Ricette gelato a vari gusti

gelato

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gif

GELATI

Riporto in questo articolo alcune ricette che mi sono state segnalate.

Il gelato è un alimento molto apprezzato da grandi e piccini e viene consumato volentieri quando

fa caldo, ma c’è chi non resiste anche durante il resto dell’anno! Al giorno d’oggi le gelaterie che

producono gelati in modo artigianale senza aggiungere additivi o coloranti, ma utilizzando solo

materie prime di origine naturale, sono sempre meno. Imparare a riconoscere un gelato artigianale

da uno industriale o comunque al quale sono stati aggiunti dei coloranti o delle altre sostanze non è

poi così difficile.

Diffidate dei gelati dal colore acceso e finto, come ad esempio il pistacchio che deve presentare un

colore verde molto tenue e non un colore acceso; il gelato alla rosa invece se è quello vero deve

essere di colore bianco perché i petali non danno colore al prodotto! Ecco alcune regole per riuscire

a capire se quello che stiamo per consumare è un buon prodotto o meno. Quando ci rechiamo in

una gelateria dobbiamo sempre fare attenzione agli ingredienti che sono stati utilizzati perchè

questi devono essere esposti. E’ meglio diffidare di quelle gelaterie che dicono gli ingredienti usati

solamente a voce. Il valore energetico del gelato (il contenuto di calorie) non è obbligatorio esporlo,

solamente poche gelaterie infatti lo dicono. Non è un aspetto negativo questo, ma ci sono parecchie

persone che preferiscono saperlo. Sicuramente gli ingredienti non saranno i medesimi da un posto

all’altro: ci saranno i posti dove si preferirà spendere meno nelle materie prime ottenendo così un

prodotto di qualità inferiore e spendendo decisamene meno rispetto a chi utilizza tutti ingredienti

di qualità. La velocità con la quale si scioglie il gelato è un altro indice di qualità. Sembrerà strano,

ma più in fretta si scioglie, più risulta essere genuino perché la difficoltà a sciogliersi è un segnale

che presenta dei grassi di origine vegetale al suo interno. Un altro criterio per scartare gelati

non “perfetti” è quello di scartare quelli che risultano essere troppo dolci, quasi addirittura nauseanti

al palato e che ci fanno sentire pesanti, troppo pieni insomma.

 

1. Gelato al melone:

200 g di polpa di melone bello dolce; 150 g di zucchero (la quantità

di zucchero può variare in base alla dolcezza del melone e a seconda del gusto di chi lo

prepara); 150 g di latte; 100 g di panna fresca; il succo di mezzo limone. Per preparare

questo gelato bisogna frullare il melone con zucchero e limone, aggiungere il latte e la panna

e dopo aver mescolato mettere nella gelatiera per mezz’ora.

2. Gelato all’albicocca:

200 g di polpa di albicocche; 150 g di zucchero; 150 g di latte; 100 g

di panna fresca. Incorporare lo zucchero alle albicocche precedentemente denocciolate e

frullate, quindi aggiungere il latte e la panna fresca. Versare il composto nella gelatiera e

lasciar girare per 25 minuti.

3. Gelato alla banana:

200g di polpa di banane; il succo di un limone; 150g di zucchero; 150g

di latte; 100g di panna. Frullare le banane fino ad ottenere una crema, quindi aggiungere

lo zucchero, il succo di limone, la panna ed il latte. Dopo aver mescolato mettere nella

gelatiera per 30 minuti circa.

4. Gelato alle fragole:

200 g di fragole; 150 g di zucchero; 150 g di latte; 100 g di panna;

un pezzo di scorza di limone preferibilmente non trattato. Scaldare il latte con la scorza

di limone e lasciarlo raffreddare. Frullare le fragole ed aggiungervi lo zucchero, il latte

raffreddato e la panna. Sistemare nella gelatiera per mezz’ora.

5. Gelato al limone:

400 g di acqua; 400 g di zucchero; 250 g di latte; il succo di circa 8 limoni

(circa 300 g); a scelta per dare un sapore più piacevole e particolare si possono aggiungere

un paio di foglie di salvia al composto. Preparare uno sciroppo con l’acqua, lo zucchero e la

salvia e lasciarlo bollire per tre minuti. Aggiungere quindi il latte ed il succo di limone ed

una volta raffreddato sistemare il tutto nella gelatiera per una mezz’oretta.

6. Gelato alle more:

250 g di more; 150 g di zucchero; due tuorli; 300 g di latte; 200 g

di panna. Frullare le more e unirle alla panna. A parte sbattere i tuorli con lo zucchero

fino a farli diventare chiari, quindi unire il composto alla frutta. Aggiungere il latte

precedentemente fatto bollire. Una volta freddo mettere nella gelatiera per 40 minuti.

7. Gelato alle pesche:

200 g di pesche belle dolci; 100 g di zucchero; 300 g di acqua; il succo

di un limone. Preparare uno sciroppo con acqua e zucchero, lasciar raffreddare e mentre

frullare le pesche denocciolate. Unirle allo sciroppo insieme al succo di limone e mettere

nella gelatiera per venti minuti.

8. Gelato all’ananas:

200 g di ananas; 150 g di panna; 100 g di zucchero; un tuorlo d’uovo;

qualche cucchiaio di succo di ananas e qualche goccia di limone. Per realizzare questo gusto

bisogna lavorare il tuorlo con metà dello zucchero fino a quando il composto non raggiunge

una colorazione chiara, quindi aggiungere la panna. Frullare una parte di ananas lasciandone

qualche pezzetto intero e sciogliere lo zucchero rimasto nel succo di ananas con l’aggiunta di

alcune gocce di succo di limone. Mescolare tutto e mettere in gelatiera per 35 minuti.

9. Gelato alla menta:

250g di latte; 100 g di panna fresca; un bel pugno di foglie di menta; tre

tuorli; 100 g di zucchero. Fate bollire il latte con metà dello zucchero, una volta tolto dal

fuoco aggiungere le foglie di menta e lasciarle per un quarto d’ora circa. Mescolare i tuorli

con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro. Rimettere sul fuoco il latte e portare

ad ebollizione. Filtrare il composto per eliminare le foglioline di menta e aggiungere metà

del latte ancora bollente sulle uova sempre continuando a mescolare. Aggiungere tutto il

latte e rimettere per qualche minuto il composto sul fuoco senza farlo bollire. Lasciatelo

raffreddare e mettetelo nella gelatiera per 30 minuti circa.

10. Gelato alla crema:

400 g di latte; 100 g di panna fresca; 4 tuorli; 150 g di zucchero; un pezzo

di stecca di vaniglia. Scaldate il latte e la pann con il pezzo di stecca di vaniglia. Sbattere

i tuorli con lo zucchero fino a quando non diventano chiari. Unire il latte caldo e lasciar

cuocere fino a quando la crema non lascerà il cucchiaio velato. Far raffreddare il composto e

sistemarlo per 35 minuti circa nella gelatiera.

 

11.

Una volta che è stata preparata la crema è possibile creare anche il gusto malaga. Per

prepararlo bisogna seguire le istruzioni della ricetta precedente con l’unica differenza che al

momento di mettere il composto nella gelatiera bisogna unirvi anche 50g di uvetta strizzata,

lasciata precedentemente ammorbidire in acqua tiepida con l’aggiunta di un goccio di rum.

12.

Gelato al cioccolato: 200 g di latte; 200 g di panna fresca; 100 g di zucchero; 100 g di

cioccolato fondente; un tuorlo. Ridurre il cioccolato a pezzi piuttosto piccoli e farlo

sciogliere a bagnomaria con un goccio di latte. Mentre sbattere il tuorlo con lo zucchero

fino a quando il composto non diventa chiaro, quindi diluire il composto con il latte rimasto.

Aggiungere anche la panna ed il cioccolato fuso. Amalgamare bene e mettere in gelatiera

per una mezz’ora circa.

13.

Una valida e gustosa alternativa al classico gelato al cioccolato fondente può essere

rappresentata dal cioccolato bianco. Le uniche varianti da fare alla ricetta precedente

consistono nel sostituire il cioccolato fondente con quello bianco e nell’aggiungere un

baccello di vaniglia al latte che va fatto scaldare. E’ molto gustoso e particolarmente amato

dai golosi come me!

14. Gelato alla nocciola:

200 g di panna 100 g di latte; 4 tuorli; 120 g di zucchero; 150 g di

nocciole tritate. Bollire le nocciole, il latte e la panna. Montare le uova con lo zucchero

fino ad ottenere una crema chiara, quindi aggiungere il composto precedentemente messo

sul fuoco. Riportare sul fuoco fino a quando il cucchiaio non risulterà velato sempre

continuando a mescolare per non farlo attaccare al fondo o ai bordi. Sistemate il tutto nella

gelatiera e lasciate girare per 40 minuti circa. Un trucco per ottenere un gelato più morbido

può essere quello di aggiungere al gelato gli albumi montati a neve prima di metterlo nella

gelatiera.

15. Gelato al riso:

100 g di riso; 500 g di latte; 200 g di zucchero; scorza di un limone; un

baccello di vaniglia; mezzo bicchierino di alchermes; un pizzico di sale. Bollire il riso

nel latte al quale avremo aggiunto un pizzico di sale, la scorza di limone ed il baccello di

vaniglia. Togliere dal fuoco, togliere la vaniglia ed il limone e frullare il tutto. Versare il

composto nella gelatiera per una mezz’ora circa.

16. Gelato al fior di latte:

150 g di zucchero; 200 g di latte; 200 g di panna fresca; un pezzo

di stecca di vaniglia. Sciogliere sul fuoco lo zucchero con 100 g di latte e la vaniglia.

Aggiungere la restante parte di latte e la panna. Una volta che il composto è a temperatura

ambiente sistemarlo nella gelatiera per 45 minuti circa.

17.

Una volta preparato il gelato al fiordilatte è molto semplice ottenere il gusto alla

stracciatella. Quando il composto è nella gelatiera e risulta essere quasi pronto bisogna

aggiungere il cioccolato fondente fatto precedentemente a pezzi molto piccoli e far girare

ancora la gelatiera così che il gelato risulti essere uniforme! C’è chi aggiunge anche dei

tuorli d’uovo a questo gusto, ma a me ad esempio piace anche molto nella versione bianca!

18. Gelato alla papaia:

tre o quattro pezzetti di papaia; 400 g di panna fresca; 100 g di latte;

130 g di zucchero. Frullare la papaia e aggiungere lo zucchero e la panna fresca, quindi

mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Sistemare nella gelatiera e lasciar

girare per una mezz’oretta circa.

19. Gelato al caffè:

200 g di panna fresca; 150 g di latte; 100 g di zucchero; due uova; una

tazzina di caffè ristretto. Sbattere le uova con lo zucchero fino a quando il composto non

risulta essere chiaro. Scaldare sul fuoco il latte e la panna ed aggiungere il composto con

le uova ed anche il caffè. Lasciar cuocere per qualche minuto, dopo di che sistemare nella

gelatiera e lasciar girare per 25/30 minuti circa.

20.

Per ottenere un ottimo gelato allo zabaione invece è necessario solamente sostituire agli

ingredienti della preparazione del gelato alla crema il vino (il moscato va benissimo, ma

anche il marsala all’uovo o un altro vino dolce) al posto del latte, per il resto potete seguire i

passaggi del gelato alla crema.

21. Gelato al crème caramel:

la base per questa gustosa ricetta è il gelato alla crema della ricetta

precedente al quale bisogna però aggiungere il caramello (anche quello già pronto può

andare bene!)quando il composto è ancora caldo, poi una volta raffreddato e mescolato lo si

mette nella gelatiera e in 40 minuti circa è pronto!

22. Gelato alla vaniglia:

500 g di latte; 180 g di zucchero; cinque tuorli; un baccello di vaniglia;

un pizzico di sale fino. Lavorare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto

chiaro. Scaldare il latte sul fuoco con il baccello di vaniglia e il pizzico di sale fino.

Aggiungere il composto con le uova e cuocere per alcuni minuti sempre mescolando fino a

quando il cucchiaio sarà velato. Sistemare nella gelatiera e lasciar girare per 40 minuti circa.

23. Gelato allo zibibbo:

500 g di latte; 150 g di zucchero; quattro tuorli; un baccello di vaniglia;

un pò di uvetta sultanina; mezzo bicchiere di vino zibibbo. Lavorare i tuorli con lo zucchero

fino ad ottenere una crema chiara. Unire il composto al latte precedentemente scaldato con

il baccello di vaniglia fino a quando il cucchiaio non risulterà velato. Aggiungere l’uvetta

tritata e lo zibibbo, quindi mescolare e mettere nella gelatiera per una mezz’ora circa.

24. Gelato alle castagne:

300 g di marmellata di castagne; 100 g di zucchero; un paio di tuorli

d’uovo; 100 g di panna fresca; 250 g di latte; un cucchiaio di miele millefiori. Sbattere i

tuorli con lo zucchero fino a farli diventare chiari, quindi unire la marmellata, il miele, la

panna ed il latte. Mettere nella gelatiera per quaranta minuti.

25. Gelato al fior di latte con marrons glacès:

150 g di marrons glacès; 200 g di latte; 200 g di

panna; 130-150 g di zucchero. Per il procedimento bisogna seguire le istruzioni della ricetta

precedente del fior di latte. Quando il gelato all’interno della gelatiera risulta essere quasi

pronto allora si possono aggiungere i marrons glacès ridotti in piccoli pezzi.

26. Gelato allo zenzero:

50 g di zenzero fresco; 500 g di latte; cinque tuorli; 150 g di zucchero.

Dopo aver grattugiato lo zenzero metterlo a bollire nel latte. Sbattere i tuorli con lo zucchero

fino a farli diventare chiari, unire il composto al latte e riportare sul fuoco. Far bollire fino

a quando il cucchiaio non risulterà velto. Lasciare raffredare il tutto e sistematelo nella

gelatiera per una mezz’oretta.

27. Gelato allo yogurt:

300 g di yogurt intero; 500 g di latte; 100 g di panna fresca; 100 g di

zucchero; un albume. Scaldate il latte con lo zucchero. Quando è freddo aggiungere lo

yogurt, la panna e l’albume leggermente sbattuto per renderlo più morbido, quindi metterlo

nella gelatiera per 40 minuti.

28. Gelato al cocco:

150 g di polpa di cocco; 300 g di latte; 100 g di panna; 100 g di zucchero.

Frullare la polpa di cocco e ricoprirla con 100 g di latte caldo per dieci minuti dopo di che

filtrare attraverso un canovaccio e strizzare per bene il cocco. Scaldare la restante parte di

latte con lo zucchero, unire i due composti e la panna, quindi lasciare raffreddare.

29. Gelato al gianduia:

un uovo; 100 g di cioccolato gianduia; 150 g di zucchero; 100 g di burro;

100 g di amaretti; 50 g di mandorle tostate. Lavorare l’uovo con lo zucchero, poi unirvi i

burro precedentemente montato a neve. Dopo aver frullato le mandorle e gli amaretti unirle

al composto precedente, quindi mettere il tutto nella gelatiera per 40 minuti circa.

30. Gelato al tè:

50 g di tè; 140 g di zucchero; 500 g di latte; una scorza di limone non trattato.

Far bollire il latte con la scorza di limone, poi aggiungere la polvere di tè lasciandola in

infusione per una decina di minuti. Sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una

crema chiara. Filtrare il latte e aggiungerlo alle uova. Riportare ad ebollizione e lasciarlo

raffreddare, quindi sistemare nella gelatiera per 25 minuti circa.

31. Gelato alle rose:

500 g di latte; alcune rose; 8 tuorli; 120 g di zucchero; 250 g di panna

fresca. Far bollire il latte e mettervi i petali delle rose in infusione per una mezz’ora circa.

Lavorare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro. Filtrare il latte

ed unirlo alle uova. Rimettere sul fuoco fino a quando il cucchiaio non risulterà velato.

Aggiungere la panna, mescolare e sistemare nella gelatiera per una mezz’oretta.

32. Gelato allo zafferano:

una bustina di zafferano; 400 g di latte; 70 g di zucchero a velo; 150

g di latte condensato (si trova in barattoli, oppure nei tubetti); 250 g di panna fresca; un

pizzico di sale fino. Mettere sul fuoco il latte con lo zucchero e lo zafferano fino a farlo

bollire, poi fatelo raffreddare. Una volta freddo aggiungere il latte condensato, il pazzico di

sale e la panna fresca. Frullare il tutto e versare nella gelatiera lasciandolo girare per trenta

minuti circa.

33. Gelato fior di latte all’amaretto:

80 g di amaretto; mezzo cucchiaio di essenza di mandorle

dolci; 200 g di latte; 200 g di panna fresca; 150 g di zucchero. Procedere come per la ricetta

base del fior di latte e quando il gelato all’interno della gelatiera inizia ad essere più denso

aggiungere gli amaretti ridotti in piccoli pezzi e quando il gelato risulta essere quasi della

giusta consistenza aggiungere poco alla volta l’essenza di mandorle.

34. Gelato di cachi:

300 g di polpa di cachi belli dolci; 50 g di zucchero; un pizzico di cannella

in polvere; 150 g di acqua; il succo di un limone. Preparare uno sciroppo con acqua e

zucchero. Lasciarlo raffreddare e unirvi la polpa di cachi, il pizzico di cannella ed il succo di

limone. Mettere nella gelatiera e lasciar girare per 50 minuti circa.

35. Gelato di cioccolato alla cannella:

150 g di cioccolato amaro; un bastoncino di cannella; un

chiodo di garofano; 200 g di latte; 200 g di panna; 130 g di zucchero. Portare ad ebollizione

il latte con la cannella, lo zucchero ed il chiodo di garofano. Sciogliere il cioccolato con un

goccio di panna e lasciarlo raffreddare un po’. Aggiungerlo al resto del latte e alla panna.

Una volta a temperatura ambiente metterlo nella gelatiera per 40 minuti circa.

36. Gelato alla ricotta:

500 g di ricotta romana; quattro tuorli; 100g di zucchero; un bicchierino

piccolo di rum. Montare le uova con lo zucchero fino a quando otterranno un colore bianco,

aggiungervi la ricotta ed il rum, mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo quindi

mettere nella gelatiera per mezz’ora.



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento