Traghetti con cozze e salicornia

La dieta mediterranea è una delle migliori del mondo per gusto e salubrità. Un sano piatto di pasta sfama e può essere un piatto unico. I traghetti sono degli spaghetti a sezione triangolare di Rustichella d’Abruzzo, una linea che si chiama PrimoGrano prodotta con soli grani abruzzesi della varietà San Carlo, ottima texture ed una rugosità particolare per trattenere il condimento.  La salicornia o asparago di mare, è una pianta succulenta che cresce nelle zone litoranee o palustri. Ha molte proprietà benefiche, è ricca di sali minerali, di iodio ed ha un sapore fresco e sapido (attenti al sale!).  Qualche pomodoro ed un po’ di limone e avremo un gran piatto, ora vediamo come preparalo.

Ingredienti

  • Traghetti Rustichella d’Abruzzo gr. 360
  • Salicornia gr 400
  • Cozze sarde kg 1
  • pomodori ciliegino 12
  • scorza di limone
  • aglio
  • olio evo

Preparazione

La parte del fusto della salicornia è legnosa quindi selezionate solamente le cime più tenere e lavatele in acqua fresca. Portate ad ebollizione una pentola con abbondante acqua e tuffate le erbe. Quando saranno tenere ma al dente (qualche minuto), scolatele con un ragno e tenete l’acqua.

Pulite le cozze e fatele aprire in un tegame con aglio, olio e peperoncino. Quando saranno aperte, unite i pomodorini a pezzi e la salicornia. Spegnete il fuoco.

Cuocete i traghetti nell’acqua della salicornia, scolateli almeno 3 minuti prima e saltateli con le cozze ed il resto del condimento. L’unica accortezza di questa ricetta è che non occorre aggiungere mai sale altrimenti la sapidità delle cozze che si somma a quella della salicornia, rovinerà tutto e diventa immangiabile. Prima di servire, grattugiate la buccia di mezzo limone sulla pasta.

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!

Related posts:

Precedente Achilli lancia il secondo ristorante romano al D.O.M. hotel Successivo Mangialonga Picena 2017