oliva q.b.

Pulire accuratamente le verdure.
Tagliare il cavolo cappuccio a striscioline sottili.
Affettare sottilmente la cipolla.
Con l’aiuto di un pelapatate tagliare a listarelle la carota e la parte più verde e soda delle zucchine.
In un wok  scaldare un filo di olio extra vergine di oliva e, una volta caldo, aggiungere tutte le verdure.
Saltare le verdure per qualche minuto a fuoco vivace in modo che risultino cotte ma ancora croccanti.
Poco prima di spegnere il fuoco aggiungere tre cucchiai di salsa di soia.
Cuocere il riso in abbondante acqua leggermente salata per il tempo di cottura previsto dalla confezione.
Una volta cotto, scolarlo per bene e versarlo nel wok con le verdure.
Unire al tutto le mandorle e saltare a fiamma viva per circa un minuto aggiungendo altri tre cucchiai di salsa di soia.
Servire il riso ben caldo.
Varianti: è possibile sostituire il riso integrale con riso basmati, riso nero, spaghetti di riso, spaghetti di soia o noodles; al posto delle mandorle è possibile usare gli anacardi: per un piatto unico e completo aggiungere un uovo strapazzato per ogni commensale.
Riso integrale con verdure, mandorle e salsa di soia, ricetta sapori d'oriente.
Riso integrale con verdure, mandorle e salsa di soia, ricetta sapori d'oriente.

Broccolo romanesco con castagne e riso integrale, ricetta insolita d’autunno.

Broccolo romanesco con castagne e riso integrale: un piatto unico che porta in tavola, con un abbinamento insolito e particolare, tutto il gusto dell’autunno.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
280 gr. di riso integrale
350 gr. di broccolo romanesco
25 castagne precotte
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Pulire accuratamente il broccolo romanesco e tagliarlo in cimette piuttosto piccole e regolari.
Bollire il broccolo romanesco in abbondante acqua salata per circa dieci minuti e, poi, con l’aiuto di una schiumarola scolarlo.
Nella stessa acqua di cottura del broccolo romanesco, cuocere il riso integrale per il tempo di cottura previsto dalla confezione.
Scolare il riso un minuto prima del termine di cottura previsto e tenere un po’ di acqua di cottura.
In un’ampia padella scaldare un filo di olio extra vergine di oliva e aggiungere il broccolo romanesco, il riso integrale e le castagne precotte spezzettate grossolanamente.
Salare leggermente e aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura.
Saltare il tutto per circa un minuto a fiamma vivace.
Impiattare ben caldo con un filo di olio extra vergine di oliva a crudo e una spolverizzata di pepe nero macinato fresco. 
Varianti: è possibile sostituire il riso integtale con riso nero o riso basmati oppure con spaghetti integrali/al farro o con tagliatelle/maltagliati alle castagne, il broccolo romanesco può essere sostituito con i cavolini di Bruxelles, senza pasta o riso questo piatto diventa un’insolita e ottima insalata da servire con crostoni di pane nero.
Broccolo romanesco con castagne e riso integrale, ricetta insolita d'autunno.

Riso e piselli, ricetta delicata.

Riso e piselli: un primo piatto cremoso dal sapore delicato e “avvolgente” ideale per grandi e piccini.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
350 gr. di Carnaroli
500 gr. di piselli surgelati
1 cipolla bianca
1,5 lt. di brodo vegetale salato
50/60 gr. di parmigiano reggiano
4 cucchiai di latte
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.

Bollire i piselli surgelati in 500 ml. di brodo vegetale per circa quindici minuti.
Trascorso questo tempo, aggiungere un filo di olio extra vergine e il latte e poi mixare il tutto con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema vellutata, liscia ed omogenea (tenere da parte quattro cucchiaiate di piselli).
Tritare finemente la cipolla bianca.
In una casseruola scaldare due cucchiai di olio extra vergine di oliva e quando sarà ben caldo aggiungere la cipolla tritata e un pizzico di sale.
Stufare la cipolla per qualche minuto aggiungendo un po’ di brodo vegetale.
Aggiungere il riso e tostarlo per qualche istante mescolando di continua.
Aggiungere, poi, la crema di piselli amalgamando per bene.
Cuocere il risotto aggiungendo poco alla volta il brodo necessario e aggiungendo a metà cottura i piselli tenuti da parte.
Durante la cottura del riso e piselli mescolare di tanto in tanto.
A cottura ultimata mantecare, a fuoco spento, il riso e piselli con il parmigiano reggiano.
Servire il riso e piselli ben caldo con una spolverizzata di pepe nero (da escludere se si tratta di bambini).
Consigli e varianti: è preferibile usare i piselli surgelati in modo tale che la crema mantenga un bel colore verde vivace e intenso, è possibile usare la crema di piselli per rendere cremoso un bel piatto di pasta, per rendere questo riso e piselli ancora più delicato mantecarlo con ricotta fresca/crescenza e parmigiano reggiano, per dargli un tocco speziato insaporire i piselli con una bella spolverizzata di curry, per un piatto unico decorare il risotto con un tuorlo d’uovo sodo sbriciolato (per commensale).
Riso e piselli, ricetta delicata.Riso e piselli, ricetta delicata.