Sterilizzazione casalinga dei vasetti

I primi frutti per le marmellate stanno arrivando. Proprio questa mattina ho comprato dal mio fruttivendolo di fiducia una cassetta di fragole da 5 kg ad un ottimo prezzo e dato che non dureranno ancora molto è tempo di marmellata da mettere a riposare in dispensa, pronta per le prossime torte o per la colazione.

È indispensabile quindi sterilizzare i contenitori per le conserve. Personalmente uso i classici vasetti di vetro della Bormioli con tappi nuovi  ogni anno, il cui costo è davvero esiguo in confronto ai rischi che si corrono nel creare un contenitore non sterile e davvero ermetico! MAI utilizzare quelli di riciclo di altri prodotti acquistati durante l’anno, non mi fido della chiusura ermetica di tappi già usati e compromettere una conserva è molto pericoloso. Quelli eventualmente li uso per surgelare il ragù o altre preparazioni di più veloce utilizzo e che richiedono una diversa conservazione.

Per chi non dispone di uno sterlizzatore a casa, ecco come procedere:

  1. Dopo averli lavati e sciacquati molto bene (anche in lavastoviglie), mettete i vasetti in una pentola pesante alta.
  2. Riempite con una quantità di acqua fredda necessaria a ricoprire totalmente i vasetti.
  3. Portate ad ebollizione a fuoco vivace.
  4. Abbassate la fiamma e fate bollire il tutto dolcemente per almeno 30 minuti.
  5. Togliete dalla pentola i barattoli con un forchettone o una pinza. Metteteli rovesciati su uno strofinaccio da cucina pulito. Dopo qualche minuto voltateli con l’apertura verso l’alto per fare evaporare l’acqua depositata internamente.
  6. Riempite fino a un centimetro dal bordo con il prodotto ancora caldo e chiudeteli.
  7. Capovolgeteli subito su un piano non troppo freddo per almeno cinque minuti, per ottenere la chiusura sotto vuoto.
  8. Raddrizzate i vasi e lasciateli raffreddare a temperatura ambiente.

Consiglio di utilizzare i vasetti da 250 gr. (misura media) perché una volta aperti il prodotto si consumerà più in fretta e perché possono diventare un’ottima alternativa ai regali di Natale!

Precedente Minestrone di verdure (ricetta light) Successivo Sformato di cavolfiore