Tortano pepe e sugna con lievito madre

Tortano

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifAdoro la Pasqua, perché oltre a tanti dolci, si porta dietro anche questo fantastico rustico: il tortano di pepe e sugna.
Nella tradizione napoletana ci sono milioni di varianti: chi ci mette l’uovo sodo spezzettato, chi ce lo mette in superfice con la buccia, chi lo condisce solo con pepe e sugna e chi invece, come me, aggiunge altri salumi e formaggi.
Avrete capito che c’è una varietà di versioni, ma la base è sempre quella.

Oggi vi presento la versione con lievito madre: non cambia molto, ma il lievito madre evita che il casatiello sappia eccessivamente di lievito, e fa in modo che cresca lentamente e in modo molto soddisfacente.

INGREDIENTI

  • Lievito madre 200g
  • Acqua 100g
  • Farina 600g
  • Sale q.b
  • Un cucchiaio raso
  • Pepe abbondante
  • Sugna 100g
  • Salumi vari
  • Ciccioli di maiale

PROCEDIMENTO

Come di consuetudine, dobbiamo ingrossare il lievito madre. In una planetaria impastare il lievito madre con 200g di farina e 100g di acqua.
Otterremo così un panetto abbastanza morbido che dovrà riposare fino al raddoppio.

Una volta cresciuto, aggiungiamo i rimanenti 400g di farina e acqua q.b. per ammorbidirlo (se è necessario).
Aggiungiamo il  sale, abbondante pepe e tutti i salumi tagliati a cubetti e i formaggi preferiti.

Imburrare con la sugna una teglia da ciambella, larga circa 30cm e alta.
Versarvi la pasta condita e lasciarla crescere finché non sarà arrivata all’orlo.
Cuocere il tortano a 200° finché sotto e in superficie non si sarà creata una spessa crosticina.

Tortano Tortano

 

Come potete notare dalle foto, l’esterno del vostro casatiello sarà ben abbrustolito, mentre l’interno sarà alveolato quasi come una pasta babà.
Vi assicuro che il sapore è davvero fenomenale!

Buon appetito
Cesca



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.