Orecchiette con calamari e carciofi

Orecchiette con calamari e carciofi
Orecchiette con calamari e carciofi

Ho imparato a fare le orecchiette in Salento dal mio amico chef Silvestro Silvestori ma ovviamente se preferite comprarle non c’è problema. L’importante comunque è scegliere un olio evo saporito e preferibilmente pugliese, ho usato un frantoio che a mio parere si sposa perfettamente con questo piatto. Gli ingredienti sono pochi e quindi vale la pena sceglierli di prima qualità.

Ingredienti per 4 persone

Orecchiette gr 320

Calamari 3 di media grandezza

Carciofi cimaroli 4

Aglio rosso di Sulmona

Peperoncino

Prezzemolo

Olio evo frantoio Buondioli

Tempo di Preparazione: 30 minuti

Difficoltà: media

Tempo di cottura: 15 minuti

Preparazione

Pulite i carciofi e tagliateli a spicchi sottili. Fateli cuocere in un tegame con uno spicchio d’aglio, mezzo bicchiere d’acqua e un paio di cucchiai di olio avendo cura di schiacciarli con un cucchiaio per ridurli quasi ad una crema.

Pulite i calamari e tagliate i tentacoli a pezzetti molto piccoli e il sacco ad anelli sottili. In un altro tegame (sufficientemente grande per poi saltare la pasta) soffriggete due spicchi d’aglio e cuocete velocemente i calamari. Cuocete le orecchiette molto al dente e tenete l’acqua di cottura da parte. Unite le orecchiette ai calamari e ai carciofi facendo finire di cuocere aggiungendo l’acqua al bisogno. A fuoco spento aggiungete il prezzemolo, il peperoncino e un filo d’olio a crudo. Vedrete che è un piatto strepitoso. Buon appetito!

Questa ricetta partecipa al progetto editoriale ExtraRicette e specificatamente al volume ExtraPasta http://editore.cinquesensi.it/libro.php?id=328

logo_EXTRAricette

Questo è un video con una ricetta delle orecchiette della scuola di Lecce di Silvestro Silvestori

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Precedente L' Amicizia si coltiva in cucina....... di "Casa Curri"! Successivo L’ostrica, la Venere dell’arte e del gusto