Zia va a Dublino

Dublino

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifArriva il consueto appuntamento con la rubrica “I viaggi di Zia”.
Oggi voglio raccontarvi di quando andammo in Irlanda.

Era il lontano 31 Marzo 2015 e sette baldi giovani si avviavano alla volta di Dublino.
Arrivati in loco, notarono che il sole era una chimera e che la primavera aveva dimenticato quelle zone.

Il freddo era troppo, ma invogliava alla ricerca di un locale dove sostare.

BESHOFF

Non lontano dall’albergo Charles Stewart situato in Parnell Square, si trovava il locale Beshoff, segnalato dalle guide come il miglior fish&chips di Dublino.

Ignari di quello che poteva accaderci, ci dirigiamo verso questo tipico piatto irlandese (e non solo).
I nomi dei pesci erano intraducibili, quindi unifichiamo le nostre scelte verso il Fresh Haddock, una sorta di merluzzo dal sapore delicato.

Alla modica cifra di 10€, ci viene offerto un trancio di pesce impastellato e fritto, delle patatine e una bibita.

dublino

 

Il pesce era davvero sostanzioso e molto saporito, nonostante la frittura abbastanza oliosa e la presenza di spine qua e là. Ma, cosa strabiliante, l’elemento assolutamente immangiabile del piatto erano le patatine: molli e insapori, questo contorno che dovrebbe essere parte necessaria di un fish and chips, era davvero davvero deludente.

COLAZIONE IRLANDESE

L’indomani, dopo la batosta dataci dal fish&chips, stanchi, ma ancora non distrutti, ci dirigiamo nelle segrete dell’albergo in cerca della colazione.

I più temerari di noi si accingono ad ordinare la tipica colazione irlandese: uovo fritto, bacon, fagioli dolci al pomodoro, salsicce e uovo strapazzato.

Dublino

 

L’unico elemento mancante che l’albergo non aveva, erano i tipici pudding a base di sangue e cereali (fortunatamente).
Era prevista anche una colazione per i più deboli di stomaco, a base di pane bianco tostato e marmellate.

ELEFANT & CASTLE

La sera stessa, dopo aver pranzato al volo, ci dirigiamo verso il famoso quartiere di Temple Bar.
Qui si contano decine e decine di pub tipicamente irlandesi, ma noi, essendo stati già istruiti in merito, ci dirigiamo verso una meta precisa: l’Elefant & Castle.
Pub con cucina tipica irlandese, leggermente più chic della media dei pub contigui.
Ci dirigiamo lì con l’obiettivo di assaggiare le famosissime alette di pollo speziate.

Dublino
http://www.elephantandcastle.ie/

Servite in un secchiello, le 24 alette di pollo piccantissime, troneggiano rosse e glassate al punto giusto.
Il contatto con le labbra è da evitare, ma purtroppo è inevitabile.
Il bruciore provocato dal peperoncino accompagna un sapore di pollo perfettamente cucinato e morbidissimo.

I meno temerari, invece, hanno ordinato un hamburger. Essendo fortemente amante del piccante, ho ordinato un chili burger.

Dublino
http://www.elephantandcastle.ie/

Questo fantastico hamburger era coperto da un piccante chili di carne e fagioli, il tutto servito con insalata, cipolle, pomodoro e cetriolo, il tutto per smorzare il fuoco del chili.
Come accompagnamento erano previste delle patatine fritte, rigorosamente fresche, fritte con la buccia, per risultare ancora più croccanti.

I prezzi del locale, però, erano leggermente esosi: un piatto a scelta più una birra a testa: 20€
Ma ne vale veramente la pena!

GUINNESS STOREHOUSE

Non lontano dal centro di Dublino, si trova la fabbrica della Guinness: la famosa birra scura simbolo dell’Irlanda.
Il biglietto ridotto per studenti di 14,50€, prevedeva la visita della fabbrica, con annesse spiegazioni sul procedimento di mistura dei cereali, la degustazione di uno shottino di birra, un corso di spillatura con annesso certificato e, come ricompensa per aver spillato un’ottima birra, la degustazione della stessa su una terrazza panoramica.

Dublino

 

MURRAY’S BAR

Sempre molto vicino al nostro albergo, lungo O’Connell St Upper, si trova uno storico pub: il Murray’s Bar.

Questo locale vanta una storia centenaria, dato che venne aperto da nonna Murray nel lontano 1908.
Il menù è pieno di prodotti tipici irlandesi: dal pasticcio di carne cotto alla guinness

Pasticcio di carne murray's bar

al salmone, che pare sia uno dei migliori al mondo,

Dublino

a degli assaggi di hamburger con carni tipiche in varie cotture.

IMG_0454

 

La nostra permanenza lì è stata davvero piacevole, buona musica, buon cibo, prezzi più che appropriati, nonostante non fosse previsto nessun alcolico; infatti abbiamo visitato il Murray’s di Venerdì santo, e in quel giorno gli irlandesi non servono alcolici: le birre vengono coperte da un telo bianco e viene servito solo del vino (?!).

 

La nostra vacanza, come al solito è stata molto ma molto soddisfacente.
Ogni luogo ha le sue tradizioni e noi abbiamo ampiamente il tempo di “assaggiarle” tutte.

Cesca



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento