Crea sito

Tu hai una cosa sola. Lo so.... è fame!

Brasato al Barolo

Brasato al Barolo

Il brasato al Barolo è uno dei piatti simbolo della tradizione culinaria piemontese. Il nome deriva da “brasa” che, in dialetto piemontese, significa brace dei riferisce al tipo di cottura utilizzato in origine: la pentola con la carne veniva, infatti, posta al centro della brace e fatta cuocere per ore. Proprio la cottura lenta conferisce alla carne l’incredibile morbidezza. Per il taglio scegliete il cappello del prete, mentre per il vino se non avete il Barolo optate per un Nebbiolo o Barbaresco(provengono tutti e tre dal medesimo vitigno). La preparazione è un po’ lunga, ci vogliono circa 2 giorni per una corretta marinatura ma ne vale la pena!,

  • Preparazione: 2 Giorni
  • Cottura: 120 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 10 Persone
  • Costo: Alto

Ingredienti

  • 1 kg Cappello del prete
  • 1 Carota
  • 2 coste Sedano
  • 1 Cipolla
  • 1 rametto Rosmarino
  • 5 foglie Alloro
  • 5 Chiodi di garofano
  • 5 Bacche di ginepro
  • q.b. Pepe
  • q.b. Cannella
  • q.b. Noce moscata
  • 2 l Vino Barolo
  • q.b. Olio e burro
  • 2 cucchiaini Sale grosso

Preparazione

  1. Tagliamo le verdure a tocchetti abbastanza grossi, disponiamole in un recipiente, adagiamovi sopra la carne e aggiungiamo tutte le spezie e i gusti.

  2. Ricopriamo completamente la carne con il vino e lasciamo a marinare per 24 ore, rigirandola di tanto in tanto per fare in modo che si marini in modo omogeneo su tutti i lati. Per questa operazione è fondamentale NON pungere mai la carne quindi non utilizzate forchette o pinze per girarla ma aiutarsi con due palette.

  3. Trascorse le 24 ore asciughiamo bene la carne con un pezzo di carta assorbente e infariniamola. Poi facciamola rosolare su tutti i lati in una padella antiaderente con olio e burro.

  4. Scoliamo le verdure dal liquido della marinatura e adagiamole in un tegame.

  5. Una volta rosolata, spostiamo la carne sulle verdure e saliamola. Poi cuociamo a fuoco basso, ricoprendo man mano con il vino della marinatura. Ricordate sempre di NON punzecchia la carne

  6. A cottura ultimata, facciamo raffreddare la carne e raccogliamo le verdure (compreso il rosmarino sgranato, eliminando invece l’alloro) nel boccale del mixer e frulliamo fino ad ottenere una salsa densa.

  7. Versiamo la salsa appena ottenuta nel tegame e facciamola restringere per qualche minuto.

    Affettiamo la carne quando si sarà completamente raffreddata.

Note

  • Potete accompagnare il Brasato al Barolo con insalata o patate

Contorno facile di patate con la buccia: In una padella facciamo soffriggere il porro con l’olio, quando sarà appassito aggiungiamo le patate ben lavate ma non sbucciate, il rosmarino e il sale.

In questo modo le patate manterranno molti elementi nutritivi fondamentali: potassio, fibre, vitamina C, manganese e vitamina B6.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.