Rosticceria Siciliana ( Ricetta di un Bar )

BuonaSera Cari lettori , stasera vi posto la ricetta della rosticceria Siciliana , scrivo ricetta di un Bar perchè mi ha dato la ricetta mio compare che ci lavora 😉

L’ho provata ieri ed ho preparato i rollò con wurstel e Calzoni al forno, ma la base della pasta è ottima anche per delle pizzette , ravazzate , cipolline ecc….

Soffice, leggermente dolce , buonissima anche il giorno dopo, ideale per dei buffet , compleanni , per spuntini di metà mattina , pranzo e cena ……insomma a qualsiasi ora del giorno :-)

Ho già postato una ricetta simile, anch’essa ottima …ma questa è proprio la ricetta della rosticceria siciliana che compriamo al Bar , GRAZIE COMPARE :-)

INGREDIENTI:

  • 500 gr di farina MANITOBA ROSIGNOLI MOLINO

  • 50-60 gr di zucchero

  • 10 gr di sale

  • 70 gr di strutto ( o Burro ma l’impasto risulterà più croccante)

  • 1 Bustina e mezza di lievito in polvere chimico o 25 gr di lievito di birra

  • 125 ml di latte

  • 125 ml di acqua

PER IL RIPIENO:

  • Wurstel ( io utilizzo anche quelli farciti di formaggio ) Q.b

  • Prosciutto Cotto Q.B

  • Mozzarella Q.B

  • Passata di Pomodoro condita con sale , pepe , olio e origano  Q.B

PROCEDIMENTO:

  • Impastate con la planetaria o un robot da cucina la Farina, lo zucchero, il sale , lo strutto e il lievito per qualche minuto

  • Aggiungete a Filo l’acqua e il latte e impastate il tutto fino ad ottenere un composto un pò impiccicoso

  • Finite di lavorare l’impasto su una spianatoia aiutandovi con pochissima farina , l’impasto deve rimanere impiccicoso

  • Lasciate lievitare l’impasto

  • Impastate di nuovo il tutto e lasciare nuovamente lievitare 

  • Stendete l’impasto e utilizzetelo per preparare ciò che desiderate :-) io ieri ho fatto i rollò con wurstelarrotolando una striscia di impasto a uno wurstel intero, dove ho spennellato sopra dell’uovo sbattuto e aggiunto dei semi di sesamo ( la mano è della mia cara Zia Laura :-)  ) poi ho preparato i calzoni ripieni di prosciutto, mozzarella e un pò di passata di pomodoro sia dentro che fuori e ho lasciato riposare il tutto per un’altra mezz’ora prima di infornarli a 220 C° per circa 15-20 minuti in alcuni calzoni sopra ho messo un pò di Pomodorini Secchi Piccanti AGROMONTE …Che delizia :-) Belli vero ???? A Presto e alla Prossima Ricetta …

67 commenti su “Rosticceria Siciliana ( Ricetta di un Bar )

  1. carmen il said:

    vorrei tanto provare la ricetta ma essendo la prima volta non so quanto tempo deve lievitare prima di reimpastarlo e prima di stendere la pasta ciao

  2. domani preparerò le ravazzate con questa ricetta! ho già comprato tutti gli ingredienti, ma purtroppo non ho trovato la farina, ne userò una di tipo 0 qualsiasi,spero che verrà bene! ti farò sapere!!

  3. Salve

    Sono giorni che cerco di ricreare questa ricetta.., e non capisco perchè solo io non riesca :( ; una volta fatto l’impasto e lasciato lievitare per qualche ora , dopo che lo reimpasto e o lo stendo.., lui perde completamente il suo volume.. sarà dovuto alla scarsa qualità del lievito di birra che uso?? :(

    Perchè è importante che rimanga appiccicoso?

    Attendo istruzioni :( grazie 1000 in anticipo!

    • Salve a Lei Carlo ….il primo impasto deve rimanere un pò impiccicoso ma cq la consistenza successivamente dovrà essere come l’impasto del pane circa….. Cmq credo che sia il lievito:-( Mi dispiace che a lei non riesce, molti mi hanno scritto che con questa ricetta hanno fatto una gran figura ….Ci riprovi e mi faccia sapere , A Presto

  4. Giuseppe il said:

    salve, :) complimenti davvero ottimi ma una domanda! la farina deve per forza essere MANITOBA ROSIGNOLI MOLINO oppure basta una semplice farina di tipo 0 ? per i tempi di lievitazione quanto deve stare?

    • Non deve essere per forza la marca rosignoli molino , ma Tipo MANITOBA SI :-) per tempo di lievitazione il tempo che l’impasto raddoppia del suo volume :-)
      Grazie per esser passato dal mio blog, mi faccia sapere se la ricetta è stata di suo gradimento ….Ma sono certa di si

      • Giuseppe il said:

        Grazie per la risposta velocissima!! xD domani la provo e ti faccio sapere ma la farina americana ( ho trovato solo qsta :/ ) va bn cmq?

      • Giuseppe il said:

        oK grazie =) domani provo a farla! e ti faccio sapere ma ho trovato al supermercato la farina maritoba americana è uguale?

  5. Giuseppe il said:

    Volevo chiederti ma se dovessi usare il lievito normale e no quello in bustine quanto ne dovrei usare ( panetti da 25 ) 1 e mezzo? sempre allo stesso modo?

  6. Nicola il said:

    La ricetta è ottima ed il risultato perfetto !
    ho fatto i rollò, i calzoni e le pizzette, sono venuti proprio come quelli del bar.

  7. Martina!! Una potenza è questa rosticceria siciliana!!
    Più volte preparata rigorosamente nel forno a legna.
    S P E T T A C O L O ! ! ! =D
    Se vi serve un aspirante chef siciliano, sono a disposizione.
    Ettore.

  8. Riccardo il said:

    Salve, complimenti per il blog, UTILISSIMO!!
    In merito alla ricetta, volevo sapere quanti gr di impasto devo utilizzare per fare i mignon e i pezzi normali grandi. Grazie in anticipo.

  9. Valentina il said:

    come faccio ad evitare che la mozzarella esca totalmente durante la cottura? puoi consigliarmi un modo efficace per chiudere i calzoncini?
    grazie

  10. silvia il said:

    Buonissimo!!! grazie per la ricetta!! pensavo non sarei riuscita ad equiparare quelli di rosticceria… invece… le mie modifiche: ho usato burro e come farina ho utilizzato la pulcinella della spadoni..ottima.Ho lavorato la pasta e fatta lievitare ogni volta per circa 10volte(12/13 ore) fantastico!!grazie

  11. Maria Giovanna il said:

    Ciao Martina sono una siciliana come te…!! Ieri ho provato la tua rosticceria siciliana…è stata un successo!! Mio padre mi ha detto mi raccomando non perdere questa ricetta perchè è buonissima…ti ringrazio per questa ricetta e fai un ringraziamento a tua compare da parte mia!

  12. andrea il said:

    ho seguito la tua ricetta prima 500 gr di sola manitoba e dopo ho provato con 300 gr di 00 e 200 gr di matitoba la prima la pasta è un po’ meno morbida della seconda.

  13. Roberta il said:

    Li ho preparati per la festa del mio bimbo..sono venuti squisiti,ho fatto un figurone!!unico accorgimento, ho seguito il consiglio di un utente, ovvero di far lievitare la pasta per tantissimo tempo… :(. La pasta è venuta troppo morbida e nel fare le forme si rompeva tutta…così ho dovuto usare più pasta per singolo pezzo e non mi è bastata…ho riimpastato e mi sono rifatta ai tempi originali….impastò perfetto!!! Grazie mille per questa ricetta sarà il mio cavallo di battaglia per tutte le feste!!!!

  14. Marco il said:

    Sembra buonissima. Domani proverò a farli ma avrei delle domande. Con mezzo kilo di farina quanti mignon vengono? Vorrei fare le pizzette. Dopo aver fatto l’impasto e fatto lievitare bisogna rimpastarlo e farlo lievitare di nuovo? Quando si mettono nella teglia la carta da forno va oliata o messo strutto? Perché una volta li ho fatti seguendo un’altra ricetta e si erano bruciati di sotto… avevo sparso un po di farina sulla carta. Ultima domanda: il forno deve essere statico o ventilato?

  15. Vincenzo il said:

    Vorrei provare la ricetta seguendo questo procedimento.
    Sciolgo il lievito in acqua tiepida con un cucchiaio di zucchero, setaccio la farina e aggiungo lo zucchero e poi amalgamo la farina e zucchero con lo strutto. aggiungo il lievito sciolto in acqua inizio a impastare e aggiungo il latte poi incorporo il sale e il resto del latte. Finito di impastare vorrei avvolgere l’impasto in pellicola e conservare in frigo per 12 ore. trascorse le 12 ore in frigo uscire l’impasto e lasciare a temperatura ambiente per circa 4 ore poi formare i panetti e farli lievitare per altre 4 ore farcire i panetti e lasciarli lievitare per un paio di ore. secondo voi il procedimento può andare? posso tentare di lasciare in frigo per 36 ore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*