Trippa alla romana

 

Ingredienti

  • trippa 1 kgTrippa alla romana
  • polpa di pomodoro gr 400
  • una cipolla grande
  • una carota
  • una costa di sedano
  • un mazzetto di mentuccia
  • due pugni di pecorino romano
  • un bicchiere di vino bianco secco

 

Preparazione

La trippa entra nella tradizione di molte regioni. A Roma, fa parte della cosiddetta cucina macellara, del quinto quarto.

Si tratta dello stomaco dei bovini quindi ruminanti, che si divide in 4 sacchi differenti: il rumine (trippa liscia), l’omaso (centopelli o foiolo),  l’abomaso (lampredotto, riccioletta) e il reticolo (cuffia).

E’ nutriente, gustosa e ha poche calorie ma ha molto colesterolo. In macelleria si trova già pulita, è da preferire quella grigia perché per ottenere la trippa molto bianca vengono usati degli sbiancanti chimici.

La preparazione è molto facile. Si tagliano finemente la cipolla, la carota e il sedano e si fanno soffriggere in un tegame con qualche cucchiaio di olio EVO. Si sciacqua la trippa, si taglia a striscioline e si  aggiunge nel tegame. Si lascia evaporare un pochino l’acqua residua della trippa e poi si versa un generoso bicchiere di vino bianco secco, mescolando si fa asciugare e poi si aggiunge la polpa del pomodoro. Se risulta troppo asciutta, si versa un pochino di brodo vegetale. Seguendo la cottura, si fa cuocere finché la trippa diventa tenera ma non troppo. Prima di portare a tavola, si aggiunge un bel pugno di pecorino grattugiato e un paio di cucchiai di trito di mentuccia romana.  Buon appetito!

 


 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Precedente Castagnole con zeste di arancia e uvetta sultanina Successivo Flan al cioccolato caldo con cuore di cioccolato bianco e salsa al cioccolato fondente