Pizza al tegamino speck e patate

Tegamino

 photo Ci stiamo trasferendo_zpsuoccljns.gifLa pizza al tegamino, contrariamente da quanto si pensa, viene preparata in più parti d’italia, non solo a Torino, dove è stata inventata.

Anche io, che vivo in Campania, sono solita cuocere la pizza sistemandola in teglie con bordo alto, solo che qui si indicano col nome di ruoto.

Qui si cuoce la pizza, la pizza di scarole e tantissime pizze ripiene.
La ricetta della pizza è semplicissima, praticamente acqua e farina, ma la si può condire con qualsiasi specialità!

INGREDIENTI per una pizza

  • Farina Varvello Pizzagiovane 100g
  • Farina 00 50g
  • Lievito di birra 5g
  • Acqua tiepida 50ml
  • Zucchero 1 cucchiaino
  • Sale 1/2 cucchiaio raso
  • Patata 1 grande
  • Speck 3/4 fette tagliate spesse

PROCEDIMENTO

Per prima cosa dobbiamo impastare la base per la pizza.

In una ciotola mescolate le farine, io ne ho usate due diverse perché non digerisco facilmente i carboidrati e con l’aiuto di PizzaGiovane Varvello  la rendo più digeribile.

Da parte sciogliete il lievito nell’acqua leggermente tiepida e aggiungetevi anche un cucchiaino di zucchero che aiuterà la lievitazione.
Unite l’acqua alla farina mescolando dapprima con una forchetta e poi, quando l’impasto sarà ben sodo da manovrare, potrete impastarlo a mano.

Lasciate crescere per circa un’ora in un luogo caldo senza sbalzi di temperatura.
Per il condimento ho scelto patate e speck, perché oggi piove e non fa molto caldo, e questa farcitura mi ha ricordato una baita di montagna dove potersi riparare.
Potete ovviamente condire la pizza come volete.

Lessate una patata grande e lasciatela raffreddare nella sua acqua.
Tagliate lo speck spesso e tagliate una julienne che in cottura si incroccantirà.

Quando la pasta sarà cresciuta, oliate una teglia dal bordo alto e stendetela, facendo attenzione a non strapparla e a tenerla comunque un po’ spessa.
Rimettetela da parte per farle riprendere spessore, per almeno una mezz’oretta.

Accendete il forno a 220° e cominciate a condire la pizza.

Spezzettate le patate già lessate e sistematele in una ciotola con un pizzico di sale, rosmarino e olio d’oliva.
Così facendo, eviterete di condire troppo la pasta e lo speck che è già munito di grasso.

Poggiate le patate sulla pizza ed infornate.
Metteremo lo speck a fine cottura, insieme ad un’eventuale mozzarella, perché tende ad indurirsi.

Quando la pizza sarà colorata alla base, aggiungete lo speck ed accendete il grill.
Ecco pronta una pizza gustosissima e con pochi grassi!

Tegamino Tegamino

Buon appetito
Cesca



The following two tabs change content below.
Chiamatemizia

Chiamatemizia

Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.
Chiamatemizia

Ultimi post di Chiamatemizia (vedi tutti)

Lascia un commento