Una buona rivisitazione

 

L’interpretazione personale delle cose è sempre fonte di riflessione, nonché profusione di cura nelle cose che si fanno, ed è anche la dimostrazione di quanto ci stiano a cuore, al punto di mettere sempre una parte di noi stessi.

E’ quello che ho fatto io nell’attuazione di questa ricetta che, ogni qualvolta la rifaccio, rappresenta un idilliaco successo per me ma soprattutto per le papille di chi siede alla mia tavola…..

Se vi va, accomodatevi… :)

 

Reginette alla norma a modo mio

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di reginette napoletane (tipo di pasta)
  • 300 g di salsiccia
  • 150g di pomodorini ciliegini
  • 200 g di melenzane
  • 150 g di cipolla di Tropea
  • 200 g di provola affumicata
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 3 cucchiai di olio e.v.o.
  • 5 g di timo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Peliamo e tagliamo a striscioline molto sottili le melanzane: friggiamole con due cucchiai di olio a fuoco alto, le togliamo dal fuoco e le saliamo leggermente.Tagliamo sottilmente la cipolla, passiamola in padella, uniamo il vino e lo zucchero e brasiamo per 10 minuti unendo, all’occorrenza, un goccio d’acqua.

Reginette alla norma a modo mio Chef Gusteau

In un’altra padella sgraniamo la salsiccia e la spadelliamo a fuoco medio, uniamo i pomodorini tagliati a filetti, il timo ed aggiustiamo di sale e pepe Tagliamo la provola affumicata in striscioline sottili.Reginette alla norma a modo mio Chef Gusteau

Cuociamo le reginette in abbondante acqua salata. Quando saranno cotte, le scoliamo e le uniamo alla salsiccia e mescoliamo per bene, lasciando il tutto sul fuoco molto basso. Aggiungiamo, quindi, le cipolle e le melanzane. Rimescoliamo.Reginette alla norma a modo mio Chef Gusteau

Per la mantecatura, aggiungiamo la provola alla pasta, rimescoliamo, spegniamo il fuoco e copriamo con un coperchio. Lasciamo riposare per circa 2 minuti e, quindi, siamo pronti per impiattare.Reginette alla norma a modo mio Chef Gusteau

Con questa ricetta partecipo alla raccolta “E tu di che pasta sei?” del blog Le Mezze Stagioni.

Con questa ricetta partecipo al contest “Du you <3 spaghetti?” del blog Acqua e farina-sissima

Questa voce è stata pubblicata in Primi e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Una buona rivisitazione

  1. sabrinalivia scrive:

    l’aspetto e’ uno spettacolo invitante…..ben vengano le rivisitazioni!!!

  2. Silvia scrive:

    ottima ricetta anche questa, inserita! Un abbraccio SILVIA

  3. aggiunta :) Grazie mille!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>