Frastagliate al pesto ligure con merluzzo e viole

“Andar per viole… non si segue un sentiero ma si va di fiore in fiore lasciandosi condurre dalla natura”

Libereso Guglielmi

Dopo aver partecipato al contest “Buon appetito Fiorellino” a Sanremo, sono tornata con gli occhi pieni di colore ed un  profumo di fiori che ancora di più voglio mettere nei miei piatti. Ho approfondito la personalità di Libereso Guglielmi, il giardiniere di Calvino,  e la sua profonda cultura botanica. Il clima che si è creato tra noi concorrenti è stato veramente unico: ci siamo sentite una squadra e ci resteranno sicuramente dei ricordi indelebili di quelle ore passate insieme. Donatella Bartolomei del blog Ingrediente perduto e Paola Sartori del blog Prelibata: percorsi nel gusto sono state le mie compagne in questa avventura che ci ha visto protagoniste del Festival Nazionale della cucina con i fiori, durante la quale abbiamo affrontato spavaldamente una giuria di 15 membri composta  da chef, giornalisti ed esperti del settore florovivaistico. Una gara veramente dura dalla quale è uscita vincitrice Donatella con il suo piatto “Nella bocca del leone”, fiore assegnato la bocca del leone.

L’evento sanremese è stato promosso dalla Fondazione Villa Ormond, Garden Club Sanremo, Associazione Ristoranti Tavolozza, AIFB – Tre Civette sul comò foodblog, Edizioni Zem Vallecrosia e Crea Sanremo con sponsor tecnico l’azienda Ravera Bio di Albenga.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Frastagliate all’uovo (Frantoio Sant’Agata di Oneglia) 250 g
  • Merluzzo 600 g
  • Zenzero fresco q.b.
  • Aglio 2 spicchi
  • Cipolla egiziana ligure (essiccata) q.b.
  • Uova di trota q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Olio extravergine d’oliva (Frantoio Sant’Agata di Oneglia) q.b.
  • Viole mammole q.b.

Preparazione

  1. Pulire i merluzzi, mettere nella pancia un po’ di rosmarino, aglio e sale cuocerli al cartoccio in forno per 15 minuti a 150° con un filo d’olio. Una volta pronti, privarli della pelle e delle lische e tenerli da parte.

  2. In una padella soffriggere dolcemente l’aglio e lo zenzero fresco grattugiato. Aggiungere i pezzetti di merluzzo e scaldarli appena per farli insaporire. Aggiungere un cucchiaio abbondante di cipolla egiziana ligure essiccata.

  3. Cuocere le frastagliate in abbondante acqua salata al massimo per 5 minuti. Scolare ed aggiungerle nella padella con il condimento e portare a fine cottura eventualmente aggiungendo l’acqua di cottura.

  4. Impiattare aggiungendo su ogni porzione delle uova di trota, qualche viola mammola ed un filo d’olio a crudo Dop Riviera Ligure del Frantoio Sant’Agata di Oneglia. E’ un monocultivar di Taggiasca al 100%, ricchissimo di polifenoli, un vero e proprio medicinale dalla frangranza di di mela, leggero carciofo e fruttato di oliva, in bocca ha un sapore dolce e il retrogusto è lievemente mandorlato.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Ritorna “Chef Bizzarri”, il progetto di Birra del Borgo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.