Ossobuchi di vitellone con zeste di arancia

Ossobuchi con zeste di arancia
Ossobuchi con zeste di arancia

Ecco un’altra giornata uggiosa, di quelle che mi va qualcosa di caldo e succulento… magari un sapore che mi ricorda la nonna friulana e i suoi pranzi domenicali.

Inutile ripetere l’importanza della scelta di una buona carne genuina di bestiole che vivono allo stato brado o quasi. Forse qualche volta sarà un po’ più dura, ma sicuramente è più sana e più saporita. Soprattutto nel caso degli ossobuchi dove si mangia anche il midollo, essere sicuri della qualità della materia prima è assolutamente importante. Quindi recatevi dal vostro macellaio di fiducia e acquistate i vostri ossobuchi. Questi erano della macelleria Petrucci di Trisungo, i miei pusher preferiti.

Per quattro persone

  • 4/6 ossobuchi
  • una cipolla grande
  • una carota
  • qualche costa di sedano
  • un po’ di farina
  • la scorza di un’arancia
  • un bicchiere di vino bianco
  • polpa di pomodoro
  • olio evo
  • brodo q.b.

Preparata tutti gli odori tritati e metteteli a brasare dolcemente con un pochino d’olio in un tegame sufficientemente largo. Infarinate leggermente gli ossobuchi e poneteli insieme alle verdure alzando la fiamma. Quando saranno scottati da entrambi i lati, versate il vino e lasciate evaporare bene.  Ci vuole un po’ di pazienza per far cuocere gli ossobuchi, ma non è molto impegnativo: basta voltarli ti tanto in tanto ed aggiungere il brodo all’occorrenza. A me piace il sapore del pomodoro piuttosto fresco quindi lo aggiungo gli ultimi 10 – 15 minuti, poi spolverizzo con le zeste di arancia e del prezzemolo. Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Precedente Juttenizie - Ghiottonerie nel Borgo di Grottammare Successivo Il coniglio del Horto dei semplici

Un commento su “Ossobuchi di vitellone con zeste di arancia

I commenti sono chiusi.