Ravioli ripieni di ragù bianco e tartufo

Ravioli

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifCi sono regali veramente graditissimi. Uno di questi è l’ultimo fattomi dalla mia amica Jessica (sotto vivissimo consiglio di suo padre, a cui mi inchino per la meravigliosa idea).
Si tratta di una buonissima salsa tartufata che hanno scoperto durante la sagra del tartufo.

Ravioli

 

Facendo onore a questo bellissimo dono, ho deciso di farcire l’interno dei miei ravioli con un semplicissimo ragù bianco e questa salsa, così da conferire alla carne un sapore unico e spiccato.

INGREDIENTI

  • Farina 400g
  • Semola rimacinata di grano duro 100g
  • Uova 4
  • Olio d’oliva 1 cucchiaio
  • Sale 1 pizzico
  • Salsa Tartufata
  • Trito di maiale 300g
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Battuto di carota, sedano e cipolla
  • Spicchio d’aglio
  • Sale e pepe

PROCEDIMENTO

Nella planetaria versare le due farine e dar loro una mescolata.
Aggiungere un pizzico di sale e procedere con l’aggiunta di un uovo alla volta.
Prima dell’ultimo uovo, condire con un cucchiaio di olio d’oliva.
Terminare gli ingredienti ed impastare per qualche minuto, finché non risulterà un impasto compatto e liscio.
Trasferire sulla spianatoia il contenuto della planetaria e impastare a mano per formare un panetto.

Avvolgerlo nella pellicola da cucina e lasciarlo riposare in frigo per qualche ora.

Nel frattempo, in una padella capiente, riscaldare un po’ di olio e farvi soffriggere l’aglio.
Quando si imbiondisce, aggiungere il trito di cipolla, carota e sedano e far insaporire.
Qui ho aggiunto un po’ di erba cipollina e basilico tritato, per dare un tocco in più.

Versare la carne e girarla spesso per tenerla separata.
Salare e pepare e, quando si sarà ben rosolata, bagnare col vino bianco e lasciar cuocere.

Quando saranno spariti tutti i liquidi, trasferire il ragù in una scodella fredda e far intiepidire.
Aggiungere 3/4 cucchiaini di salsa tartufata e mescolare bene.

Adesso che avete pronto il ripieno, basterà solo stendere la pasta.
Stendete la pasta a spessore 6 (con la macchina tradizionale a manovella) aiutandovi con la semola (non la farina 00). Calcolare l’ampiezza che si vuole dare a ciascun raviolo e depositare mucchietti di ripieno, senza esagerare.
Se la pasta è troppo secca, potete bagnarvi un dito e tracciare il contorno del raviolo: questo servirà ad incollare la parte superiore e non farla aprire in cottura.

Coprire i ravioli, facendo attenzione a far uscire l’aria in eccesso, e tagliarli della forma che si preferisce.

Ecco pronti i vostri ravioli di ragù bianco e tartufo.
Vi consiglio di condirli con un semplice sugo, con la bolognese, con burro e salvia, oppure con una fonduta leggera.

Ravioli

 

Buon appetito
Cesca



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento