Crea sito

Gli gnocchi

Spatzle di grano saraceno alle ortiche.

La loro forma irregolare e arzigogolata è davvero inconfondibile.
Celebre è la loro fama.
Sto parlando degli spatzle, tipico piatto della Germania meridionale odierna, che affondano però le loro radici nell’umiltà della classe contadina e nella cucina sveva medievale in cui generalmente prendevano il posto del pane per essere serviti come accompagnamento alla cacciagione da piuma.
Diffusisi poi con il passare degli anni in Germania, Austria, Svizzera, Alsazia sono, per nostra fortuna, arrivati anche qui in Italia diventando una prima portata caratteristica della cucina del Sudtirolo conosciuta comunque lungo tutto lo stivale.
Acqua, farina e uova sono i tre ingredienti fondamentali dell’impasto base che viene spesso arricchito con spinaci o bietole oppure reso più rustico e saporito con l’uso della farina di grano saraceno tipica dell’Alto Adige.

Spaztle di grano saraceno. Ingredienti.

Oggi l’Aifb li celebra in una giornata nazionale a loro doverosamente dedicata nel Calendario del cibo italiano e grazie al bell’articolo di Enrica Gouthier potrete scoprire un po’ della loro storia, leggere delle diverse modalità in cui possono essere realizzati e annotarvi qualche invitante spunto per cucinare il vostro delizioso piatto di spatzle.
Io personalmente mi sono lasciante tentare dalla versione più rustica a base di grano saraceno che ho deciso arricchire ulteriormente grazie all’inconfondibile sapore delle ortiche.
Per quel che riguarda il condimento invece sono andata sul classico e intramontabile trio burro, salvia e formaggio grattugiato che completa alla perfezione i sapori del piatto.
Ecco i miei spatzle di grano saraceno alle ortiche.

Ingredienti per 4 persone:
per l’impasto:
150 gr. di farina di grano saraceno
50 gr. di farina integrale
3 uova medie
100/120 ml. di acqua
75 gr. di ortiche lessate
1 filo di olio extra vergine di oliva
2 bei pizzichi di sale
per condire:
60 gr. di burro
8 foglie di salvia
Grana Padano q.b.
pepe nero q.b.

Spaztle di grano saraceno.

(altro…)

Gnocchi malfatti di melanzane.

Ultimi scampoli d’estate.
Le verdure della stagione calda e soleggiata presto lasceranno il posto ai “frutti” del freddo ma oggi ho ancora voglia di sentirmi legata all’estate e alle sue lunghe giornate con le ultime melanzane dell’orto.
Gnocchi, la tradizione del giovedì resta salda, malfatti di melanzane: rustici e grezzi, forse un po’ meno eleganti dei classici compari preparati con le patate, ma altrettanto buoni e golosi.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
800 gr. di polpa di melanzane

120 gr. di farina di farro
1 uovo
40 gr. di Grana Padano
2 spicchi di aglio
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Gnocchi malfatti di melanzane

(altro…)

Gnocchi acqua e farina (per i giovedì estivi).

“…e giovedì gnocchi!”.
Si dice così giusto?
Ma se i giovedì sono quelli caldi e afosi dell’estate chi è che ha voglia di mettere sul fuoco un pentolone di acqua bollente e fumante in cui far ammorbidire la dura pasta delle patate?
Qualche coraggiosa irriducibile paladina delle cose buone fatte in casa sicuramente non mancherà ma per tutte le altre la soluzione è a portata di piatto…ops mano.
Perchè non è detto che un buon gnocco, morbido ma allo stesso tempo corposo e consistente, lo si possa solo preparare impastando farina, patate fumanti e uova; vi basterà un semplice impasto di acqua calda e farina (meglio se integrale) per poter ottenere gnocchi di tutto rispetto e avere salva la tradizione del giovedì.

Il prezioso spunto è arrivato scorrendo tra le immagini dei piatti belli e buoni di Marco Bianchi ma non avendo trovato sul web la sua ricetta, quella con le dosi precise, dopo qualche tentativo ho trovato la (mia) quadra giusta per dei gnocchi acqua e farina capaci di appagare al meglio il palato (non troppo molli, non troppo gommosi, facilmente impastabili e ben resistenti in cottura per intenderci).

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
160 gr. di farina integrale
160 gr. di acqua naturale
60 gr. di ortiche cotte e ben strizzate
(sono facoltative e sostituibili con spinaci)
per condire:
pomodorini arrosto a piacere (facoltativi)
sugo di pomodoro a piacere 
timo fresco q.b.
olio extra vergine di oliva q.b.
pepe nero q.b.

Gnocchi acqua e farina

(altro…)

Chicche di pane al pomodoro.

Le mie chicche di pane raffermo al pomodoro nascono così, dalla semplice voglia di non sprecare nulla in cucina.
Qualche fetta di pane raffermo avanzato, qualche pomodoro ormai un po’ troppo maturo per essere gustato in insalata e il gioco è fatto: riciclo e semplicità in un primo piatto ricco di tutti quei profumi e quei sapori che rendono la nostra cucina mediterranea davvero unica.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
200 gr. di pane raffermo
3 bicchieri di latte
40/50 gr. di Parmigiano Reggiano o pangrattato
80/100 gr. di farina
1 uovo
10 foglie di basilico
sale q.b.
pepe nero q.b.

600 gr. circa di sugo di pomodoro fatto in casa

Chicche di pane raffermo

(altro…)

Gnocchi di pane raffermo, ricetta riciclo.

Gli gnocchi di pane raffermo sono un gustoso modo per riciclare e non sprecare, visti i tempi di crisi nulla va buttato, il pane raffermo.
Semplici ed economici gli gnocchi di pane raffermo sono ideali per qualsiasi tipo di condimento proprio come i classici gnocchi di patate.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
200 gr. di pane raffermo
3 bicchieri di latte
40/50 gr. di Parmigiano Reggiano
80/100 gr. di farina
1 uovo
sale q.b.
pepe nero q.b.

Gnocchi di pane raffermo.

(altro…)