Baccalà con la caponata siciliana

Quando la sera torni a casa stanca ma hai delle bocche fameliche che ti aspettano e hanno voglia di qualcosa di buono e sano, cosa ti inventi? Ecco qui una ricettina veloce e sfiziosa da preparare in poco tempo senza rinunciare alla salubrità. Perché? Perché ho in casa i prodotti della Bottega di  Sicilia, prodotti legati alla tradizione regionale, con materie prime provenienti esclusivamente dalle coltivazioni in Sicilia, con completa tracciabilità della filiera, lavorazione entro le otto ore dalla raccolta. Insomma, una vera garanzia! Ecco qui come me la sono cavata facendo tutti felici e soddisfatti.

Ingredienti

  • baccalà dissalato gr. 600
  • una cipolla bianca
  • una confezione di caponata di Bottega di Sicilia
  • un bicchiere di vino bianco (ho usato un Grillo per rimanere in Sicilia)
  • un cucchiaio di Olio evo (e con lo stesso principio, qui ho scelto un Nocellara del Belice)

Preparazione

Nella mia fantastica padella Dr. Green Risolì, vinta al contest di Risate & Risotti, ho fatto brasare dolcemente la cipolla con un po’ di olio e un po’ di acqua.

Spendiamo giusto due parole per il baccalà. La legge italiana, tramite il rifarsi al Decreto Ministeriale datato 1997 riserva la denominazione di “baccalà e stoccafisso” solo ai merluzzi delle specie Gadus morhua e Gadus macrocephalus (o merluzzo del Pacifico), commercializzati in forma salata (baccalà) o essiccata (stoccafisso). Sempre più spesso infatti si trovano in commercio dei “filetti di baccalà” sotto sale e parzialmente bagnati, che però provengono da altri tipi di pesce come il brosme. Quindi, attenzione! Il suo nome è una derivazione del portoghese bacalhao o dello spagnolo bacalao che a loro volta derivano dal fiammingo bakkaliaum, ed il cui significato letterale è ‘bastone di pesce‘.

Ho fatto tagliato il mio trancio di baccalà e l’ho rosolato un pochino e poi l’ho sfumato con mezzo bicchiere di vino.

Quando il vino è evaporato bene e non si sente più odore di alcol, ho versato la confezione di caponata con un po’ d’acqua.

Ho lasciato insaporire il baccalà per qualche minuto e l’ho portato a cottura. Volendo ci potete aggiungere un pizzico di peperoncino.

Fintio, in pochi minuti otterrete un piatto saporito e gustoso. Non vi resta che impiattare e decorare con un po’ di prezzemolo riccio. Buon appetito!

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Precedente Scarola in tegame con le olive Successivo Coniglio ripieno con asparagi