Tartufini al cacao e cocco

12696743_10207060159156748_1595708976_o

Ricetta facilissima ma allo stesso tempo questi tartufini al cacao e cocco sono una vera gioia per il palato. Si possono tranquillamente fare anche con i bambini perché non necessitano di cottura. In 20 minuti sono pronti. 

Ingredienti

  • biscotti secchi (tipo Oro Saiwa) gr 250
  • farina di cocco gr 120
  • cacao gr 40
  • zucchero a velo gr 80
  • burro gr 100
  • caffé 2 tazzine

Preparazione

Mettete nel cutter i biscotti e frullateli fino ad ottenere una farina grossolana. Potete usare diversi tipi di biscotti però tenete presente che varia la quantità di zucchero da usare, assaggiate prima di formare i tartufini e semmai aggiustate. Il burro deve essere morbido quindi dovete tirarlo fuori dal frigo qualche ora prima. In una ciotola iniziate a mettere gli ingredienti.

Biscotti frullati con fiocchi di burro morbido
Biscotti frullati con fiocchi di burro morbido

Aggiungete il cacao, lo zucchero e la farina di cocco poi iniziate ad impastare con le mani così con il loro calore l’impasto prende a formarsi. Tenetevi qualche cucchiaio di farina di cocco da parte per infarinarli alla fine.

12696346_10207059776747188_506826491_o

Preparate del caffé (decaffeinato se ci sono dei bambini, oppure usate dell’orzo) e versatene due tazzine calde nella ciotola. Con il calore il burro si scioglierà ulteriormente e vi rimarrà più facile impastare. Assaggiate e regolate lo zucchero.

12695671_10207059785947418_1063930799_o

Ora formate i tartufini con le mani, sarà facile e divertente. Se ci sono dei bambini a prepararli con voi…già inizieranno a mangiarle. Mettete le palline in un piatto e poi passatele nella farina di cocco. Sono pronti! Ma se li fate raffreddare un pochino in frigo, si induriranno un pochino e saranno ancora più gustosi. Ottimi da portare alla feste o a casa di amici. Buon appetito!

12736915_10207059864629385_2000903357_o 12736703_10207060164716887_1833369501_o

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!

Related posts:

Precedente Viaggio nella Sardegna del vino Successivo La Fiaschetta...quasi a casa