Arancini di riso

Goduria assoluta! Sembra una ricetta complessa, in realtà è solo un po’ lunga ma ci si può organizzare in più passaggi e il risultato è un successo garantito. Generalmente preparo la carne e i piselli in giorno prima, poi mi dedico al risotto e all’assemblaggio. Le dosi sono notevoli perchè… è molto comodo tenerli in freezer per ogni necessità. C’è sempre una festa, un compleanno, un’occasione con gli amici…

DSCN0813

 

 

 

 

 

 

Ingredienti per 50 arancini

  • 750 gr. di muscolo di manzo
  • 1 spicchio di aglio
  • 400 gr. di pomodori pelati
  • dado
  • 8/10 cucchiai di olio evo
  • 500 gr. di piselli
  • 1 cipolla
  • 300 gr. di formaggio grana
  • 1,5 kg di riso
  • 3 lt. di brodo
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 5 uova (3 + 2 per la panatura)
  • 300 gr. di pecorino fresco a dadini
  • 200 gr. di farina (per la panatura)
  • 300 gr. di pangrattato (per la panatura)

Procedimento

  1. Ponete in una casseruola 5 cucchiai di olio, lo spicchio di aglio e fate rosolare la carne su tutti i lati. Poi unite i pelati, un bicchiere di acqua calda, due/tre cucchiai di dado (o un paio di dadi) e fate cuocere a fuoco molto basso per 3/4 ore. Fate raffreddare e, con l’aiuto di un robot da cucina, tritate la carne.
  2. In un tegamino fate appassire la cipolla tritata finemente con un paio di cucchiai di olio, poi aggiungete i piselli. Salate, pepate e fate cuocere per circa 1 ora.
  3. Preparate il risotto: fate soffriggere mezza cipolla con 4/5 cucchiai di olio in una padella larga. Aggiungete il riso e fatelo tostare, sfumate con il vino bianco poi aggiungete il brodo man mano che viene assorbito.
  4. Quando il riso è quasi cotto aggiungete la carne tritata e qualche cucchiaio di sugo (attenzione a non aggiungerne troppo: il riso deve essere condito ma non brodoso), il formaggio grana e i piselli.
  5. Terminate la cottura e lasciate intiepidire.
  6. Nel frattempo preparate la “catena” per la panatura: una ciotola con la farina, una ciotola con due uova sbattute allungate con un pochino di acqua, una ciotola con il pan grattato.
  7. Aspettate che il riso di intiepidisca poi aggiungete 3 uova, amalgamate bene il tutto e formate delle palline (grandezza palla da tennis) all’interno delle quali inserite qualche dadino di pecorino.
  8. Passate ogni pallina nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato. (Questa operazione viene bene se c’è un “addetto” per ogni step – occasione per mettere all’opera marito e figli – altrimenti preparate prima tutte le palline infarinate poi proseguite con il passaggio nell’uovo e nel pangrattato).
  9. Fate friggere pochi arancini per volta per circa 5 minuti. (Io ho usato la friggittrice con 4 arancini alla volta).
  10. Potete surgelare gli arancini (prima su un vassoio in modo che si solidifichino bene) e trasferirli nel sacchetti gelo pronti per essere fritti e gustati.
  11. Il tempo di frittura si allunga un po’ (10/15 minuti) ma il risultato è eccellente.

 

 

Precedente Zucchine ripiene di quinoa, bulgur e verdure Successivo Minni i virgini